Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Trick or Trip ? ( 25° episodio )

I Misteri di Puka Beach : 25° episodio

Trick or trip ?

Ellery Sinclair copyright 2021

———————————————————————————————–

Personaggi :

Ellery Sinclair ………………. entertainer e speaker radiofonico

Candy ……………………………moglie di Ellery

Paul Tody……………………….capitano di polizia

Maurice ………………………..direttore del Nord Tip

Gabry,Erica,Irina,Salvatore ………….. dipendenti del Nord Tip

Michael Kent …………………direttore del The Sun

Lou Bencini …………………..direttore del Sea Garden

Ben Reese …………………….direttore del Sands

John Goody…………………..direttore del Dolphin

Frank Turpin……………..…..direttore del Funny Day

J. Norris ……………………….capitano di polizia di Tower P.Town

————————————————————————————————

Ed eccoci al 25° episodio dei Misteri di Puka Beach. Si torna all’ambientazione al Nord Tip per una vacanza premio offerta alla nostra coppia. In questa storia vediamo poco Puka Beach e tanta Tower P.Town dove è situato l’Hotel. Nuovi e vecchi personaggi per un racconto che punta su problematiche e situazioni attuali. Come sempre vi dico che mi sono molto divertito a scriverlo e ci ho messo tanta passione. Me la sono presa comodo : non ho mai tanto tempo a disposizione per fare tutto ciò , ma mi ripropongo di scrivere qualcosa almeno ogni giorno. Tante le sessioni di correzione e sicuramente qualche errore qua e là è rimasto : di questo mi scuso. Io scrivo solo per hobby e pura passione : non sono un professionista e mai lo sarò in quanto scrivo solo per mio puro divertimento. Poi mi auguro ovviamente che anche voi vi divertiate a leggere i miei scritti e vi possano far passare un’ora … un’ora e mezza in assoluta distensione e svago. Stavolta la nostra coppia si trova da sola a risolvere questo caso : il cugino Mario non è riuscito a raggiungerli per unirsi a loro con la sua compagna Rosa e il capitano Tody è distante parecchie miglia. Sarà come sempre una lenta raccolta di dati , che messi insieme daranno una soluzione. I miei , lo sapete , sono semplici racconti per ragazzi che non hanno nessuna pretesa se non quella di farvi passare un pò di svago. Sono molto descrittivi , semplici e con un linguaggio e contenuti che sono per tutti … e di questo ne vado fiero. Le mie ispirazioni ? I Gialli per Ragazzi della Mondadori che tanto andavano di moda a cavallo tra gli anni settanta e ottanta : quelli dei Tre Investigatori, degli Hardy Boys … di Nancy Drew. Io vi ringrazio tantissimo dell’attenzione che riuscirete a dare a questa nuovo episodio e se vi piacerà , fatemelo sapere ( ellery64@libero.it ) . Io vi saluto e vi ringrazio ancora e auguro a tutti voi una buona lettura. Vi mando un grande abbraccio.

PS Questo libro è dedicato a me e a tutti quelli che mi conoscono.

————————————————————————————————

La stagione appena passata a Puka Beach era stata densa di avvenimenti : c’era stato il caso della Looking Stones che aveva tenuto occupato Ellery e la sua banda. Si era risolto brillantemente e quella era stata anche l’occasione per lo speaker radiofonico di conoscere tutta la crew di Jade Fever, il reality show in onda un pò in tutto il mondo. Adesso eravamo in estate , una stagione che per il paese significava parecchi introiti finanziari legati al fenomeno del turismo che in questi mesi raggiungeva il suo zenit. Qua eravamo comunque ancora molto lontani da fenomeni di massa come la quasi vicina Zuma Beach. C’erano tanti turisti ma l’area rimaneva sempre vivibile e questa era una cosa che Ellery apprezzava molto . In inverno le cose erano diverse : la popolazione si riduceva a circa 3500 persone e tutto assumeva ritmi più’ lenti. Parecchie attività’ preferivano chiudere per mancanza di introiti e quello che avevano guadagnato in estate , bastava a poter svernare dignitosamente. Altri negozi rimanevano invece aperti come il bazar di Dino Cardoni e quello di articoli sportivi di David Wilson che essendo anche gli unici nel loro genere , riuscivano a tirare avanti e a coprire le spese ottenendo anche un piccolo guadagno. Tutti in paese si conoscevano ed era piacevole per ognuno poter scambiare qualche chiacchiera mentre si andava al lavoro o a fare la spesa : e questa convivialità piaceva molto alla nostra coppia di amici che finalmente dopo tanti sacrifici erano riusciti a comperarsi anche un appartamento che curavano con tanto amore. Una delle qualità di Puka Beach era che possedeva una zona marittima ma anche una zona collinare . Ci si arrivava tramite una dorsale che in poco più di venti miglia ti portava dall’afa della costa al fresco delle colline … passando anche da un paio di motel che si trovavano lungo la strada. Diciamo comunque che i più giovani preferivano la battigia del mare , mentre i meno giovani preferivano l’aria più fresca delle colline . E proprio in cima ad una di queste si trovava la sede di Puka Shell Radio , l’emittente radiofonica locale nella quale lavorava ancora Ellery dopo tanti anni. Non trasmetteva più con la regolarità di un tempo ma quando poteva … lo faceva e con tanta passione. Amava la musica e amava il rapporto che aveva con il suo pubblico : conduceva un programma dedicato alla musica revival che si chiamava Chi la dura , la Vintage. Erano sessanta minuti di musica dedicata specialmente agli anni 70 e 80 , senza però disdegnare anche i 60 e i 90 … ed è proprio a questo ultimo decennio che si fermava la programmazione … le cose nuove non andavano in onda, almeno in questo contenitore musicale. Adesso era socio minoritario : possedeva il 5% della Radio e anche per questo ci metteva ancora più passione nel tutto. Aveva il suo lavoro fisso e principale : lavorava infatti in una grossa ditta di pollame che si trovava nella zona industriale di Puka Beach … dietro al paese … vicino alle colline. Candy invece prestava servizio come cameriera da Mario , un ristorante di cucina italiana . Erano svariati anni che vi lavorava e svolgeva il suo compito con tanta passione e trasporto. Dopo l’ottima primavera adesso i ritmi si erano decisamente alzati e il paese viveva a pulsazioni abbastanza veloci almeno quanto gli era consentito perché il bello di questo posto era quello che non si snaturava mai e manteneva sempre un certo aplomb. Tutti i ristoranti della zona lavoravano a pieno ritmo. In paese c’era il Surfers di J.Luke con la sua favolosa pizza a metro e poi il Pacific Fishes gestito da Max e Paula con il maitre Celestine. Di Mario abbiamo già parlato ; appena fuori paese c’erano il Blinedo gestito dalla italo americana Roberta e il Little Cabbage , sul Blue River , gestito da Mary e dalla signora Columbo. Dopo le zone industriali trovavamo il 2 Lakes di Danielle e ancora più avanti sulle colline , il Green Pine gestito da Daniel, Georgia e Elena. Questi erano i posti che più o meno ad intervalli regolari venivano visitati da Ellery e Candy e che rimanevano aperti anche in Inverno. Ora in estate ce ne erano altrettanti e forse più di aperti e il turista aveva una vasta scelta su dove poter andare a mangiare un boccone. Questa stagione era ottima anche per la locale stazione radio che vedeva impennarsi i contratti pubblicitari. Oggi era giorno di mercato in paese : il boulevard era invaso da decine di banconi con esposta la più variegata quantità e qualità di merce possibile. Era un lungo serpentone tutto colorato che aveva anche qualche branchia laterale nelle varie viuzze del paese. Candy era sempre disponibile a farci un giro se poteva. Entrava al lavoro verso le 11,15 e aveva tutto il tempo di farsi una dormita un pò più lunga di quella del marito e andarci a fare un salto. Spesso vi incontrava sua figlia Barbra con i suoi due figli Nick e Julia. Ma era anche l’occasione per vedere un pò di persone e fare due chiacchiere con la gente del paese … il che era sempre piacevole. Trovò un paio di scarpe ad un ottimo prezzo e le comperò. Tornò quindi a casa per prepararsi per andare al lavoro. Ellery , facendo lavoro di ufficio, non riusciva che raramente a visitare il mercato e lui si soffermava più sulle bancarelle dei gadgets di cui andava matto. Ne aveva tantissimi nella sua utilitaria. Prediligeva delle piccole figure in plastica alimentate con una primordiale batteria solare che si muovevano ondeggiando. Ne aveva sei sparse per la macchina unitamente anche a qualche pupazzo …un paio di cagnolini dalla testa oscillante….. un block notes con ventosa e un piccolo ventilatore , sempre a ventosa , che accendeva spesso in estate … preferendolo all’aria condizionata con la quale aveva un rapporto di odio e amore. Sul sedile posteriore del mezzo aveva anche un peluche che aveva messo a sedere nel posto centrale. Era una macchina originale senza alcun dubbio … ma a lui piaceva cosi’. Aveva già dieci anni di vita e forse sarebbe stata anche l’ora di cambiarla …ma lui era molto affezionato a quel mezzo che aveva così allegramente personalizzato e non si decideva mai. In tema macchine era un buon periodo anche per i due meccanici del paese , Fabio e Alex ( che era il figlio di Candy ). Tanti piccoli lavoretti venivano richiesti dai turisti e tutto ciò significava introiti a raffica che aiutavano a svernare meglio, quando la clientela rimaneva poca e indissolubilmente legata ai residenti che restavano in città. Molti di questi lavoravano nella zona industriale o in quella agricola che rimaneva dietro il paese ad est … dopo il fiume Blue River. Entrambe le zone erano ampie e davano da lavorare 365 giorni all’anno … il che voleva dire … uno stipendio sicuro per tanta gente e cosa importante per tutto l’anno e non per una sola stagione. Gli stagionali invece riguardavano sopratutto le attività in paese specialmente quelle strettamente dedicate al turismo come i negozi di souvenir e qualche attività di ristorazione. Mentre la centenaria fontana della pizza centrale scandiva il tempo con il suo continuo getto d’acqua , in paese era tutto tranquillo . Si stava avvicinando l’ora di pranzo e in tanti si sarebbero riversati nei locali ristoranti …. compresi i turisti ma anche tanti lavoratori come quelli delle due industrie di pesce a nord del paese. Ellery spesso mangiava in ufficio : si portava della frutta e un paio di panini ed era a posto. Ogni tanto si concedeva qualche pranzo di lavoro a un buon prezzo al Little Cabbage . Oggi era uno di questi giorni : “Buongiorno Mary , buongiorno signora Columbo !” disse entrando . “ Buongiorno a te “ risposero in coro “Accomodati pure a quel tavolo là in fondo che arriviamo per prendere le ordinazioni!”. Lo speaker si sedette dove gli era stato indicato ed attese l’arrivo della cameriera che gli snocciolò il menu’ del giorno : aveva una buona scelta tra 4-5 primi e altrettanti secondi . Il tutto ad un prezzo calmierato di 13,5 dollari tutto compreso … anche di un contorno, un quarto di vino, un quarto di acqua e un caffè. In tanti delle vicine zone agricola e industriali venivano a mangiare qui ed anche oggi c’era parecchia gente . Il locale aveva due sale . Una interna molto capiente e una esterna che la perimetrava e che in estate era più vivibile grazie ad una apertura elettronica delle finestre , che venivano tutte spalancate e che garantivano quindi tanta aria buona . Eravamo sul fiume Blue River e c’era meno afa rispetto al centro del paese. Consumò l’ottimo pasto e tornò al lavoro. Nello stesso tempo Candy, sua moglie , era impegnata da Mario e anche lei stava sgambettando ben bene dato il buon afflusso di clienti. Un pò tutta la ristorazione oggi stava viaggiando a pieno regime e questo significava introiti per tutti. Arrivò presto anche l’ora di tornare a casa per entrambi : per lei l’orario era intorno alle 16,30, mentre lui usciva dal lavoro che erano quasi sempre le 17,15. Tra pochi giorni entrambi avrebbero avuto una settimana di ferie e non avevano ancora deciso dove andare e cosa fare. Ci avrebbero pensato tra pochissimo e avrebbero cercato di organizzarsi alla bene e meglio. L’importante per loro era staccare un pò dal lavoro e passare del tempo insieme. Arrivata a casa lei si riposò un’oretta e quindi cominciò a preparare la cena per la sera . Lui si mise al computer per aggiornare qualche spazio internet che gestiva per conto di altri o per suo conto. Ne aveva oltre una dozzina da seguire ed aggiornare. Uno tra questi era la pagina dedicata al reality show di Jade Fever , i cui protagonisti li abbiamo potuti conoscere nella precedente avventura. Poi gestiva un Bed & Breakfast che rimaneva sulla costa … il 7 Vices e tanto altro ancora. La cena fu come sempre ottima. Mentre mangiavano si videro un episodio di un telefilm sulla piattaforma televisiva che avevano acquistato da non molto e che gli permetteva un’ampia scelta tra le varie proposte. Quindi andarono a letto , un pò stanchi della giornata . Il risveglio come sempre era sempre abbastanza duro per lui : la sveglia suonava alle 6,45 e detestava il suo trillare con tutte le sue forze. C’era il tempo necessario per farsi o la doccia o la barba , una veloce colazione e poi dirigersi con la sua utilitaria rossa , verso il posto di lavoro dove c’era sempre da fare e riordinare conti e scartoffie. La giornata odierna riservava in paese un bell’avvenimento : un bel torneo di frisbee che si sarebbe svolto nella locale arena dedicata all’atletica leggera dove solo pochissimi mesi fa si era svolta una bella manifestazione che aveva visto il locale David Wilson , cogliere un fantastico terzo posto nella gara dei diecimila metri. Come sempre Puka Shell Radio scelse di seguire la manifestazione con una postazione esterna che affidò come spesso succedeva alla allegra Roby Bear. Ellery se riusciva sarebbe uscito un pò prima dal lavoro per fare un salto in loco. Il frisbee era diventato molto famoso negli anni 80 dove tutti in spiaggia vi giocavano gioiosamente. Dopo un periodo di appannamento , stava lentamente tornando ai fasti di un tempo anche se in tanti non si erano mai allontanati dal praticarlo. Si trattava di gare legate all’abilità dei partecipanti. Il sindaco ci teneva molto a tenere sempre vivo l’interesse della popolazione e cercava spesso di proporre mostre o avvenimenti che potessero rinvigorire l’interesse del paese. L’inizio della manifestazione era fissato per le ore 14 e così fu. C’erano partecipanti di varie età e provenienza : c’erano anche una manciata di europei che erano stati attirati dall’evento in quanto in Europa il frisbee non era in genere quasi più praticato. Non c’era vento e questo avrebbe favorito il regolare svolgimento della gara : ottima cosa. Roby Bear riuscì a fare parecchie interviste ai partecipanti del torneo ed inframezzando il tutto con un po’ di musica ne uscì un quadro piacevole e di ottimo intrattenimento. Ellery riuscì ad essere presente per le ore 16 e partecipò attivamente anche lui alla manifestazione. Era presente anche lo sportivo locale a tutto tondo … David Wilson la cui specialità come sappiamo era il surf ma non disdegnava di praticare anche altri sport. Si piazzò nella parte bassa della classifica ma si diverti’ tantissimo , almeno questo era quello che disse ai microfoni del nostro speaker che lo intervistò verso fine giornata : “ Ciao ragazzi . Come sempre oggi ho passato una giornata immersa nello sport e questa e’ la cosa più importante per me. Il Frisbee e’ sempre stato un hobby e non sono un fenomeno , ma sono comunque contento del piazzamento ottenuto e vi do appuntamento alla gara di surf che ci sarà a brevissimo a Puka Beach , dove sicuramente potrò dare il meglio di me stesso, sportivamente parlando. Grazie ancora a tutti e a voi della radio in particolare che siete sempre presenti agli avvenimenti sportivi del paese !”. Ellery lo ringraziò tantissimo e raggiunse nuovamente Roby in postazione . Salutò gli ascoltatori e si diresse verso casa dove lo stava aspettando sua moglie Candy. Gli diede un bacio e scambiarono qualche chiacchiera circa le rispettive ore appena trascorse. Lei aveva avuto una bella giornata impegnativa al ristorante : in tanti lo avevano scelto per mangiare un boccone , in special modo , come sappiamo, gli operai delle due ditte di pesce che stavano a nord del paese e che spesso sceglievano Da Mario come loro destinazione per rifocillarsi . A mezzogiorno si trovava il menu’ di lavoro che era un pasto completo ad un prezzo modico. Con circa 13 dollari ( come al Little Cabbage ) si poteva mangiare anche qui … un primo piatto, un secondo con contorno, un quarto di vino , acqua e un caffè. Quando il locale era pieno c’era molto da sgambettare e lei non si tirava mai indietro. Lui si mise poi un po’ al PC per aggiornare i vari spazi web che gestiva, come sappiamo, per conto di altri ed alcuni suoi e a controllare la sua casella di posta elettronica. La cena fu come sempre ottima : Candy era un’ottima cuoca e spesso si dilettava anche a cucinare italiano , visto che lavorava in un ristorante che cucinava in quel modo. Per la serata aveva preparato degli ottimo spaghetti al ragù e delle cotolette alla milanese. Terminarono sazi e soddisfatti. Riassettarono la cucina e dopo aver visto un veloce telefilm … andarono a letto. Si dormiva molto bene con le pale sopra il letto che giravano a velocità media : era un’ottima alternativa al condizionatore almeno sino a quando il caldo non avrebbe cominciato ad essere insopportabile. L’afa californiana sarebbe cominciata di lì a poco e lentamente stava salendo di intensità di giorno in giorno. Fecero colazione insieme : un american coffee per lui con muffin e un caffè espresso con una brioche alla crema per lei. Lui quindi montò sulla sua utilitaria e si diresse al lavoro . In quel periodo la dorsale che lo portava a destinazione era molto colorata : le inflorescenze della flora rallegravano lo spirito e ben disponevano alla giornata lavorativa. Passo’ sul Blue River : ora tutte le varie attività che risiedevano intorno al fiume erano pienamente attive , anche il piccolo parco acquatico che avrebbe aperto tra un paio di ore. Arrivò puntuale e dopo aver timbrato con il proprio badge … iniziò ad immergersi in carte e conti. Candy invece avrebbe iniziato a lavorare intorno alle 11,15. C’erano le tavole da apparecchiare , preparare le oliere … i salini e tanto altro ancora da fare prima dell’apertura. Eravamo in estate e tra lavoratori e turisti … i clienti non mancavano mai . Ma in generale la stessa situazione si poteva ritrovare in tutta l’attività turistica del paese . Per Tody , il capitano di polizia , erano giornate abbastanza impegnate . Non succedeva niente di epico … ma la rissa causata da qualche birra di troppo era sempre dietro l’angolo e quindi bisognava essere sempre pronti e reattivi per intervenire . Era un ottimo ufficiale di polizia , sempre attento al suo lavoro e riusciva sempre a mettere una pezza dove occorreva . Ted Valley era il proprietario di Puka Shell Radio , la locale emittente dove saltuariamente trasmetteva Ellery , e in questo periodo i contratti pubblicitari aumentavano in maniera esponenziale. Questo gli dava occasione di mettere da parte un po’ di capitale per permettergli di svernare in maniera tranquilla e senza patemi d’animo. La radio infatti trasmetteva anche nel resto della stagione : non aveva un cast numeroso e quindi poteva permettersi di sopravvivere anche nei mesi con meno incassi. Qualche locale rimaneva aperto tutto l’anno , come per esempio il Surfers di J.Luke che in estate aveva una pallottola in più grazie ad un capiente plateatico esterno che gli consentiva di raddoppiare la clientela. Erano aperti nella stagione fredda anche il Pacific Fishes di Max e Paula …. il Blinedo di Roberta … il Two Lakes di Danielle … il Green Pine di Georgia, Daniel e Elena. Ed Ellery e Candy in inverno giravano a turno in questi locali , mantenendo con loro sempre un rapporto di simpatia ed amicizia. La stagione scorreva con ritmi molto lenti rispetto all’estate e si proponeva come lunga e noiosa se non fosse per il fatto che il sindaco cercava comunque sempre di mantenere vivo l’interesse della comunità con qualche iniziativa. La popolazione si riduceva ai soli residenti e questo voleva dire a circa 3500 persone , che si conoscevano tutte ( o quasi ) e avevano tra loro un buonissimo rapporto di convivialità. Il nostro speaker ricevette una telefonata dal capitano : “ Ciao Ellery , volevo solo dirti che ho appena finito di archiviare la faccenda della Looking Stones della scorsa primavera . Mi mancavano ancora un paio di incartamenti da ricevere da Morinty e adesso che sono arrivati ho definitivamente chiuso il tutto . Quando vuoi passare puoi dare un occhio al fardello !” . “ Grazie Tody : gentilissimo come sempre . Appena ho un attimo passo a visionare il tutto. In fondo di questo caso , la brace è ancora tiepida. Sono passate solo che poche settimane !” . “Hai più sentito i Bunce ? “ domandò l’ufficiale . “Si : ho sentito Claudia via mail un paio di giorni fa . Sono nel pieno della loro stagione estrattiva e ci salutano !”. “ Ringraziala tanto e noi ci vediamo a breve . Buona giornata !” e l’ufficiale riattaccò. C’era sempre questa sorte di cordone ombelicale tra Elllery e il capitano , che aveva portato a tante collaborazioni informali e qualche volta anche più formali che si trascinavano da parecchi lustri. Adesso era un periodo tranquillo per entrambi e di primaria importanza, ora per l’uomo di legge, era solo quello di mantenere l’ordine in paese a fronte della pacifica invasione di turisti che avveniva in questo periodo … come ogni estate. La giornata andava avanti con i soliti ritmi e la telefonata di Tody al momento fu solo l’unico lampo che la illuminò. Il secondo sfavillio di luce arrivo’ alle 18,15 quando la nostra coppia era riunita nel proprio appartamento. Squillò il telefono fisso : “ Ciao ragazzi , sono Maurice !” . “Ciao !” rispose Ellery “ Come stai? A cosa dobbiamo questa sorpresa?” . “Prima di tutto ti dico che sto bene . Poi ti domando una cosa : avete impegni per la prossima settimana ? “ rilancio’ il direttore del Nord Tip . “ Saremmo in ferie . Non abbiamo ancora deciso cosa fare o dove andare . Le rispettive ditte ci hanno messo in vacanza per una settimana e dobbiamo ancora organizzarci !“ disse lo speaker. “ Benissimo “ riprese Maurice “ Allora vi aspetto qui da me , tutto offerto naturalmente . Ci sono delle cosette che non stanno andando per il meglio e speravo che poteste darmi una mano come nelle volte precedenti !”. “ Non penso ci siano problemi : ora lo chiedo anche a mia moglie !” e lo mise in attesa per una ventina di secondi . Ottenuta risposta affermativa riaprì la telefonata : “ Va bene … per noi non ci sono problemi . Ma di cosa si tratta ? “. “ Come tu sai “ riprese il direttore “ Abbiamo sempre il tutto esaurito e la gente rimane soddisfatta del nostro lavoro e della nostra struttura. Ma leggo spesso … troppo spesso … delle recensioni negative su Trip Advisor e la cosa non mi convince . Il tutto ovviamente ci fa una pubblicità negativa che non meritiamo e vorrei capire il perché stia succedendo tutto questo. Vi farò chiamare da Gabry che vi confermerà la prenotazione . Comunque voi venite pure lunedì mattina e in ogni caso sicuramente riuscirete a godervi anche delle ottime vacanze . Sai che da noi lo puoi fare senza problemi. !” . “Lo so , lo so : adoriamo la struttura e siamo convinti che ci divertiremo. Grazie per la tua offerta così generosa, che noi accettiamo pienamente. In loco poi mi spiegherai bene cosa sia successo. Ci vediamo lunedì … saluta lo staff !” e riattaccarono. “ Bene “ riprese lui “Abbiamo risolto il problema delle ferie !” . “ Già “ rispose Candy “ E’ stato gentile a pensare a noi. Speriamo di poter ripagare la fiducia che ha riposto nelle nostre persone. Adesso dobbiamo solo pensare a preparare le valigie !” e rise. Questa offerta era giunta proprio a fagiolo : adesso avevano una meta per le loro vacanze ed era un posto che conoscevano bene . Si trovava a Tower P.Town che rimaneva nella parte nord della California a circa 110 miglia da Puka Beach : vi erano già stati due volte in passato ed erano sempre rimasti coinvolti in qualche ragnatela da sbrogliare. Era una bella struttura di 140 stanze che si trovava proprio a ridosso della spiaggia del paese : aveva un’enorme sala da pranzo che offriva un menù sempre diversificato tra carne e pesce . Questo ad Ellery piaceva molto in quanto si era da poco avvicinato a mangiare quest’ultima tipologia di cibo e in Hotel ne facevano sempre un’ampia rassegna. Gli piaceva assaggiare tutto : se poi non gli piaceva , evitava di riprenderlo in futuro. Inoltre avevano sempre un’ottima animazione e la sera se non si aveva voglia di passeggiare in paese , nella vicina pinetina si poteva sempre godere di qualche spettacolo. Insomma : questa vacanza era giunta al punto giusto al momento giusto e loro ne furono contenti. Si trattava di dare una mano a Maurice , ma non sapevano ancora esattamente contro chi o contro cosa avrebbero dovuto combattere . Nei due casi passati se l’ erano cavata molto bene ed erano comunque fiduciosi di poter essere utili anche in questa occasione. La telefonata con Maurice si era protratta per un pò di tempo tra una chiacchiera e l’altra e decisero di andare a mangiarsi una pizza senza stare a preparare la cena. Si diressero verso le colline alla ricerca di un po’ di fresco e decisero di andare al Green Pine . “ Buonasera El “ disse Georgia quando li vide arrivare … “ Ciao Candy “ . “Ciao ragazzi “ esclamò lo speaker “ Era un pò che non ci si vedeva e allora ci siamo detti … ma perché non li andiamo a trovare ? “ . “Avete fatto bene “ disse Daniel “ Siete fortunati che abbiamo ancora un paio di tavoli. Questa stagione sta andando molto bene e siamo contenti !” . “Si “ disse Elena “ Facciamo il pieno quasi ogni sera !” . “Fantastico “ disse Candy “ Un ottimo risultato veramente . Siamo contenti per voi !”. “ Sedetevi pure a quel tavolo a destra “ disse Georgia “ Tra poco arrivo per le ordinazioni. Troverete il menù già sulla tavola!” . Lui scelse una pizza Mexico e lei una della casa senza pomodoro. Da bere lui non rinuncio’ al suo buon mezzo litro di vino bello fresco , mentre Candy andò su una Pepsi media senza ghiaccio. Passarono una bella serata e fecero anche qualche chiacchiera col cast del locale. Al ritorno si fermarono a salutare anche Danielle del Two Lakes : non era tardi e c’era ancora gente che stava mangiando … anche loro avevano parecchi ospiti e la location era molto carina con quel plateatico che dava su uno dei due piccoli laghetti naturali che si trovavano ai due lati opposti della struttura . “ Ciao ragazzi “ esclamò la proprietaria “ Siete venuti a trovarci ? “ . “Si “ rispose Ellery “ Torniamo dal tuo amico Daniel che era un pò che non lo vedevamo e abbiamo pensato di passare un attimo a salutarvi . Vedo che gli affari vi vanno molto bene !” . “ Si “ rispose l’interpellata “ L’estate è sempre ricca di clientela. Siamo alle pendici delle colline e l’aria comincia già ad essere più fresca che in paese . Va bene così e ne siamo contenti !”. Il tempo di bere un amaro per lui e una coca piccola per lei e ripartirono per casa . Era un pò tardi e si infilarono dritti dritti a dormire . Aprirono le finestre e accesero le pale che avevano posizionate proprio sopra il letto. Al momento erano sufficienti per combattere l’afa imperante . Sembrava spesso che fossero già arrivati i venti di Santa Ana , se non fosse che questi arrivavano di solito tra novembre e dicembre. Passarono una notte tranquilla e tranquillo fu anche il loro risveglio. Aprirono gli occhi prima che suonasse la sveglia che significava per lui un suono odiosissimo e antipaticissimo. Era una persona che se avesse potuto … avrebbe dormito senza dubbio almeno un’ora in più , ma ovviamente c’era da andare a lavorare e bisognava alzarsi al drin drin dell’apparecchio … lavarsi … bere un caffè al volo e montare in macchina per recarsi in ditta … cose che fece nell’esatta sequenza appena detta. Arrivò puntuale per timbrare il cartellino . Candy invece rimase a letto a riposarsi ancora per un pò : la aspettava una giornata di duro lavoro al ristorante , specie adesso che avevano il tutto esaurito quasi tutti i giorni , proprio come al Green Pine e al Two Lakes. Per la giornata odierna , l’amministrazione comunale aveva messo in cartellone una gara di sculture di sabbia : era un’arte che stava prendendo sempre più piede tra gli appassionati e a vedere le creazioni che si riuscivano a fare … i risultati erano favolosi. Gli iscritti provenivano da tutta le zone vicine e c’era anche qualche nome proveniente da tutto lo stato della California. Come sempre , Puka Shell Radio sarebbe stata presente all’evento e sempre con la solare Roby Bear in una postazione esterna proprio ai margini della gara. Ellery sarebbe uscito un paio di ore prima dal lavoro per raggiungere la troupe. La giornata era ampiamente soleggiata e questo avrebbe consentito il regolare svolgimento della manifestazione. I partecipanti avrebbero avuto un tempo limite di due ore per poter costruire e plasmare la propria opera. Erano permessi l’utilizzo della sola sabbia e dell’acqua di mare , con l’aiuto di massimo un paio di secchielli , un paio di palette,mirette o coltellini e un nebulizzatore con colla diluita con acqua , per rassodare il tutto. La partenza fu data alle ore 15 dopo un breve discorso introduttivo del sindaco del paese. I partecipanti scattarono subito dalla linea di partenza e si diressero alle rispettive piazzole che erano state a loro assegnate. C’era spazio per tutti e sabbia per tutti. Le categorie più gettonate si intuirono subito che furono gli animali e gli edifici , specie i castelli. Era molto bello vedere prendere forma le creazioni. I partecipanti erano molto bravi e ognuno aveva la propria tecnica. La radio aveva il compito di fare da colonna sonora all’evento e prima della gara di intervistare qualche partecipante , compito che la Bear espletò con brio e professionalità. Ellery arrivò alle 15,30 in loco : parcheggiò e si fiondò in postazione per fare un saluto a tutti gli ascoltatori. Dopo di che prese un microfono senza fili sufficientemente potente e si diresse a ridosso dei partecipanti per raccontare in diretta quello che stava succedendo ad ogni scultura indicandone il soggetto e il nome della persona gareggiante . Il pubblico era assiepato a debita distanza e non interferiva col lavoro limitandosi a dei cori di incoraggiamento ora per uno e ora per un altro. Fu un pomeriggio particolare che passò con relativa velocità e mano a mano che il tempo passava …si vedevano prendere corpo le varie sculture . La gara fu vinta per la cronaca da Jake Cannon , un partecipante che veniva da Los Angeles. Il locale Ben Tanner si piazzò al terzo posto ed era felicissimo di questo risultato. La scultura che vinse rappresentava un castello antico , la seconda una foca con relativi piccoli mentre la terza fu un grattacielo. Fu un pomeriggio bellissimo con tanto pubblico presente , sia locale ma anche di turisti che in questo periodo riempivano il paese. La diretta radio andò bene e dopo la premiazione , un paio di operai smontarono la postazione esterna , regno di Roby Bear e di un tecnico audio. Ellery raggiunse la moglie a casa che lo aveva ascoltato mentre era in onda e che adesso stava preparando la cena. Lui si mise una mezz’oretta a sistemare i vari spazi internet che gestiva e a rispondere a qualche mail che gli era arrivata. Quindi si sedettero a tavola e consumarono la cena. Dopo mangiato si mise a fare qualche ricerca sui vicini del Nord Tip a Tower P. Town . Una delle strutture più grandi in zona era il The Sun , gestito da Michael Kent . Subito dopo veniva il Sea Garden , diretto da Lou Bencini , un italo americano. A seguire , come grandezza , veniva il Sands orchestrato da Ben Reese. C’erano poi altre strutture di media grandezza come il Dolphin e il Funny Day , dirette rispettivamente da John Goody e Frank Turpin. E poi una miriade di piccoli alberghi con al massimo una ventina di stanze. Delle strutture precedenti parliamo come minimo di un’ottantina di camere sino ad arrivare alle 120 del Sun. Si stampo’ una cartina per vedere dove erano ubicati i vari hotel e si ripromise di portarsela in vacanza . Sapeva che erano stati chiamati per dare una mano a Maurice e lui aveva voluto già buttarsi un pò avanti con il lavoro, cominciando a conoscere i dintorni e i personaggi che vi aleggiavano intorno . Erano arrivate le 22,15 e decise di spegnere il PC e raggiungere la moglie a letto che stava guardando un pò di televisione. Mancavano oramai pochissimi giorni alla partenza e bisognava pensare anche a preparare le valigie. Una delle cose che non doveva mai mancare era una protezione solare : durante la settimana entrambi non avevano tempo di andare al mare e la loro pelle non era sufficientemente abbronzata per reggere a pieno ritmo delle ore al sole della California. Fu una delle prime cose che misero dentro. Adesso il pensiero era rivolto interamente alla vacanza che per loro doveva essere una bella incognita : non sapevano ancora molto di quello che avrebbero dovuto fare e tutto ciò li impensieriva un pochetto. Avrebbero ricevuto ulteriori spiegazioni al loro arrivo : al momento sapevano solo che si trattava di una lunga serie di immotivate recensioni negative su Trip Advisor. Un pò poco per poterci già lavorare su. Nei giorni a seguire Ellery si andò a leggere tutte le recensioni sopra citate e se le stampò , facendone un bel dossier. Erano evidentemente false , anche perché lui conosceva bene la struttura e sapeva che le cose scritte non corrispondevano a verità. Si addormentarono quasi all’unisono e fecero una bella dormita rilassante. Nei giorni a seguire Ellery tornò su Trip Advisor e si stampò anche le recensioni relative agli hotel che aveva preso in considerazione nelle sue analisi. Alla fine ne uscì un bel fascicolo che comprendeva cartina e esami critici . Lo mise subito in valigia. Nel frattempo in paese le cose andavano bene : Tody non aveva molto da intervenire a parte qualche solita rissa dovuta a qualche birra in più. L’impegno maggiore era quello di organizzare delle ronde di sorveglianza in modo da prevenire qualsiasi atto di violenza. Un capillare pattugliamento delle strade avrebbe scoraggiato i più malintenzionati. Il capitano ci teneva molto che tutto filasse liscio come l’olio e si adoperava con tutta la sua passione , affinché tutto ciò succedesse. Le giornate che seguirono passarono veloci : cominciarono a preparare le valigie e fecero un salto al bazar di Dino Cardoni per comperare quello che gli mancava. Il negozio stava lavorando tantissimo in questo periodo : la posizione strategica sul pontile del paese era un pò penalizzante in inverno, ma in estate era semplicemente favolosa. Nonostante l’età avanzata , il proprietario considerava la sua attività come un figlio , non essendo sposato e non avendone di veri, e ci metteva tantissima passione nel portarla avanti. In questa stagione aveva un paio di ragazze che gli davano una mano nella gestione mentre in inverno ne rimaneva solo una part time. Da lui trovarono tutto quello che gli sarebbe servito per l’imminente vacanza e che non avevano trovato rovistando per casa. Nei preparativi, era Candy la maestra di cerimonie : riusciva a ottimizzare tutti gli spazi a disposizione e a preparare le valigie in maniera intelligente e allo stesso tempo oculata. Nel frattempo era già arrivata la telefonata di Gabry del Nord Tip che confermava loro l’appuntamento per il prossimo lunedì all’hotel. Il direttore aveva dato loro la formula all inclusive che includeva degli ottimi benefici di cui poter usufruire e ne furono contenti … assolutamente. La sera prima della partenza decisero , una volta terminate definitivamente le valigie, di andare a trovare J.Luke che li accolse con piacere : “ Ciao ragazzi : qual buon vento vi porta da me ? “ . “Vento di vacanze “ disse Ellery “ Domani mattina partiamo per Tower P.Town !” . “ Tornate al Nord Tip ?“ chiese lui. “Esatto “ disse Candy “ Hai indovinato. Ci ha chiamato il direttore per offrirci una vacanza !” . “ In cambio “ riprese lo speaker “ Dovremmo dargli una mano su certi problemini che sta avendo in questo periodo !” . “Chiamiamola una vacanza di lavoro allora … “ disse il proprietario del locale “Accomodatevi che arrivo per le ordinazioni !”. Presero un paio di pizze : erano sempre ottime quelle che si mangiavano al Surfers. Mangiarono con appetito e andarono a casa mettendosi subito a dormire. La sveglia era per le sei di mattina : avrebbero avuto il tempo di fare colazione, vedere se c’era qualcosa dell’ultim’ora da fare e prendere la strada per la destinazione verso le 7,30. Avevano un paio di ore circa da viaggiare : il lunedì di solito le highway erano abbastanza trafficate. C’era chi si spostava per lavoro e intasava queste preziose arterie, con tanto traffico. Partire presto era un vantaggio. Il viaggio fu abbastanza tranquillo : nonostante un paio di rallentamenti , fu rispettata la tabella oraria e poco dopo le 9,30 arrivarono alla loro destinazione. Si fermarono subito per fare il check in e furono accolti dalla solare Alexia che li salutò e li mise a proprio agio . In un paio di minuti arrivo’ anche Maurice che era stato avvertito del loro arrivo : “ Ciao ragazzi : tutto bene il viaggio ? “. “ Si si , grazie . Tutto ok. “ disse Ellery “ Un po’ di traffico … ma fa parte del gioco specie di lunedì mattina !” . “ Un paio di rallentamenti e basta “ concluse Candy. “ Bene “ riprese il direttore “ La vostra camera è già pronta : andate a sistemarvi e poi venite pure nel mio ufficio che facciamo due chiacchiere !” . Il duo si diresse verso gli ascensori : la loro camera era al terzo piano con vista piscina . Sistemarono la roba nell’armadio , si diedero una rinfrescata e scesero nuovamente per dirigersi da Maurice che li accolse nel suo ufficio : “ Benvenuti e accomodatevi. Come vi avevo anticipato telefonicamente da qualche settimana abbiamo delle incongruenze che ci stanno preoccupando. Abbiamo il tutto esaurito …. il che vuol dire 140 camere e oltre 350 persone . Sono tutte soddisfatte del nostro servizio : non abbiamo mai ricevuto una sola lamentela che una, durante la loro permanenza. Eppure su Trip Advisor continuiamo a ricevere valanghe di recensioni altamente negative che ci stanno danneggiando l’immagine e cominciano a pesare anche sulle prenotazioni di fine stagione. Stiamo avendo un danno morale ma anche economico con un futuro calo di presenze. Trip advisor che in passato ci ha sempre sostenuto, sembra che improvvisamente ci abbia voltato le spalle e non riusciamo a crederci !” . “Sembra una cosa studiata ad hoc “ disse Ellery “Ma avete avuto altri intoppi ?” . “Qualche piccolo inciampo , sì !” disse Maurice “ Qualche posta andata persa per esempio, oppure le linee del telefono fuori uso per un pò di tempo ! La posta in arrivo viene messa in un capiente contenitore appena all’esterno della struttura : non è sorvegliato : un paio di volte al giorno passa la nostra Gabry a prelevare il tutto per portarlo in ufficio !” . “ Non deve essere stato impossibile “ riprese lo speaker “ … Aprire la mail box e disperdere il contenuto chissà dove e per quello che riguarda il telefono basta chiamare da una cabina telefonica il numero dell’hotel e lasciare la cornetta e la conversazione accesa … e il disagio è fatto ! Ne ha parlato col capitano Norris ?“. “ Si : ma queste sono cose di poco conto con altrettanto pochi indizi a disposizione e non è uscito niente di interessante .” rispose l’interpellato che riprese “Qua stiamo vivendo una situazione di profondo disagio e vorremmo che tutto ciò finisse quanto prima e che la verità venisse a galla !”. “ Possiamo avere campo libero ? “ chiese Candy . “Certamente “ disse il direttore “ Ho già parlato con tutti i miei collaboratori e potete fare o andare dove meglio riterrete . Sanno di lasciarvi passare e darvi tutto l’aiuto di cui avrete di bisogno!”. “ Bene “ disse Ellery “ Siamo dei turisti e abbiamo la copertura : ci mettiamo all’opera e vediamo cosa si riuscirà a fare . Teniamoci costantemente in contatto “ . Si salutarono : erano le 11,15 e uscirono per dirigersi ad un bar vicino per prendere un aperitivo : “ Bella faccenda “ disse lei . “ Già!” rispose il marito “ Sembra che avremo molto da fare in questo caso che si preannuncia molto sfilacciato e difficile da decifrare : ma come sempre ce la metteremo tutta e vediamo se riusciremo ad essere di aiuto alla struttura!”. Bevvero l’aperitivo con gusto : erano un pò stanchi del viaggio e fu un vero sollievo bere qualcosa di fresco e tonificante. Eravamo in piena estate e l’afa si faceva sentire a Tower P.Town come a Puka Beach. Rientrarono in struttura che era arrivata l’ora di pranzo : come sempre appena fuori del salone c’era esposto il menù e andarono subito a dare un’occhiata. Come di consueto c’era una scelta tra piatti di terra e piatti di mare. Ellery che ultimamente si stava avvicinando a quest’ultima tipologia di cucina scelse del pesce. Era un’occasione per lui di provare nuove varietà e tipologie e questo lo rendeva felice. Il servizio era show cooking : ossia sia passava davanti ad una serie di proposte che erano esposte in bella vista e si ordinava quello che si desiderava. Non veniva portato nessun piatto al tavolo : era il cliente che poteva liberamente scegliere tra i cibi proposti avendo anche l’opportunità di vederli e valutarli in base anche a ciò che vedevano. Era una cosa che lui apprezzava molto anche perché in caso di scelta di carne poteva soppesare il fatto che fosse grassa o meno visto che lui amava la carne magra e ben cotta , non al sangue. Candy invece amava alternare le due tipologia di menù accompagnando il tutto o con acqua minerale o con un pò di Coca Cola. Ellery invece amava il vino bianco che si poteva prendere da soli spinandolo direttamente da un dispenser di bevande . La sala era ampia e accogliente e c’era spazio per tutti gli occupanti dell’Hotel , divisi in due turni, giusto per evitare un’antipatica ressa. Fuori dal salone appena a sinistra si trovava il regno di Erica , la barlady della struttura . Mora, piccola di statura e sempre con il sorriso stampato sul grazioso viso , dispensava caffè post pranzo e per chi voleva anche una vasta scelta di liquori. Lui soleva sempre prendere un amaro , lei invece un caffè . Li consumavano nella terrazza che rimaneva di fianco all’entrata dell’Hotel. Era arrivato il tempo di un breve riposino : dovevano riprendere le forze dal viaggio anche se tutto sommato era stato abbastanza breve … un paio di ore piene . La camera era accogliente e pulita : il tempo di spogliarsi che erano già addormentati. Si svegliarono poco prima delle ore 16 e decisero di andare a fare un giretto in spiaggia. Si infilarono il costume , qualcosa sopra e uscirono. La struttura aveva anche una piscina semi olimpionica che poteva servire all’uopo senza andare in battigia , ma preferirono il nudo contatto alla sabbia, almeno per la giornata odierna. Nel prezzo del soggiorno erano compresi anche un ombrellone e due sdraio al bagno Henry : anche per loro che erano ospiti. Si stavano sedendo quando il sole in controluce mise in evidenza sulle due sedie pieghevoli uno strano luccichio. “ Aspetta Candy : non sederti !” . Fece delle foto alle impronte che si vedevano intorno e chiamò il proprietario che incredulo constatò che il luccichio che avevano visto , altro non era che della colla. “Ecco: ci siamo !” disse la ragazza “ Iniziamo con i dispetti “. “Mi spiace molto“disse Henry “ Vi faccio avere due sdraio nuove. Qualche buontempone ha voluto farci un bello scherzo , che poteva avere anche conseguenza spiacevoli se si trattava di colla ad alto attaccamento . Robe da matti. Scusatemi ancora : non so come sia potuto succedere !” . “ Non si preoccupi “ disse lo speaker “Non è certo colpa sua. E’ impossibile controllare di continuo tutto e sicuramente qualcuno in qualche momento di tranquillità , ne ha approfittato per cercare di creare scompiglio e portarvi disagio !”. Si accomodarono sulle sdraio nuove e si godettero un pò di sole. Lui comunque chiamò Maurice al telefono e gli spiegò quello che era successo e il direttore ne fu sorpreso : sino ad allora niente aveva toccato la spiaggia e si augurava che questo restasse un caso isolato. Ne avrebbero parlato al loro rientro. Ne approfittarono per fare una bella passeggiata in battigia : non avevano mai tempo per fare un pò di movimento e questa era una bella occasione. Passeggiarono tranquillamente per una quarantina di minuti e tornarono a godersi un pò di sole sulle sdraio , dopo averle controllate attentamente. Fecero ritorno in struttura verso le 18,15. Si fecero una bella doccia e andarono dal direttore per riferire di persona quello che era successo : “ Ciao Maurice “ disse Candy . “ Ciao ragazzi“ rispose lui “Allora che è successo esattamente ?”. “ Niente di più di quello che ti ho detto al telefono “ disse lo speaker “ Stavamo per sederci sulle due sdraio che ci avete messo a disposizione quando mi sono accorto di un luccichio sulle stesse che mi ha insospettito. Un breve controllo su di esse e abbiamo appurato che si trattava di colla. E ad essere sinceri ce n’era anche parecchia. Ho fatto delle foto di qualche impronta che c’era intorno all’ombrellone e abbiamo chiamato Henry il quale non sapeva darsi pace della spiacevole situazione . Penso che questo sia tutto !”. “ Purtroppo questo non è che l’ultimo di una serie di piccoli intoppi che erano già successi e dei quali ti avevo già raccontato !” disse Maurice “ Adesso possiamo solo stare ad osservare e aspettare senza fare niente ? “. “ Siamo in uno stadio larvale? “disse Ellery “ Al momento direi proprio di si. Come andiamo con le recensioni su Trip Advisor ? “ . “Oggi a fronte di due positive ce ne è stata una altamente negativa . In questo caso ci accusavano di avere stanze sporche. Non è una bella presentazione per chi cerca un posto dove poter passare le vacanze. Ma e’ arrivata l’ora di cena : andate pure a mangiare che poi ci aggiorniamo ancora!” concluse il direttore . La coppia lo salutò e si diresse verso la sala da pranzo per cenare : diedero la solita sbirciata al menù ed entrarono. Ad attenderli c’era Irina , una cameriera con la quale avevano da subito fatto amicizia e che si era dimostrata immediatamente gentile e cortese . Si era ricordata di loro quando la coppia era già venuta nella struttura e li aveva immediatamente salutati con brio. Scelsero il solito tavolo dove aveano mangiato a mezzogiorno che era stranamente libero : non vi era una postazione prenotata … chi arrivava per primo si accomodava dove preferiva. Salutarono Salvatore , il boss delle pizze e andarono al tavolo. Come di consueto Ellery andò a spillare le bevande per entrambi , quindi andarono a prendersi un buon piatto di pasta. Mangiarono con appetito : la camminata li aveva ben disposti verso la cena. Mangiarono come sempre bene e uscirono soddisfatti : Erica li stava aspettando per dare loro come di consueto un amaro ed un caffè che consumarono sul terrazzo vicino all’entrata : li raggiunse Maurice : “Avete mangiato bene ? “ . “Si certo “ rispose Candy . “Mi fa piacere “riprese lui “ Ho dato una occhiata ancora alle recensioni e al momento siamo fermi … meno male ! Sfortunatamente la prima che si legge è quella che parla male di noi. “. “ Non è un problema : quando torno in camera ne posso fare una io , visto che sono cliente … dato che mi trovo bene e quindi non scrivo niente di falso … così la pessima scala dietro. Ma è solo una soluzione temporanea e dobbiamo risolverla alla base . Mi sono portato un bel malloppo di fogli da studiare : comprendono una cartina della zona con l’ubicazione dei vari Hotel e una serie di recensioni della struttura per vedere se riesco a trovare un trade union. Adesso mi collego con il mio portatile e mi studio anche quelle nuove. Posso stampare qualcosa all’occorrenza ? “ . “Certamente“ disse Maurice “ Vieni pure da me o da Gabry quando ne avrai di bisogno ! Gli lascerò detto di questo fatto ma non ci sono problemi. Bene , vi auguro una buona caccia. Pensi che sia il caso di passare le foto che hai fatto al capitano Norris ? “ . “ Io penso di si “ disse l’interpellato “Anche se a poco potranno servire. Domani lo andrò a trovare e gli passerò il tutto. Forse potrà mandare un agente in borghese a fare dei controlli in incognito allo stabilimento balneare. Adesso vi consiglio una cosa : se in zona avete una telecamera esterna … puntatela verso la cassetta delle lettere e così forse risolviamo un problema !” . “Caspita ! “ esclamo’ il direttore “ Non ci avevamo pensato : è un’ottima idea. Domani avverto Enzo il nostro tuttofare e gli dico di eseguire l’operazione. Ne abbiamo una in zona … non proprio vicina , ma che dovrebbe servire all’uopo. Adesso vi lascio alle vostre cose . Cosa avete in programma per questa sera ? “ . “ Andremo a fare due passi in paese e poi andiamo a dare un’occhiata cosa propone la vostra animazione in pineta . Siamo curiosi di vedere Wizzie cosa si è inventato per questa stagione !” disse Candy . “E’ il nostro capo animatore “ riprese Maurice “ E ogni annata trova sempre qualcosa di buono da proporre . Bene : buona serata . Se hai bisogno mi trovi al telefono !” . Si salutarono e ognuno prese la propria strada. La coppia si diresse in paese che si srotolava lungo la strada parallela alla spiaggia … tanto in lunghezza e poco in profondità. Un lungo boulevard costellato di locali e negozi era quello che potevano trovare lungo il percorso. Pochissimi i negozi di generi alimentari a scapito di quelli di souvenir , abbigliamento e tantissima ristorazione. I paesi in zona erano quasi tutti simili e Tower P.Town non faceva eccezione. Passeggiarono per una mezz’ora e poi tornarono in Hotel per andare a vedere un poco di animazione. Avevano appena finito lo spettacolo dedicato ai più piccoli e stavano iniziando la parte dedicata ai più grandicelli : questa sera c’era un musical ed era dedicato ad uno dei film preferiti di Ellery … I Blues Brothers : “ Wow “ disse lui “ Che fortuna … lo vedrò molto volentieri “ e si accomodarono. Lo guardarono con attenzione e conclusero che il cast era stato veramente bravo . Wizzie aveva ancora una volta fatto centro . Alla fine , tornarono in camera e dormirono profondamente : era stata una prima giornata di ferie molto interessante e ricca di spunti. Da domani avrebbero cominciato a fare sul serio dedicandosi maggiormente al problema della struttura. La colazione in hotel era un momento ricco di gusto e bontà. Appena entrati sulla sinistra si trovava il bancone dei dolci e delle brioche , ricco e variegato. Il resto del cibo rimaneva tutto sul lato destro dove a mezzogiorno si dispensavano le libagioni. C’era una scelta ampissima che andava dalle uova con bacon sino ai toast … dallo yogurt ai muesli. Insomma : per tutti i gusti. Fecero un’ abbondante colazione che non si discostava molto come preferenze da quella che facevano a casa , bevendo lui un american coffee e lei un espresso. Mangiarono brioche alla crema entrambi. Era una mattinata tranquilla : erano le 8,45 quando Maurice li intercettò in sala colazioni : “Buongiorno Ellery : ci risiamo. Qualcuno ha occupato le linee telefoniche con una chiamata senza riattaccare la cornetta !” . “Aspetta prima di chiamare la società telefonica : io non penso che in giro ci siano tante cabine del telefono oramai . Non si usano più !” . “Si … qua in paese ce ne saranno tre in totale e un paio nel paese vicino ! “. “ E allora saliamo in macchina e andiamo a farci un giro e vediamo se ne troviamo una con la cornetta non riattaccata !” . Salirono in macchina e cominciarono a cercare attentamente. Erano a Ocean drive quando videro e trovarono quello che cercarono : sul marciapiede c’era una cabina telefonica con la cornetta appoggiata sopra l’apparecchio. Si fermarono e scesero . Maurice chiamò Norris e gli spiegò brevemente la situazione : chiese se aveva disponibile qualcuno per procedere al rilevamento di eventuali impronte sulla piccola struttura . In cinque minuti arrivò l’agente Morris che si adoperò per la ricerca che risultò infruttuosa . Chi aveva telefonato o aveva usato dei guanti o si era premunito di cancellare tutte le impronte dalla cornetta, dalla tastiera e dalla maniglia della porta. Una volta che l’agente ebbe terminato , fecero qualche foto e riattaccarono la cornetta liberando la linea. “ Che ne dici ? “ disse Maurice alla coppia . “ Che qualcuno ce l’ha con voi !” disse Candy . “Già “ rispose il marito “ Son dispetti da confraternita di un college …. cavolate estreme , ma fastidiose. Hanno trovato il modo di creare disagio senza esporsi in prima persona e in maniera visibile. Intanto mi appunterò nella cartina dove è successo il fatto e vediamo se esce qualcosa di riconducibile a qualcuno . Vicino ho visto che c’è il Sun , uno dei vostri avversari in questo paese!”. “Si , lo gestisce Michael Kent : ci conosciamo un pò tutti qua , ma non ho particolari rapporti con lui. Non ne so molto circa che tipo sia. Torniamo in hotel : si saranno accorti penso che il problema sia stato risolto. Intanto Enzo penso si stia adoperando per sistemare la telecamera verso il punto raccolta posta. Andiamo a verificare !”. Tornarono nella struttura dove Gabry appena entrati gli comunicò della risoluzione del problema : le linee ora funzionavano perfettamente. Si erano fatte le 10 di mattina : la coppia si diresse in spiaggia per un‘ oretta e mezza di svago e per prendere un pò di tintarella … che non riuscivano mai a prendere quando erano a Puka Beach , per i vari impegni di lavoro. Questa volta non trovarono nessun intoppo e ne furono contenti. Era una bella giornata di sole e anche molto afosa. La mattinata passò tranquillamente tra una bella passeggiata e un pò di relax sulle sdraio che non guastava mai. Il sole californiano si diceva che era unico al mondo e in quei momenti non pensarono ad una definizione diversa. Nella parte alta della spiaggia c’erano dei muscolosi ragazzi che giocavano a beach volley mentre qualcuno più giovane giocava a ping pong. La coppia era lontana da loro e non arrivava nessun rumore di queste gioiose attività. Era e rimaneva una spiaggia tranquilla fatta su misura per chi voleva godere di un pò di relax e questo il nostro duo cercava. La passeggiata aveva messo loro appetito ed erano curiosi di sapere cosa aveva preparato lo chef per il pranzo odierno. Si diressero quindi in hotel per farsi una bella doccia , togliersi il salmastro di dosso che avevano raccolto in battigia e vestirsi in maniera presentabile per l’imminente evento delle ore 12. Come sempre mangiarono bene : entrambi presero una pasta a base di pesce mentre per i secondi piatti andarono con passi diversi scegliendo sempre pesce lui e carne lei. All’uscita dalla sala si diressero al bar : “Ciao ragazzi “ esclamo’ Erika “ Il solito? Amaro e caffè ? “. “Assolutamente si “ rispose lui. Si accomodarono in terrazza a vennero raggiunti da Maurice : “Ciao. Avete mangiato bene ? “ . “Si si , grazie mille “ esclamo’ Candy . “Meno male “ riprese lui “ … che stamattina siamo riusciti a risolvere presto il disagio. Abbiamo avuto parecchia gente che aveva tentato di telefonare e aveva trovato occupato. Fortunatamente non si è persa d’animo e ha ritentato più tardi, se no avremmo perso delle prenotazioni e comunque sicuramente ne avremo persa qualcuna di gente che si stufava di trovare la linea fuori servizio e si è rivolta altrove ! La zona pullula di hotel e non è difficile trovarne qualcuno ancora libero. Dico ancora perché la maggior parte sta andando sul tutto esaurito ed è realmente difficile trovare ancora un buchetto per questa estate . Noi stiamo viaggiando praticamente a pieno regime e ne siamo felici. Nonostante i vari problemi , il pubblico ci sta premiando !”. “ E noi siamo contenti per te. “ rispose Ellery “ Adesso dobbiamo solo monitorare gli avvenimenti e cominciare a fare dei ragionamenti su quello che è successo e che sta succedendo. Io suggerirei comunque di dire a Norris che le sue ronde classiche della notte facciano un paio di giri anche qui … raccontandogli a supporto quello che era successo di disguidi!”. “ Mi sembra un’ottima idea “ esclamò il direttore “ Lo chiamo appena rientro in ufficio. Nel frattempo mi auguro che per oggi non succeda altro. Torno al lavoro : oggi ho parecchie carte da sistemare. Se avete bisogno , sapete dove trovarmi !”. Finirono il caffè e l’amaro e tornarono in camera : lui accese il suo portatile e aggiornò gli spazi internet che gestiva per conto suo o di altri . Anche in vacanza si era preso l’impegno di fare degli update e tenere vive le pagine . Trovò anche una mail di sua figlia J.Jade che gli chiedeva se avevano fatto un buon viaggio. La aveva scritta ieri ma la aveva vista solo oggi. Rispose alla mail, terminò gli aggiornamenti e si mise un pò a riposare. Avevano acceso un poco l’aria condizionata per mitigare l’afa che in quel momento ( ma non solo ) incombeva su Tower P.Town. In estate era una costante che trovava tregua solo se si tuffavi a fare un bel bagno al mare o con una bella e tonificante doccia. Si alzarono come quasi sempre accadeva , verso le 16. In venti minuti erano in spiaggia : un pomeriggio tranquillo li attendeva e fu veramente così. Fortunatamente non successe niente di particolare e tutto andò liscio come l’olio. Come sempre fecero una bella passeggiata che serviva un pò per smaltire qualche caloria di troppo accumulata nel pranzo ma anche per fare venire un poco di appetito per la cena. Quando uscirono andarono ad una vicina edicola a prendere un paio di riviste e tornarono in Hotel . Salutarono Gabry che era nel box accoglienza a parlare con gli addetti a tale servizio e si diressero in camera. La solita doccia tonificante e via verso la sala dove si mangiava : alla sera c’era anche un piccolo buffet che si svolgeva nei pressi del bar . Qualche antipasto secco e un aperitivo preparato da Erika. La bevanda era in versione alcolica e analcolica , proprio per accontentare tutti. La cena fu come sempre piacevole e gustosa. In terrazza mentre bevevano l’amaro e il caffè furono raggiunti dal direttore : “Ciao ragazzi : tutto bene ? “ . “Si si “ rispose lei “ Come sempre abbiamo mangiato in maniera perfetta !” . “Mi fa piacere “ rispose Maurice “Sembra tutto tranquillo al momento “. “ E’ un’ottima cosa rispose Ellery “ Ma non ne sarei tanto contento : sono convinto che questi dispettucci continueranno ancora, come le recensioni negative. A proposito … io ti ho fatto la mia positiva e speriamo serva a portare clienti !” . “Grazie mille “ rispose Maurice “ Che fate di bello stasera ? “ . “ Siamo un pò’ stanchi “ riprese lui “ Ci fermiamo in hotel , in pinetina a vedere un poco di animazione e poi ce ne andiamo a letto. Cosa fanno di bello stasera ? “. “ Un po’ di cabaret : rivolto ad un pubblico più adulto “ rispose il boss “ Hanno ironizzato su questo fatto e lo hanno chiamato Cabared ! Ma non aspettatevi niente di troppo spinto. Solo qualche battuta un po’ fuori dai soliti schemi. Io l’ho visto ed è divertente !” . “Bene “ disse Candy “ E allora ci vedremo questo Cabared “ e rise. Lo spettacolo capitanato dall’eclettico Wizzie fu molto simpatico e si protrasse oltre le ore 23 … traghettando la coppia verso una bella dormita che puntualmente si svolse. Erano le sette di mattino quando a Ellery squillò il cellulare … era Maurice : “ Pronto Ellery e scusa se ti sveglio a quest’ora. Abbiamo un problema : vi aspetto nella hall … scendete appena potete . “. Il tempo di infilarsi qualcosa e scesero. “Buongiorno ragazzi “ disse il direttore “ Venite con me . Ecco vedete il nostro scivolo che ci porta all’entrata della struttura ? Qualcuno lo ha cosparso di olio rendendolo scivoloso . Ho già chiamato Enzo il nostro tuttofare perché si adoperino a ripulirlo quanto prima. Oggi abbiamo delle partenze ma anche degli arrivi e tutto deve essere in ordine !” . “Posso dare una occhiata ? “ disse lui . “ Ma certo “ rispose l’interpellato . Ellery si avvicinò allo scivolo cercando di non inquinare le prove e per prima cosa dopo essersi consultato col boss , chiamo subito Norris che in cinque minuti era in loco. Poi osservò bene il terreno e vide a terra dei frammenti di gomma e concluse che secondo lui erano stati lanciati dei palloncini gonfiabili pieni di olio da fuori della struttura e questi una volta impattati a terra abbiano rilasciato il materiale viscoso. Arrivò anche il capitano e fece le sue rilevazioni del caso arrivando alle stesse conclusioni. Rivide con piacere Ellery e Candy e gli disse : “Sembra che per voi questo posto sia stregato . Ogni volta che siete in zona succede sempre qualcosa. Mi spiace per le vostre vacanze ma mi fa piacere che in loco ci siate voi in modo da avere dei referenti con i quali interagire !” . “Ci fa piacere anche a noi rivederla “ disse Ellery , il quale con Maurice a questo punto gli spiegò tutta la faccenda dei piccoli dispetti passati e delle recensioni negative . “Sembra proprio che qualcuno ce l’abbia con il Nord Tip “ disse l’ufficiale “ Questo mi spiace molto. Qua comunque abbiamo finito . Noi andiamo e ci teniamo in contatto “ e se ne andò. Ellery si trattenne ancora in giro e cominciò a guardare verso l’alto insistentemente . “ Hai visto la Madonna ? “ gli chiese la moglie . “ Ah ah “ rise lui “ Sto solo guardando alla ricerca di una qualche telecamera che abbia potuto riprendere qualcosa . Ne ho vista una laggiù . Maurice … per sicurezza facci avere tutte le immagini riprese dalle videocam della zona che non si sa mai : potrebbero rivelare qualcosa di interessante !”. “ Va bene “ rispose lui “ Vado subito a richiederle e ve le faccio mettere su di un dvd. Ci vediamo dopo!“. Nel frattempo era arrivato Enzo e la sua troupe per mettersi all’opera e ripulire lo scivolo. Si era portato anche un grande sacco di segatura che lo avrebbe aiutato nelle operazioni. Si misero subito in movimento e in una ventina di minuti lo scivolo fu ripulito. La coppia risalì in camera, si lavò e si diresse verso la sala colazioni : “ Ciao Ellery, ciao Candy!” disse la bionda e bella Irina . Come state ? Avete dormito bene ? “ . “Ciao “ disse lui “ Si grazie , abbiamo riposato bene !” . “Vi ho visto fuori presto questa mattina con il direttore !” . “Si “ riprese lo speaker “ Avete avuto un piccolo problema allo scivolo e Maurice ci ha chiamato per dare un occhio. In passato gli siamo stati utili per una paio di cosette e allora siamo stati coinvolti !” . “Non lo sapevo di questo vostro trascorso investigativo al Nord Tip ma mi fa piacere saperlo direttamente da voi e comunque è bello avere in struttura due persone che possono essere utili alla stessa ! “. “ Grazie “ disse Candy “ CI fa piacere!”. “Accomodatevi e buona colazione “ concluse la cameriera. Per loro la mattinata si era già movimentata e questo momento di relax acquistò ancora più importanza. Se lo godettero tutto in compagnia dei dolciumi proposti anche se Ellery aggiunse anche un pò di uova strapazzate con bacon al tutto. Erano appena usciti dalla sala pranzo che li raggiunse Maurice : “ Anche oggi abbiamo lo stesso problema al telefono . Ti va di fare un giro ? “. “Va bene arrivo subito !” . “Io ti aspetto in camera “ disse Candy . “ Va bene amore “ rispose il marito . Montarono in macchina e cominciarono a girare il paese . Tutte le cabine sembravano a posto. “Andiamo sino a Coral Bay che è il primo paese dopo il nostro. Ci furono in cinque minuti e qui nella prima cabina fuori paese , trovarono la cornetta alzata . Chiamarono subito Norris per mandare qualcuno per le rilevazioni del caso. Mandò l’agente Ford che fu lì in brevissimo tempo. Questa volta fu trovata una impronta che venne refertata. Quando ebbe finito . Riattaccarono la cornetta e tornarono in Hotel per avvertire Gabry che il problema era stato risolto. “ Grazie della collaborazione Ellery “ disse Maurice “ La mattina è appena iniziata e siamo già sotto pressione !” . “Già “ rispose lui “E’ proprio vero . Ci vediamo dopo e speriamo che vada tutto bene !”. Tornò in camera , raccontò tutto alla moglie e prese la sua cartina : segnò dove era stata trovata la cabina e l’hotel più vicino a quel luogo era il Sea Garden di Lou Bencini . Questi appunti potevano essere utili e lo speaker si riproponeva di prendere nota su tutto e in ogni caso aveva anche fatto delle foto a supporto che avrebbe sicuramente utilizzato in futuro. Per il momento le scaricò sul suo portatile. Riuscirono a farsi un’ora e mezza di spiaggia e ne furono contenti. In questo periodo c’era tanta gente che la affollava e questo alla coppia ricordava il loro paese Puka Beach che in questo periodo pullulava di turisti. Anche qui come da loro c’erano parecchi surfisti , che la sera animavano tutti i locali della ristorazione della zona . La mattinata da Henry scorse tranquilla : avevano iniziato la giornata col botto ed ora le cose sembravano essersi stabilizzate. Uscirono dalla spiaggia verso le 11,30 … giusto il tempo di rientrare in hotel e farsi una bella doccia tonificante , mettersi addosso un qualcosa di presentabile e scendere in sala da pranzo … come di consueto. Incrociarono Maurice e gli disse che oltre ad una impronta sulla cornetta , che comunque poteva essere di un altro visitatore , avevano anche refertato un calco lasciato da delle scarpe. Non era molto ma quello avevano al momento in mano. Gli consegnò anche un dvd con le registrazioni delle videocamere di sorveglianza della sera precedente. Lui lo infilò nel suo capiente borsello e entrarono a mangiare . Ellery adorava la sala di pranzo : era stato amore a prima vista appena la avevano vista quando erano arrivati in loco mesi e mesi fa . Era ampia … elegante e funzionale . E cosa importante per loro : si mangiava veramente bene. E così fecero anche nella giornata odierna. A seguire amaro e caffè in terrazza e quindi un breve riposino. Prima di questo Ellery si connesse al suo pc e aggiornò i suoi spazi internet. Quindi piombò in un breve sonnellino. Anche nel pomeriggio avevano in programma di andare in spiaggia : in fondo questi erano gli unici giorni che avevano a disposizione per andarci con una certa continuità e prendere una bella tintarella. Tutti i vari amici che avevano erano abbronzati e loro al momento erano ancora di un colore poco brillante : dovevano recuperare. Erano appena usciti dalla struttura quando per un pelo un camioncino non li urtò appena fuori . Ellery notò che aveva una grossa scritta : Pacific Electric ltd . Tirò un grosso sospiro di sollievo per il pericolo scampato e osservò che il mezzo si fermò poco più avanti. Proseguirono per la spiaggia . Fu dopo una ventina di minuti che ricevettero una chiamata di Maurice : “ Ciao Ellery : abbiamo problemi . Un black out all’impianto elettrico. Stiamo tamponando con un nostro generatore d’emergenza ma questo non basterà questa sera all’ora di cena o quando tutti gli ospiti rientreranno in struttura e occuperanno quasi simultaneamente le camere !” . “ Porca miseria … il furgoncino !” esclamò lo speaker. “ Quale furgoncino ? “ chiese il direttore . “ Venendo in spiaggia un mezzo ci ha quasi messo sotto. Sembrava avesse una gran fretta e si è fermato poco distante dall’hotel . Proveniva dalla strada dietro al Nord Tip. Presto : vai a vedere se si trova ancora in zona . Sta succedendo come qualche tempo fa : dei malviventi si spacciano per operai specializzati , approfittando così per lavorare indisturbati e fanno dei danni. Il mezzo aveva una grande scritta sulla fiancata : Pacific Electric ltd. Chiama subito Norris e guarda se riesce a rintracciarlo . Era di colore blu scuro. Avverti anche la vera società elettrica che gestisce la zona e informala che qualcosa deve essere successo nella cabina più vicina all’hotel . Io vedo di vedere dove si trova e vedo cosa posso scoprire . Ti aspetto lì !”. Il furgoncino non era più nella posizione dove lo avevano visto ma sicuramente il pannello dei comandi doveva essere proprio in quella zona. La cabina si trovava in una piccola costruzione appena dentro la strada . La serratura risultava forzata .Lui non toccò nulla e aspettò che arrivassero Norris e Maurice per poter fare qualcosa . In tre minuti erano lì entrambi . Constatarono la rottura della serratura. Prima di entrare fecero delle foto nella zona circostante specie al terreno. La piccola costruzione si trovava un tre metri all’interno della strada in una piccola pinetina e il terreno era abbastanza molle per poter individuare qualche impronta. Una volta fatto tutto , entrarono in cabina e videro l’interruttore principale che era stato manomesso. Sicuramente altre strutture a vari abitanti si trovavano senza energia elettrica in questo momento . “Ecco come deve essere andata “ disse Ellery “ Nel primo pomeriggio un furgoncino tappezzato tale da sembrare come ufficiale di una società elettrica , arriva in loco . Ne scendono almeno due persone , a vedere le impronte , che in un attimo scardinano la serratura della cabina . Quindi sempre molto velocemente manomettono qualche comando e alla chetichella, ma senza dare nell’occhio, se ne tornano via . Adesso ci sono due cose da fare : una è quella di cercare di ripristinare al più presto la situazione e farla tornare alla normalità mentre la seconda è quella di diramare un ordine di ricerca per un furgoncino blu scuro con la scritta Pacific Electric ltd anche se probabilmente questa sarà già stata tolta! “. “ Divulgo subito l’ordine alle mie pattuglie “ disse Norris. “ Mhhh ! “ esclamò Maurice “ Il colore del piccolo pullman mi ricorda molto quello usato dal Sands di Ben Reese per portare i propri clienti dalla stazione in hotel !” . “Perfetto ” disse lo speaker “ E dove si trova la struttura ?“. “ A sud del Nord Tip“ disse Maurice . “ Compatibile da dove l’ho visto arrivare “ disse Ellery “Aggiornerò la mia cartina anche con questo elemento !” . Intanto era arrivato il tuttofare Enzo , chiamato dal direttore , per vedere se riusciva a sistemare l’apparato elettrico . Lo studiò per un paio di minuti e alla fine alzò un paio di interruttori e all’apparenza tutto sembrò tornare alla normalità. Poco dopo arrivò anche il furgone della vera società elettrica e stabilizzo’ la situazione , cambiando anche la serratura che era stata forzata. “ Bene “ disse Maurice “ E anche questa è passata : vediamo cosa altro ci toccherà !” . “Ragazzi vi saluto “ disse Norris “ Vi terrò informati se riusciremo a trovare il furgoncino e cercherò di intensificare le ronde intorno alla struttura anche di giorno. Farò fare un giro aggiuntivo alle mie pattuglie !”. “ Ottimo “ disse Ellery “Adesso possiamo anche tornare in spiaggia!” . “ Bene “ disse Candy che nel frattempo era rimasta un’attenta e silenziosa osservatrice, “La cosa certa è che qualcuno ce l’ha con il Nord Tip e faremo di tutto per trovare questa o queste persone !”. Fecero ritorno in spiaggia : avevano ancora un’oretta buona di sole da sfruttare … cosa che fecero. Una leggera tintarella stava facendo capolino e volevano assolutamente incrementarla. Furono sessanta minuti di assoluto relax. Gli avvenimenti cominciavano veramente ad essere tanti e bisognava uscire presto da questa tela. Lui chiamò Tody e gli spiegò quello che stava succedendo , e lui commentò : “ Ragazzi non avete perso il vizio : vi trovate sempre invischiati in qualche cosa . Tenetemi informato e state attenti. Qua in paese è tutto tranquillo. Ci vediamo tra qualche giorno. Buone vacanze !”. Era sempre un piacere per entrambi sentire il capitano di Puka Beach : avevano passato insieme tante battaglie e anche se questa volta erano distanti , volevano comunque tenere i contatti . Intanto le ricerche del furgone erano andate avanti : Ellery chiamò Norris e gli chiese di acquisire le immagini delle telecamere che si trovavano all’entrata della highway che distava da loro un miglio e mezzo . Forse il furgone si era dato alla macchia passando proprio da lì. Il locale capitano trovò che fosse una buona idea e si mise subito all’opera in quella direzione. Erano le 18,45 quando la coppia uscì dalla spiaggia e si diresse in hotel, giusto in tempo per poter usufruire dell’aperitivo preparato da Erika . Due patatine e via di corsa in camera per farsi una doccia tonificante e rilassarsi una quindicina di minuti prima di scendere per la cena. Dato l’enorme afflusso di gente che fortunatamente presidiava la struttura , erano stati fatti due turni per mangiare e alla nostra coppia era toccato quello delle ore 20 . Avevano quindi tutto il tempo per prepararsi al meglio e scendere nel salone. In queste concitate giornate , la cena rappresentava un autentico momento di relax . Se poi si mangiava e beveva bene era ancora meglio. “ Buonasera ragazzi : benvenuti “ li accolse Irina la cameriera “ Spero abbiate passato una buona giornata . Ho saputo dei problemini avuti con l’energia elettrica e so anche della vostra partecipazione alle indagini. Spero anche che riuscirete a godervi un pò anche le vostre vacanze !” . “Ciao !” esclamo’ Ellery “ Meno male che siamo riusciti a tamponare quasi subito il problema . Dopo comunque siamo riusciti anche a prendere un pò di sole !” . “Oramai è andata così “ disse Candy “ Ci troviamo in mezzo a questa cosa e cerchiamo di nuotare sempre a livello dell’acqua senza andare sotto !” . “Adesso accomodatevi e pensate solo a rilassarvi “ disse la cameriera , che li accompagnò ad un tavolo libero. Lo chef aveva fatto un ottimo lavoro e mangiarono bene . Come sempre lui andò su di un menù di pesce mentre la moglie fece una scelta ibrida tra pesce e carne. La serata fu tranquilla e non ci furono altri colpi di scena e si concluse con i classici amari e caffè preparati dalla pimpante Erika. Questa sera la coppia scelse di fare due passi in paese e cominciare a prendere qualche souvenir da portare a amici e parenti. La scelta era vasta : il boulevard era lungo e arrivava sino alla cittadina seguente . Era una bella passeggiata discretamente lunga e la fecero quasi tutta anche per smaltire un pò le calorie della cena. Oggi non erano riusciti a fare la classica camminata in spiaggia e dovevano rimediare. Tornarono in hotel che erano le 23 passate , stanchi ma felici di poter fare una bella dormita in totale relax … e così fu. La serata era ventilata e si poteva dormire senza l’aiuto di aria condizionata e con le finestre aperte. Erano al terzo piano della struttura e di zanzare se ne vedevano poche. Si destarono da soli senza sveglia … come sempre succedeva in vacanza. Ellery odiava quel minuscolo apparecchietto sonante e ne faceva volentieri a meno. L’appuntamento con la colazione era imminente ed era uno dei più graditi della giornata, così dolce … così gustoso . Ritrovarono Irina che li salutò e li fece accomodare . Oggi lui decise di provare anche un pò di frutta disidratata che era una delle innumerevoli proposte dell’Hotel. Poi andò sul sicuro e con Candy si mangiò un paio di brioche alla crema. American Coffee per lui e cappuccino per lei. Uscirono soddisfatti , salutarono Gabry che stava entrando e si diressero verso la loro camera. Si misero in abbigliamento balneare e si diressero in spiaggia . Erano a metà vacanza e dovevano assolutamente approfittare per prendere un pò di tintarella , migliorando la poca che avevano già preso. Salutarono Henry e si accomodarono alla loro postazione che comprendeva un ombrellone e due lettini. Sistemarono la borsa che si erano portati, all’ombra : conteneva un paio di bottigliette di acqua minerale in caso avessero avuto sete , cosa che non era improbabile data l’afa californiana che sempre pervadeva l’aria tutto intorno. La mattinata sembrava scorrere tranquilla quando ricevette la telefonata di Maurice : “ Ellery , ci risiamo. Stavolta siamo finiti sotto attacca per il gas. E’ una catastrofe in quanto a quest’ora in cucina i ragazzi si stanno già preparando per il pranzo di oggi!”. “Presumo che non esca neanche un piccolo fiato di gas dai fornelli “ disse Ellery “ Qua andiamo a colpo sicuro. Quando tempo fa eravate stati attaccati sull’energia elettrica ho visto che una postazione del prezioso elemento era anch’essa nel tombino … dalla parte opposta delle piccola centrale elettrica. Chiami Enzo e lo faccia venire al pozzetto che sta appena fuori dell’Hotel verso la strada che si ricongiunge con la principale e avverta anche Norris di venire e portare un uomo a supporto !” . Ellery si rivestì alla bene e meglio e pur rimanendo sempre in un abbigliamento molto informale si diresse al punto incriminato. Vi trovò Maurice e Enzo e disse : “Può essere comunque che siano entrati da un’altra parte . La postazione che cerchiamo si trovava più a est e forse sono entrati da un tombino diverso !” . “Uno a memoria si trova non lontano dalla cabina elettrica dove abbiamo avuto un problema … appena dentro la pinetina !” esclamò Maurice . “Rimane più coperto dagli sguardi della gente : andiamo lì !” disse Norris che nel frattempo era arrivato. Puntarono decisi in quella direzione : prima però Ellery volle chiedere col capitano , ad un paio di negozi in zona se avevano notato dei movimenti strani di operai. Ricevettero un feedback positivo : poco tempo prima due uomini avevano posto delle transenne posticce intorno al tombino e si erano calati dentro. Erano arrivati con un pulmino rosso con la scritta Pacific Gas ltd … uno Chevrolet. “ Sembra lo scenario di ieri “ disse Candy che era con loro . In zona videro subito delle impronte e l’agente Johnson ne prese subito un calco e fece delle foto. Il tombino sembrava mosso da poco. Lo alzarono e con delle torce entrarono dentro : il tempo di orientarsi e trovarono subito la cabina interessata . Era stata forzata : le chiusure a corredo non erano impenetrabili e non avevano faticato molto a romperle. Prima di mettere mani ad un qualcosa l’agente a supporto cercò della impronte. Ne trovò qualcuna : non è detto che fossero del colpevole ma le rilevò e le refertò immediatamente. In terra c’erano anche delle tracce di scarpe e furono rilevate anche quelle. Enzo, il tuttofare della struttura , cominciò a dare un occhio al pannello e vide che il grosso rubinetto che serviva ad aprire il flusso del prezioso gas era chiuso . Non era stato fatto altro evidentemente per evitare danni irreparabili a cose o persone. Con l’autorizzazione del capitano lo riaprì e immediatamente si senti il classico rumore che indicava il passaggio del prezioso aeriforme . Maurice chiamò i ragazzi in cucina e li avvisò della nuova situazione : “Lasciate sfiatare un attimo i rubinetti e provate ad accenderli !” . Dopo un minuto ricevette risposta affermativa : tutto stava funzionando. Avvertirono la vera società che seguiva la cabina danneggiata e la informarono di ciò che era successo e di mandare presto qualcuno a riparare la porta. Dopo di che … Norris li salutò con il suo agente e rientrò in centrale. “ Mhhh !” mugugnò Maurice “ Il pulmino rosso mi ricorda molto un mezzo che appartiene al Dolphin di John Goody . Ma perché avrebbe dovuto fare una cosa simile ? “ . “ Non lo so “ disse Ellery “ So solo che dovrò aggiornare la mia cartina anche con questo nuovo elemento. Al momento sembra che si stia evidenziando un cerchio tutto intorno a voi con il Nord Tip proprio in mezzo !”. “ Certo che … “ disse Candy “ … Se non si fosse trovato subito il bandolo della matassa … oggi non avremmo mangiato niente e sarebbe stato un bel danno !”. “Hai proprio ragione “ disse il direttore “Oltretutto chi fa questi danneggiamenti , fa dei danni anche a chi sta vicino a noi. Quel bocchettone chiuso sicuramente erogava il materiale gassoso anche alle strutture in zona … ad abitazioni e anche ad attività commerciali !” . “Comunque tutto è bene quel che finisce bene . Di sicuro i ragazzi da voi in cucina si sono messi già in movimento e staranno subito recuperando il tempo perso. Alla fine è andata bene. Noi torniamo un poco in spiaggia . Ci vediamo dopo in struttura. Tenga i contatti con Norris e vediamo se si trova qualche piccolo appiglio al quale aggrapparsi!”. Si salutarono e si separarono : quando Maurice rientrò in sede trovò subito Gabry che lo relazionò sul fatto che in cucina avevano ripreso immediatamente a lavorare e che il pranzo di oggi era stato salvato. Lui gli raccontò in breve gli eventi e lei ne fu colpita anche perché si sentivano sotto assedio. Oltretutto erano apparse altre due recensioni negative su Trip Advisor e anche questa non era una cosa buona sicuramente. Avevano bypassato quella positiva scritta da Ellery e adesso chi entrava sul sito … vedeva subito le due recensioni negative . Le vide anche Ellery che dalla spiaggia si era collegato anche lui al sito in questione e le aveva notate . Le aveva analizzate e si scopriva che erano false : si mantenevano sempre sul vago senza mai scendere in quello specifico che si poteva avere solo soggiornando nella struttura. Telefonò a Maurice e lo avvertì di questo fatto : lui le aveva già viste e concordò che ovviamente erano solo critiche gratuite … spazzatura e niente altro. La mattinata proseguì senza intoppi . Erika si stava recando alla sua postazione bar per preparare l’aperitivo da offrire ai clienti ed essere in grado di esaudire qualsiasi richiesta. Gabry stava smistando la posta che era appena arrivata e Maurice stava rimuginando nel suo ufficio riguardo a quello successo. Le governanti con Lucy in testa a tutti avevano appena finito di sistemare tutte le stanze : vi erano due addette per ogni piano . Le stanze erano in totale 140 e c’era parecchio lavoro da fare ogni mattina. In sala pranzo il personale stava apparecchiando tutte le tavole e anche qua il numero era elevato : Irina come sempre sgambettava alla grande e insieme ai suoi colleghi si stava adoperando alacremente per preparare il tutto per le ore 12 … ora in cui il salone apriva i battenti ai gentili ospiti. Da Ellery la situazione era tranquilla : si stavano godendo i raggi di sole necessari per implementare l’abbronzatura e lentamente stavano facendo ritorno in albergo. Anche quella era stata una mattinata impegnativa che li aveva visti parte attiva in quanto era successo. Adesso erano sotto la doccia impegnati a togliersi il salmastro raccolto in battigia. Si riposarono una decina di minuti e via …pronti ad assaggiare le bontà della cucina e se oggi si poteva gustare qualche buon piatto , il merito era anche loro. Il sapore della vittoria era unico e avrebbero mangiato ancora più volentieri. Chi invece era stato sconfitto era assolutamente chi aveva tramato alla spalle del Nord Tip … per destabilizzarlo. Il menù come sempre riportava un’ottima scelta tra carne e pesce. La novità di questa stagione era un angolo grill dove la gente poteva chiedere di farsi grigliare qualcosa scegliendolo tra le varie proposte individuate tra quelle esposte su di un bancone. Era una postazione sempre frequentata da molti clienti che si facevano grigliare o della carne o del pesce … all’istante … davanti ai loro occhi. Insomma come sempre la proposta culinaria della struttura era ricca e variegata . Oggi Ellery decise di farsi grigliare un bel pezzo di sgombro del pacifico. Se lo fece cuocere bene : lui amava sempre il cibo ben cotto. Risultò ottimo e si propose in futuro di farsene fare un altro. Prima di uscire scambiarono due chiacchiere veloci con Irina che come sempre li aveva accolti festosamente e fatti accomodare a sedere : era veramente un’ottima cameriera. Erika invece li aspettava al bar per preparare il caffè e l’amaro. Furono consumati come di consueto nella terrazza di fianco all’entrata, dove li raggiunse Maurice : “Ciao ragazzi . Al momento sembra tutto tranquillo ma abbiamo già dato in mattinata e direi che per un pò mi auguro che staremo tranquilli !” . “Speriamo davvero “ disse Candy mentre sorseggiava il suo caffè. “Tra poco saliamo in camera e mi metto ad analizzare bene le recensioni di Trip Advisor. Ho già visto che sono abbastanza generiche . Voglio rileggermele tutte e a fondo per vedere se trovo un trade union da decifrare e de-crittografare!” esclamò Ellery . “Benissimo “ disse il direttore “Buona caccia. Io torno in ufficio. Se avete bisogno mi trovate lì. “ e li salutò. Lui finì di bere il suo amaro e infine con la sua amata moglie si diresse in camera. Aspettarono il loro turno in ascensore e salirono. Ellery aggiornò velocemente i vari spazi internet che gestiva e si mise a spulciare le varie recensioni. La maggior parte le aveva stampate mentre le ultime che erano apparse da quando erano arrivati le guardò on line. Il fattore comune come già detto è che erano sempre abbastanza generiche . Si criticava un settore ma senza mai specificare la persona o come era fatto il luogo. Sembravano scritte da chi effettivamente non si era mai recato nella struttura e fatte di fantasia , ipotizzando … immaginando. Questo era un dato certo. Analizzando a fondo notò che alcune avevano una battitura con degli accenti simili. Per esempio … se prendiamo la parola cola’, la maggior parte della gente la scrive come appena è stata scritta con la lettera A e poi l’apostrofo a significare l’accento. Invece tante recensioni presentavano l’accento direttamente compreso nel tasto della lettera accentata come per esempio colà. Per digitare la precedente si usavano due tasti , mentre per quella che abbiamo appena vista … uno solo. E’ un modo di scrivere che ognuno ha : il primo è più comune mentre il secondo è più da segretaria , abituata a battere in un certo modo. Sembrava quindi che alcune recensioni fossero state scritte dalla stessa persona. Pensò di far controllare anche gli IP dai quali fossero state scritte . Un utente normale non poteva farlo ma la polizia postale sicuramente sì . Chiamo’ Maurice : “ Ciao capitano. Ho pensato ad una cosa : conosce qualcuno che lavori alla polizia postale ? Ho fondato sospetto che tante recensioni siano state scritte dalla stessa persona utilizzando profili diversi. Noi non possiamo provarlo perché non abbiamo i mezzi ma solo supposizioni. Ma chi del settore potrà facilmente dimostrarlo ovviamente in accordo con Trip Advisor che comunque dovrebbe avere anch’esso uno strumento in grado di prevenire le fake . Immagino che controllare tutto il mondo sia impossibile ma noi possiamo indicargli dove e come controllare il tutto. Che ne dice ?” e gli spiegò anche il fatto delle lettere accentate . “Mi sembra un’ottima idea” rispose lui “ Mi metto subito all’opera. Riusciremo in qualche modo a scoprire qualcosa se quello che hai pensato corrisponde a verità ! L’idea è buona e va sicuramente sfruttata!”. Soddisfatto del lavoro svolto Ellery si mise a fare un breve riposino prima di calare in spiaggia e cercare di capitalizzare l’ultimo sole a disposizione. Le vacanze erano quasi agli sgoccioli e dovevano approfittarne al massimo. Erano stati fortunati con il tempo : avevano sempre trovato sole sino a questo momento e il sole della California si diceva sempre , come sappiamo, che fosse il migliore del mondo. Come Puka Beach anche Tower P.Town era sempre riuscita a mantenere un buon rapporto tra i residenti e i turisti. In estate ce n’erano tantissimi ma non così troppi da soffocare la cittadina . In Inverno contava circa 2200 abitanti e le attività aperte si riducevano drasticamente : la maggior parte apriva solo in estate , specialmente i negozi di souvenir e buona parte della ristorazione. La coppia arrivò in spiaggia che erano le 16,15 e il sole batteva ancora alto. Nel campetto di Beach Volley che si trovava alla destra dell’entrata c’erano dei ragazzi che giocavano : il resto era tutto molto tranquillo. Si accomodarono al loro ombrellone e si spalmarono la crema solare a protezione dei raggi che comunque per almeno un’ora avrebbero ancora picchiato sodo. Fecero la consueta passeggiata per smaltire le calorie dell’ottimo pranzo e tutto ciò gli mise appetito. Tornarono quindi all’ombrellone : “ Adesso dobbiamo aspettare le analisi degli IP che hai suggerito a Maurice “ disse Candy “ Io penso che ne uscirà qualcosa di buono e dimostrerà che alcune sono state fatte dalla stessa persona con profili diversi e magari riusciremo a scoprire anche da dove !” . “Esatto “ disse lui “Si tratta solo di aspettare e parallelamente vedere se gli uomini di Norris riescono a scoprire qualcosa . Ora lo chiamo e sento. “ e compose il numero “ Pronto capitano, è uscito qualcosa dalle indagini ? “ . “Buon pomeriggio Ellery “ rispose lui “Non ancora . Gli elementi che abbiamo in mano sono veramente pochi. Hai qualche consiglio? “. “ Uno lo avrei “ disse lui “ I due mezzi visti in zona degli ultimi attentati erano uno rosso, che ricordava quello del Dolphin, e uno blu che ricordava quello del Sands … io penso che se siano stati usati degli adesivi o della vernice per eseguire la scritta che sappiamo … una traccia sarà rimasta sulle fiancate . Non sarebbe male se poteste fare un controllo di questo genere e verificare il tutto !” . “ Mi sembra un’ottima pensata. La carrozzeria in leggera misura assorbe almeno epidermicamente quello che gli viene posto sopra … specie se adesivi o vernice. Devo pensare come giustificare l’ispezione ma non penso ci siano problemi : dirò che stiamo indagando su di un qualcosa e dovremmo riuscire a fare tutto. ! Ti farò sapere appena riesco ad eseguire le operazioni ! Grazie per la dritta ” concluse Norris. Ellery e Candy riuscirono ad acchiappare gli ultimi raggi di sole e ne furono contenti. La loro tintarella si stava ravvivando ed erano felici per questo. Tornarono in Hotel con calma . Anche per la sera avevano assegnato loro il secondo turno in sala da pranzo e questo gli permetteva di fare le cose con più calma rispetto al caso che avessero avuto il primo . Come di consueto si fecero una bella doccia e si misero in un abbigliamento presentabile per la serata. Per quella sera era prevista una serata a tema California : si sarebbe mangiato e ascoltato musica tipica di questo stato che ospitava la struttura. Tra i piatti tipici c’era il Cioppino , La pizza della California, l’Uramaki , il Poke e il French Dip. E poi musica dei Beach Boys e tanto altro ancora. “Ciao ragazzi “ li accolse come sempre Irina “ Avete avuto un bel pomeriggio ? “. “ Ciao “ disse Candy “ Come avrai saputo , la mattinata è stata un po’ agitata ma poi tutto si e’ stabilizzato e siamo riusciti a rilassarci. !” . “Mi fa piacere “ rispose la cameriera “ Venite che vi porto ad un tavolo libero : stasera c’è la serata California e mangerete tante buone cose !”. E fu così : sia lo show cooking che il reparto buffet era ricco di ottimo cibo e la coppia fu contenta di assaggiare un po’ di tutto. Dopo mangiato decisero di rimanere in zona e accomodarsi nella pinetina a fianco dove stava finendo l’animazione per i bambini e stava iniziando quella per gli adulti. Erano un po’ stanchi e verso le 23,15 decisero di tornare in camera per una buona dormita. Salutarono il portiere di notte e si accomodarono nella loro accogliente stanzetta dove presto piombarono in un sonno profondo. Una ricca colazione era quello che ci voleva per iniziare bene la giornata e così fecero. Non era mai un problema farla abbondante e con ampia scelta : il Nord Tip offriva ogni genere di alimenti adatti per l’uopo. La spiaggia li attendeva e si indirizzarono verso quella destinazione. Ma non riuscirono nell’intento : furono raggiunti da Maurice che li intercettò mentre salivano in stanza per cambiarsi : “ Ragazzi ci risiamo. Oggi è toccato alla piscina . Qualche cretino vi ha versato dentro un barattolo di vernice gialla ed è impraticabile. Andiamo a vedere : ho detto ai ragazzi di non toccare niente. Ho già chiamato anche Norris !” . “Porca miseria “ disse Ellery “Questo è un bel danno , perché o si riuscirà a ripulirla o bisognerà svuotarla, bonificarla e poi riempirla nuovamente!”. Arrivarono in loco e lo spettacolo colpiva subito dalla prima immagine : sembrava quasi fatto apposta per un effetto speciale ma così non era. Intanto era arrivato anche il capitano che si mise subito all’opera per i rilevamenti del caso. L’agente Perry cominciò a fare attenzione a qualche impronta notata in zona. Dopo di questo si mise a cercare tutto intorno alla piscina. Non vi era una palizzata a protezione di tutta la zona : ci si poteva arrivare dalla stradina laterale che portava al parcheggio e da qui risalire al giardino per arrivare alla piscina. “. Anche stavolta “ disse Ellery “ Le chiedo le immagini delle telecamere di sorveglianza che non si sa mai che portino a qualcosa di interessante ! Ti viene in mente qualcosa ? “ chiese poi al direttore , che rispose : “ L’unico frangente che mi viene in mente è che il colore della vernice è la stessa del Funny Day di Frank Turpin!” . “Interessante “ riprese lo speaker “ E dove si trova questa struttura ? “ . “ A mezzo miglio da qua …. a nord ovest. Lo troverai facilmente sulla tua cartina perché è un’ottima struttura discretamente grande …. non come la nostra ma di una certa importanza. !”. La polizia intanto continuava con le rilevazioni . A loro si unì anche Ellery che volle percorrere l’ipotetica strada fatta per arrivare alla piscina. Ipotizzava che avessero parcheggiato nella stradina laterale e con una latta di pittura si siano diretti verso la piscina … versato il contenuto e ritornati alla macchina per poi ripartire ancora. “Non mi sembra di aver visto contenitori abbandonati e quindi presumo sia stata portata via. Ma per scrupolo “ disse lo speaker “ Perché non controlliamo i cassonetti immondizia intorno al Funny Day : potremmo ritrovarla in zona se effettivamente centra la gang di Frank Turpin !” . “Mi sembra un’ottima idea “ disse Norris “ Diramo subito le disposizioni per la ricerca . I camion dovrebbero passare questa sera a ritirare le immondizie quindi abbiamo il tempo necessario per fare questa ispezione!”. La polizia finì con le sue rilevazioni e quindi Enzo e i suoi colleghi poterono andare dietro ai lavori per la piscina . Gabry si occupo’ di appendere degli avvisi che spiegavano che la struttura sarebbe stata inattiva per un giorno intero. Decisero di svuotarla … ripulirla a riempirla d’acqua nuovamente . Era la strada più lunga ma anche la più sicura . Non si era sicuri del contenuto versato se magari contenesse anche degli urticanti , quindi prevalse la prudenza e la responsabilità . Fu Maurice che decise questa strada da percorrere che seppure fosse la più dolorosa era la più sicura per gli ospiti dell’albergo. A seguito di questa decisione Enzo partì subito col fare defluire l’acqua negli scarichi e fu comunque un lavoro abbastanza lungo e noioso. Nel frattempo la nostra coppia salì in camera e si mise in abbigliamento marittimo per andare in spiaggia : erano le ultime occasioni per prendere un pò di tintarella ma anche per godersi un poco di relax. Erano state sino a quel momento delle ferie abbastanza movimentate che li avevano tenuti sempre in attività. Erano successe tantissime cose e tutte tali da disturbare e arrecare danni all’Hotel, ma in tutte c’era il fattore denominatore che portava a avere pochi indizi per ciascun avvenimento. Stava pensando anche ai palloncini ritrovati nel caso dell’attentato allo scivolo macchine all’entrata e si chiese se Maurice si potesse ricordare se i colori rinvenuti nei brandelli potessero riportare a qualche struttura che li usava in caso di feste e benvenuto . Glielo domandò e il direttore così rispose : “ Sono dei colori molto comuni , rosso e blu, che comunque mi ricordo che vengono utilizzati al Sun e al Sea Garden e di questo ne sono sicuro. !” . “Bene : un piccolo indizio in più che va ad aggiungersi alla poco nutrita lista !”. Si annotò il tutto su di un taccuino che si era portato in spiaggia. Fecero la solita passeggiata brucia calorie e tornarono a sdraiarsi nei lettini che il bagno Henry aveva messo loro a disposizione . Il sole stava raggiungendo il suo zenit e stava picchiando bene : se non avessero avuto una minima protezione si sarebbero presto scottati anche se oramai avevano comunque la pelle oramai abituata al sole dopo qualche giorno di tintarella seppure discontinua. Tornarono in Hotel che erano le ore 12 e si diressero in stanza per darsi la solita lavata e togliersi il salmastro di dosso. Ellery tirò fuori la sua cartina e la aggiornò in base alle ipotetiche supposizioni che erano state elaborate in questi giorni. L’ultima del Funny Day andava a chiudere un cerchio che ruotava proprio intorno al Nord Tip. Adesso sperava che fosse ritrovata la latta in qualche cassonetto e che potessero arrivare i risultati della polizia postale sui vari IP che avevano fatto le recensioni negative. Inoltre c’erano ancora da analizzare le immagini delle videocamere di sorveglianza e allora Ellery decise per la serata di chiedere una stanza a Maurice per poter analizzare il materiale e ragionarci su. Ebbe ovviamente una risposta affermativa e il direttore gli disse che forse per quell’ora sarebbero arrivati i primi risultati della polizia postale. C’era da riordinare il tutto per essere pronti ma non sarebbe stato un problema. Nei giorni scorsi aveva mandato un paio di mail alla sua fidata Raffy e a sua figlia J.Jade : aveva chiesto di scuriosare qua e la sui dintorni del Nord Tip e nello specifico anche in quegli hotel citati da Maurice nelle varie occasioni. Le vacanze intanto erano arrivate agli sgoccioli ed erano le ultime occasioni di godere del sole di questa parte della California. Qua eravamo lontani anni luce da luoghi affollati come Venice Beach e si riusciva ancora a vivere in maniera tranquilla. Le spiagge erano sì invase dagli appassionati di surf , ma sempre in maniera vivibile senza super affollamenti. Tower P.Town rimaneva un piccolo paese di provincia e così era felice di essere. Quando Ellery finì con i suoi aggiornamenti e i suoi incartamenti , si diressero verso lo stabilimento balneare. Intanto Maurice aveva dato ordine ad Enzo di preparare la stanza per la coppia : all’interno doveva esserci un televisore di almeno una quarantina di pollici , un lettore dvd e varie prese per poterci attaccare un computer. Inoltre doveva essere bene illuminata e con un ampia scrivania per poterci sparpagliare sopra il materiale. Il pomeriggio balneare trascorse tranquillo : incontrarono Gabry che era in pausa e con lei scambiarono qualche chiacchiera : “ Ciao ragazzi “ disse lei “ Mi ha detto Maurice che stasera farete il punto della situazione . Spero che uscirà qualcosa di buono!”. “Lo speriamo tutti “ disse Candy “ Qualcosa abbiamo in mano e anche se non è tanto … ce la metteremo tutta!”. “Esatto” disse lo speaker “Avanti a tutta forza con quello che abbiamo! Se vuoi puoi stare con noi se sei sola … noi ci godiamo un pò di sole !” . “Grazie mille “ e si accomodò su di un lettino. Il pomeriggio trascorse allegramente . Alla compagnia si unì anche Irina che aveva un’oretta di pausa prima di rientrare al lavoro per la cena serale. Un pomeriggio trascorso in amicizia e allegria : così lo definì Ellery quando il gruppo si salutò. Irina e Gabry dovevano tornare al lavoro mentre la coppia si fermò ancora un pò avendo il secondo turno nella sala da pranzo. Entrarono in hotel proprio in tempo per bere una delle ultime porzioni dell’aperitivo serale preparato da Erika , accompagnato da una manciatina di arachidi che erano sempre buone da mangiare. Una doccia veloce e un pò di riposo prima di scendere nella hall : approfittarono per vedere un poco di notizie alla televisione. Lui chiamò anche Tody per salutarlo e ragguagliarlo sugli ultimi avvenimenti che erano successi : “ Pero’ ! Mi sembra che non vi siate fatti mancare proprio niente “ disse il capitano “ Ferie movimentate … ma non mi stupisco. Eravate andati col preciso intento di dare una mano al Nord Tip e siete pure capitati in qualche attentato . Da un certo punto di vista è positivo : vivere gli avvenimenti in prima persona è sempre meglio che sentirli riportati . Vi lascio alla cena e godetevi questi ultimi scampoli di vacanza. Ci vediamo presto !” e Tody riattaccò. A seguire chiamò anche J.Luke per salutarlo e chiedergli come stava andando la stagione : ricevette delle risposte molto positive e ne fu contento. Era arrivata l’ora di andare a mangiare e una delle ultime occasioni per Ellery di poter mangiare pesce . Così fece anche per la serata e anche Candy questa volta andò su questa tipologia di cibo almeno per il primo piatto . Per il secondo decise invece di affidarsi solo ed esclusivamente al buffet che era sempre ricco e invitante. Rappresentava sempre un’ottima alternativa nel caso del rarissimo caso che non si trovasse niente di proprio gusto tra i secondi piatti. Anche nel buffet si trovavano cose di carne ed anche di pesce e anche tante cose sfiziose a base di pane, nonché insalatone varie. I piatti esposti formavano dei bei giochi di colori … pronti per essere consumati. Al termine, il solito amaro e caffè. Incrociarono Maurice : “Ragazzi , la stanza è pronta eccovi le chiavi “ e gliele consegnò “All’interno troverete tutto quello che avete chiesto . Enzo ha fatto un buon lavoro. Ho detto ad Irina di portarvi uno spuntino tra un paio di ore e una bella brocca di caffè. Non so per quanto ne avrete ma questa bevanda fa sempre bene in queste occasioni !” . “Grazie Maurice “ disse lui “ Norris ha lasciato qualcosa ? ” . “Si “ riprese il direttore “Una cartella con i vari rapporti degli avvenimenti ai quali era presente . Mi ha detto che lo avevi chiamato, giusto …. per averle ed anche se non vi troverai probabilmente niente di interessante , te l’ ha voluta portare. MI ha detto che lo aveva chiamato anche Tody per muoversi in questa direzione !”. “Buon vecchio Tody “ esclamò Candy . “ Si sa niente dei rapporti della polizia postale ?“ chiese lo speaker . “Li ho chiamati prima e gli ho messo pressione “ disse Maurice “Ha detto che avrebbero fatto il possibile per completarli e farli avere in serata !” Salirono in camera e indossarono qualcosa di più leggero e comodo : li aspettava una lunga full immersion dove speravano potesse uscire qualcosa . Aspettarono che il secondo turno finisse completamente di svuotare il salone e avere quindi un ambiente più tranquillo in zona e con calma si diressero nella loro stanza che era sufficientemente grande per contenere cose e persone. All’interno aveva un impianto di climatizzazione e lo accesero non troppo basso : lui non aveva un gran rapporto con l’aria troppo fresca. Lo sistemarono ad una temperatura di 26 gradi, giusto per togliere l’umidità . Il direttore era rimasto in ufficio a sbrigare qualche lavoretto che era rimasto indietro e così in caso di bisogno era facilmente raggiungibile. Cominciarono ad analizzare gli avvenimenti successi. Per quello che riguarda la posta sparita non poterono fare molto . Era successo prima del loro arrivo e non vi era nessun indizio a tale proposito. Qualcosa avrebbero potuto scoprire dalle immagini delle telecamera di sorveglianza che avevano richiesto per altri frangenti. Il primo avvenimento al quale erano stati parte attiva erano le due sdraio imbrattate di colla . Non ve ne erano state altre in giro : Henry aveva fatto un accurato controllo. Probabilmente avevano agito per colpire nuova gente in arrivo che così avrebbe potuto subito brontolare per quanto successo e lasciare subito la struttura. Era capitato a loro in quanto nuovi arrivi. In questo caso i lettini che erano appoggiati chiusi all’ombrellone venivano aperti e messi sulla sabbia nella posizione aperta . Chi aveva colpito … sapeva che erano stati posizionati per l’arrivo di nuovi turisti. Questa era una prima considerazione. Poi c’erano le impronte intorno: sicuramente chi aveva cosparso la colla non aveva volato e c’erano degli stampi belli nitidi che erano state fotografati . Ma si sa anche che è difficile risalire ad un numero di scarpe da un’impronta fatta nella sabbia che tendenzialmente scivola ad ingrossarsi un pò quando si appoggia il piede. Forse il numero era un 9 ½ o un 10 ½ ma sarebbe servito comunque a poco. Nessuno intorno aveva visto o notato qualcosa . Poi passarono alla cabina telefonica vicino al Sun : “ Anche qui “ disse Ellery “ Non c’è molto. Siamo andati alla ricerca di quale fosse stata quella utilizzata per creare il disagio e non abbiamo impiegato molto a trovarla anche perché oramai se ne trovano veramente poche. Nessuna traccia sulla cornetta o sulla porta e anche pochissime tracce intorno. Qualche impronta ma che potrebbero essere state di chiunque abbia telefonato prima anche se ripeto : probabile che siano dell’attentatore in quanto il mezzo di comunicazione non era quasi più usato. Guardarono anche in questa occasione le foto che erano state scattate e lo fecero attentamente . Osservarono anche il modo in cui era stata posizionata la cornetta sul telefono . Insomma : osservarono tutto ciò che c’era da osservare. In questa occasione si trovavano soli : suo cugino Mario che era stato informato di tutto quello che era successo non era riuscito a venire e a sganciarsi dai suoi impegni lavorativi. Il suo aiuto in passato si era dimostrato sempre molto utile . Archiviarono anche il capitolo della prima cabina telefonica senza giungere a qualsiasi conclusione. Nel frattempo Ellery aveva chiesto una grande lavagna con dei fogli bianchi per scriverci sopra. La prima cosa fu una piantina come quella che si era fatta e cominciò a segnare la posizione del Nord Tip e intorno … quello degli attentati e gli Hotel che rimenavano in zona. Guardiamo adesso il materiale riguardante lo scivolo : qua abbiamo dei frammenti di palloncini !” . “ Sono stati usati per lanciare da un punto più lontano del materiale oleoso e vischioso verso la stradina che sale verso l’hotel , giusto ? “ disse Candy . “Esatto “ rispose lui “ E la giocata e’ stata strategica. Se in piano di per se è già difficile proseguire su di una strada unta … lo è ancora di più su di una piccola salitina . Abbiamo diverse foto da vedere e alla fine Maurice ci ha detto che il colore dei palloncini ritrovati, ossia rossi e blu … sono gli stessi di quelli usati dal Sun e dal Sea Garden per accogliere i clienti. Aggiorniamo la cartina adesso e guardiamo le foto !”. Le esaminarono con cura ma non potevano dire molto : erano state scattate quando il fatto era già stato compiuto e quindi poco dicevano. Forse qualcosa sarebbe potuto uscire dalle videocamere di sorveglianza le cui immagini avrebbero visionato più avanti. Sentirono bussare alla porta , era Irina : “Ciao ragazzi , Maurice mi ha detto di portarvi un piccolo spuntino a base di pizza e focaccia , spero lo gradirete !” . “Wow “ disse Candy “ Sono uno dei miei cibi preferiti. Ringrazialo tantissimo e grazie a te per avercelo portato! Buona serata e spero per te che avrai finito il tuo turno!”. “Non ancora : stasera sono qua sino a tardi quindi se avete bisogno di me … mi trovate in sala da pranzo !”. La ringraziarono e si rituffarono da dove erano rimasti …. a esaminare lo scivolo. Difficile trovare impronte o qualche traccia e infatti archiviarono l’accaduto, dopo aver esaminato le foto e passarono oltre. Arrivarono alla nuova interruzione della linea telefonica … ! Era successa al paese vicino di Coral Bay. In questo caso era stata trovata una impronta bella nitida e chiara ma che al momento non aveva portato a niente di interessante. L’hotel della zona più vicino al piccolo paese era il Sea Garden di Lou Bencini , quindi Ellery andò a mettere un segno sulla sua cartina in quella direzione. Esaminarono le foto fatte ma anche in questo caso non approdarono a niente di interessante. “Passiamo ad esaminare il caso del furgoncino della Pacific Electric ltd “ disse lo speaker “ Ci passa molto vicino quando usciamo dall’Hotel per andare al mare . Lo noto perché a momenti ci urta : sembrava avesse una gran fretta. Parcheggia e monta delle recinzioni posticce per non insospettire e lavorare in tutta tranquillità. Aprono la cabina e entrano dentro facendo dei danni e sconnettendo la linea elettrica creando non pochi disagi !” . “Qualcuno ha visto qualcosa ? “ chiese Candy . “Si, ma niente di interessante “ riprese lui “ I negozi in zona hanno solo notato questo pulmino arrivare e fare dei lavori. Mi ricordo che dissero che ne scesero due persone . Non è stato trovato altro di interessante e da segnalare!” . Esaminarono il buon pacchetto foto che era stato scattato ma anche in questo caso non ne uscì niente di particolare interesse. Ellery aveva chiesto delle immagini della telecamera posta all’entrata della Highway , poco distante e vide che in mezzo al plico di Norris c’era un dvd : lo infilò nel lettore e vide che corrispondeva a quanto richiesto. Esaminarono attentamente tutte le immagini e videro transitare un piccolo mezzo di colore blu scuro che poteva corrispondere a quello che era passato vicino a loro e che era stato visto vicino alla cabina. Maurice diceva che ricordava molto quello di proprietà del Sands di Ben Reese. Le immagini arano sufficientemente nitide per riuscire a decifrare un numero di targa che si annotarono . Con quello in mano chiamarono subito Norris che era di turno per vedere se riusciva a condurlo a qualche nome. Quindi Ellery aggiornò la cartina con la posizione del Sands. Il cerchio intorno al Nord Tip si stava lentamente componendo. Passarono al problema avuto col gas. In questo caso era stato avvistato un mezzo di colore rosso … un Chevrolet con la scritta Pacific Gas Ltd. Ricordava un piccolo pullman del Dolphin di John Goody.”Anche qui il lavoro è stato eseguito abbastanza rapidamente per non dare troppo nell’occhio. Io calcolerei che in una ventina di minuti scarsi si sia fatto tutto. Scardinare le resistenze della porta deve essere stato un giochetto da ragazzi. Deve essere andata così : sono arrivati con un furgone , hanno messo le solite transenne finte a contornare la zona di entrata e poi un paio di uomini vestiti da lavoratori si sono calati in un tombino. Da li hanno raggiunto la postazione e hanno chiuso il rubinetto che erogava il gas nella zona circostante. Di sicuro anche altre strutture e abitazioni avranno avuto dei disservizi. Prima che ci fosse il tempo di intervenire con una chiamata alla vera società del gas , i malfattori sono risaliti , hanno tolto le transenne , le hanno caricate sul mezzo e sono ripartiti a gran velocità. Nel sotterraneo sono state trovate delle impronte ma al momento non hanno portato a niente di tangibile. Il classico lavoretto veloce e pulito !” disse Ellery. Analizzarono quindi le foto e passarono all’avvenimento della piscina , luogo che nel frattempo era stato miracolosamente rimesso in funzione a tempo di record. Enzo e la sua troupe avevano fatto veramente un buon lavoro. “Qua durante le notte qualcuno si è avvicinato di soppiatto al bordo della struttura e vi ha rovesciato dentro una latta di colore giallo che ha irrimediabilmente guastato l’acqua e la muratura , tingendoli di un giallo intenso. Si arriva in loco passando da dietro … dal parcheggio della struttura che è solo protetto da una sbarra oscillante e niente altro. Arrivando da li si giunge al bordo piscina senza troppi intoppi. Ci sono telecamere di sorveglianza e guarderemo le immagini più avanti. Maurice dice che la vernice ricorda molto quella con la quale è dipinto il Funny Day di Frank Turpin. Una latta vuota è stata ritrovata nella zona di questo Hotel, in un cassonetto per la raccolta dell’immondizia. Ora vado alla cartina e aggiungo ancora un puntino!” concluse lo speaker. Il cerchio sembrava essersi chiuso. Le strutture indicate avevano formato un bel semicerchio intorno al Nord Tip. Dietro aveva il mare mentre tutto intorno … i vari alberghi dei quali si sospettava qualcosa . “Sembra proprio che il nostro hotel fosse stato circondato e attaccato “ disse Candy . “Esattamente “ rispose lui “ Preso d’assedio da vari punti . L’impressione è proprio quella !”. Arrivò una telefonata : era il Capitano Norris : “ Ciao ragazzi , sapevo che eravate in briefing e mi son fatto passare la telefonata da Maurice . Nel rapporto che avete trovato mancava una cosa che mi è arrivata nel tardo pomeriggio : l’analisi sui due mezzi sospettati di essere stati utilizzati per i due attentati. L’agente Corrigan li ha esaminati con una banale scusa : nessuno si è opposto a questo ma ha notato un certo nervosismo in entrambi i casi. Ebbene : secondo lui i due pulmini erano appena stati lavati a fondo ma in controluce si poteva notare che erano stati apposti degli adesivi anche piuttosto grossi che riguardavano una scritta. Al momento non ce n’era nessuna sulle fiancate e quindi si poteva notare questo fatto . Spero di esservi stato utile !” . “Utilissimo direi . Cominciano a prendere corpo i vari sospetti e qualcosa di più tangibile in mano … lo abbiamo. Grazie mille capitano. Visto che è di turno ci possiamo risentire appena avremo qualcosa d’altro. A proposito : è riuscito a risalire alla targa del pulmino blu scuro avvistato nella Highway e che si presume appartenga al Sands ? “. “Si, certamente . L’agente Morita mi ha appena passato un foglietto che penso risponda a quello che mi chiedevate . Il pulmino blu scuro che avete individuato nella highway è intestato all’Hotel Sands . Spero di esservi stato utile !”. “Assolutamente si “ disse lo speaker “Una conferma ai nostri sospetti! La saluto e in caso ci risentiamo in serata !”. “Notizia interessante !” esclamò Candy “ Forse più di una coincidenza !”. “Potrebbe essere “ rispose il marito “Sembra che il cerchio si stia chiudendo. Speriamo arrivino anche i risultati degli indirizzi IP da dove sono state eseguite le recensioni di Trip Advisor! Adesso direi di analizzare le immagini delle videocamere del Nord Tip … ecco … inseriamo il dvd !” e partirono con la visione. Cominciarono a vedere quello relativo alla serata del lancio di palloncini sullo scivolo macchina della struttura. L’immagine ferma delle riprese fu tale per diversi minuti … almeno un paio di ore di riprese frammentate . Poi Improvvisamente apparve una figura : presumibilmente si trattava di un uomo al quale subito dopo se ne aggiunse un altro. Entrambi avevano in mano due palloncini colorati rossi e blu.. Sembravano poter scoppiare da un momento all’altro per come erano carichi. Purtroppo i due soggetti avevano in faccia un mefisto e questo rendeva impossibile ogni identificazione. Chiamarono Maurice a visionare le immagini . “Bene ragazzi , vedo che state arrivando ad un qualcosa di tangibile . Fatemi dare un occhio ai due soggetti. Mmmmhhh …. fatemi vedere. Hanno il volto coperto . Il più basso mi sembra che zoppichi leggermente e questo mi fa pensare a Dirk Infante del Sun , mentre quello grosso ha una struttura imponente che mi fa ricordare Roger Pennit del Sea Garden . Sono due tuttofare delle strutture , un pò come il nostro Enzo qua da noi. La prima impressione è quella , Spero di esservi stato di aiuto !” . “Tantissimo “ disse lui “ Ci hai aggiunto dei tasselli al puzzle : noi andiamo avanti con la visone delle immagini . In caso ti chiamiamo ancora !”. Esaminarono quelle relative all’attentato alla piscina : in questo caso c’erano un paio di videocamere che avevano catturato qualcosa . Trovarono presto quello che cercavano : avevano iniziato a vedere le immagini a partire dalla mezzanotte . Prima non avrebbe avuto molto senso in quanto in zona era sempre presente qualche persona . Erano le due di notte segnate dall’orologio sulle immagini quando si vide una persona aggirarsi in maniera sospetta . Aveva in mano una bella latta presumibilmente di colore . Si vide chiaramente versare dentro il contenuto dal bordo della piscina … richiudere il contenitore e tornare sui propri passi. Fu chiamato Maurice : questa volta non portava nessun mefisto e anche se le immagini non erano chiarissime , si poteva arrivare ad un riconoscimento : “Benjamin Porter del Funny Day , altro tuttofare della struttura “ disse Maurice “ Non ne sono sicuro al cento per cento ,ma mi sembra proprio lui!”. “Perfetto“ disse lo speaker “ Sicuramente passiamo queste immagini alla polizia , avrà tutti i mezzi per renderle il più nitide possibile e arrivare ad una identificazione . Direi che stiamo avanzando col piede giusto!” . “ Abbiamo veramente fatto dei passi in avanti” disse Candy . Maurice rientrò in ufficio e attese una nuova chiamata : aveva da svolgere dell’arretrato e questa era l’occasione giusta per farlo. “Adesso proviamo a vedere se Raffy e J.Jade ci hanno scritto qualcosa “disse Ellery collegandosi alla sua casella “ Sì … vedo un paio di mail , una ciascuna delle ragazze ! Quella della figlia suonava più o meno cosi’ : << Ciao e buona serata. Non ho scoperto molto sui dintorni del Nord Tip. Ho letto di una certa rivalità tra le varie strutture che ci sono in zona : in particolare si dimostrarono molto agguerrite in più di una occasione … Il Sun , il Sea Garden , il Sands , il Dolphin e il Funny Day. Qualcuno di loro in passato ho scoperto che aveva avviato delle querele verso il Nord Tip per futili motivi che non sono mai sfociate in un processo. Erano basate su cose senza fondamento . Un paio di tuttofare che lavorano alle loro dipendenze avevano avuto un passato nebuloso , in particolare Benjamin Porter e Roger Pennit. La situazione economica di un paio di loro non sono molto floride e sentono molto la concorrenza in giro. Non c’è altro. Non sono riuscita a scoprire dell’ulteriore materiale. Vi saluto e vi auguro un buon lavoro>>. “Mi sembra comunque una mail interessante “ disse la moglie . “Sono d’accordo “ disse lui “ Evidenzia un certo malessere proprio delle strutture che stiamo sospettando. Diciamo che ci sono arrivate delle buone conferme a ciò che pensavamo!”. La mail di Raffy più o meno ricalcava quella di J.Jade e inoltre aggiungeva qualche problema con la giustizia di Dirk Infante ma non nominava Pennit. La lessero attentamente e le archiviarono momentaneamente. Ricevettero una telefonata da Norris : “Ciao ragazzi . Vi ho appena spedito via mail quello che aspettavate del rapportino sugli IP . Penso vi interesserà . Ci aggiorniamo … a dopo !” . Ellery andò di corsa a riaprire la sua casella di posta elettronica e trovò subito la missiva del capitano. Era una lunga mail piena di descrizioni accurate e molto minuziosa. La polizia postale aveva fatto un ottimo lavoro. Le recensioni negative che avevano analizzato a fondo e messo sotto i raggi X la struttura … erano una quarantina circa. Sembrava che i concorrenti del Nord Tip si fossero equamente divisi i compiti : 8 recensioni a testa per le cinque strutture che erano sotto osservazione . “ La mail parla chiaro “ disse Ellery “ I falsi profili sono stati creati tutti dagli stessi indirizzi e mano a mano diversificati con nomi di fantasia. L’indirizzo IP non mente e qua abbiamo davanti a noi un rapporto che inchioda le cinque strutture e le può accusare al momento di falsa testimonianza e calunnia. Maurice !!! “ e chiamò il direttore che arrivò in dieci secondi . Gli fece leggere il rapporto e la sua faccia fu veramente costernata : “Non pensavo che la sana concorrenza fosse letteralmente sparita per dare spazio ad una slealtà veramente impari e ingiusta. Non so che dire. Spero che adesso si potranno prendere le giuste strade per tutelare il nostro nome . Ci metteremo immediatamente in contatto con Trip Advisor per far rimuovere le false recensioni e ripristinare la corretta situazione che un utente può trovare quando entra nel nostro spazio dedicato !” . “Finalmente giustizia è fatta “ esclamò Candy . “Io direi che gli elementi per trarre delle conclusioni ci sono tutti : le cabine del telefono erano vicino ad un paio di questi hotel, i palloncini colorati usati per attaccare lo scivolo sembrano appartenere sempre ad un paio di strutture sotto osservazione , i pulmini presentavano segni di adesivi appena staccati e uno è stato riconosciuto poco dopo nella highway, poi abbiamo le immagini che inchiodano almeno uno degli attentatori e forse anche un altro paio , qualcuno del cast aveva avuto problemi con la legge e infine abbiamo gli indirizzi ip precisi ed inequivocabili degli hotel autori delle false recensioni. Io direi che è un pacchetto da consegnare a Norris affinché concluda le indagini consolidando qualche prova e arrestando qualcuno. Intanto fioccheranno sicuramente delle multe per le false recensioni e il resto si vedrà. Io penso caro Maurice che per un bel pò di tempo nessuno vi romperà più le scatole !” . “Era stato formato un bel semicerchio intorno a voi “ disse Candy “ E voi eravate proprio in mezzo. Gli hotel avevano formato proprio una sorta di cartello atto a penalizzare il Nord Tip !” . “Già “ riprese il marito “ E quando hanno visto che le recensioni negative non bastavano a scoraggiare la gente … e qui vi hanno salvato i vostri clienti fissi … hanno pensato di cominciare ad agire materialmente con piccoli attentati e in qualche caso … meno piccoli ! Sicuramente andare ad armeggiare con elettricità e gas è stata una bella mossa che poteva dare effetti ben più prolungati se non ci fosse stato il nostro intervento!”. “Ragazzi : grazie di cuore !” disse Maurice “ Adesso avverto Salvatore e faccio fare tre pizze per festeggiare l’avvenimento “ Ve le meritate e vi terrò compagnia : attendere qua e sbrigare qualche pratica mi ha messo un certo appetito. Gli avevo detto di rimanere in zona . Ora vado subito a dirglielo !”. Uscito il direttore entrarono Gabry e Irina anch’esse rimaste in zona . “Allora ragazzi , come è andata ? “ chiesero in coro . “Direi molto bene“ esclamò Candy . “Già “ riprese il marito “ Abbiamo in mano degli elementi per incastrare un bel pò di gente e quindi penso che al momento abbiate finito di soffrire di tutti quei dispettucci che vi assillavano sino ad adesso !” . “ E adesso“ disse Maurice che nel frattempo era tornato “ Ci mangiamo una bella pizza . Ci fate compagnia ? “ . “Certamente “ disse Irina “Vado ad apparecchiare un tavolo per cinque!” . “Vengo a darti una mano “ esclamò Gabry seguendola. L’allegra combriccola terminò così la serata in allegria . Prima Ellery e Candy scrissero a J.Jade e Raffy ringraziandole del loro aiuto e smontarono la poca attrezzature di loro proprietà La riportarono in camera e scesero appena in tempo per cominciare a degustare la favolose pizze di Salvatore che erano state appena impiattate : “ Ecco qua “ esclamò lui cominciando a portare il tutto “ E buon appetito a voi . Mi è giunta voce che i problemi dell’Hotel sono finiti. Grazie di cuore anche da parte mia . Ho cercato di fare delle pizze speciali multi gusto … spero vi piaceranno. Buon appetito !”. Era quasi mezzanotte ed era strano ritrovarsi a quell’ora nel salone pranzo… tutto vuoto e solamente con una piccola porzione di luci accese. Mangiarono la pizza con estremo gusto e appetito : la soddisfazione per essere riusciti ancora una volta a dare una mano all’Hotel era grande per la nostra coppia. A mezzanotte e mezza l’allegra compagnia si salutò : Maurice disse a Gabry, Irina e Salvatore che potevano entrare più tardi la mattina seguente . Gli aveva chiesto un pò di straordinari e loro avevano recepito il messaggio fermandosi sino a tardi e questa era la loro giusta ricompensa oltre ad avere come pagato lo straordinario … ovviamente. Alla coppia spettava ancora un giorno di vacanze e volevano approfittare per prendere un pò di tintarella e cosi’ dopo la classica ricca colazione dell’Hotel …. andarono in spiaggia a rilassarsi un pò. La loro meta era quella di fare una bella giornata in totale relax senza che niente o nessuno potesse interromperla. Arrivarono quindi al bagno Henry e si accomodarono mollemente sui lettini a loro disposizione. Avevano ancora in corpo l’adrenalina della serata precedente e per loro era una bella cosa : si sentivano belli carichi. La mattinata trascorse tranquilla , con una bella passeggiata in battigia. Arrivarono all’ora di pranzo con un buon appetito e il menù proposto dalla struttura li soddisfò pienamente : per lui era una della ultime occasioni di mangiare pesce e ne approfittò a piene mani. Rividero Maurice e anche Irina e Gabry che nel frattempo avevano ripreso il lavoro unitamente a Salvatore che stava sfornando pizze a tutto andare. A seguire salirono in camera : Ellery si mise ad aggiornare i suoi spazi internet e a in seguito raggiunse Candy nel mondo dei sogni per un breve riposo. Quando si svegliarono , si prepararono ed andarono l’ultimo pomeriggio che avevano a loro disposizione al mare , in spiaggia. Volevano godersi questa residua opportunità che avevano a loro disposizione. Una volta dato un leggero strato di crema protettiva si sdraiarono sui lettini e cominciarono a prendere un pò di tintarella , unitamente ad una bella passeggiata. Questo gli fece venire un buon appetito che preludeva ad una buona cena . Fecero in tempo a prendere il mitico aperitivo di Erika che terminava alle 19 : arrivarono in struttura giusto cinque minuti prima quando il prezioso liquido era quasi agli sgoccioli. Il tempo di due arachidi salate e poi su in camera a farsi una bella doccia. Era l’ultima cena e volevano godersela appieno. Al tavolo trovarono una bella bottiglia di vino bianco californiano … un Sauvignon per essere precisi : era offerto dalla struttura in segno di ringraziamento. C’era anche un drink analcolico per Candy. Mangiarono con appetito e si godettero questa cena con un sapore particolare … ossia quello di qualcuno che era riuscito a dipanare ben bene questa ragnatela. Nel pomeriggio Ellery aveva chiamato il fedele capitano Tody e gli aveva spigato riga per riga l’andamento e la conclusione delle indagini. Lui sapeva già quasi tutto : Norris lo aveva chiamato in mattinata sapendo il suo interesse per la faccenda. Ellery fece onore alla bottiglia di vino … che era ottimo e ben si adattava al menù di pesce che aveva scelto. Quella sera presero anche un pò di dolce per festeggiare : c’era sempre una bella scelta e non ebbero difficoltà a trovarne uno che piacesse ad entrambi. Finito di mangiare scelsero l’opzione di fare due passi in paese per comperare gli ultimi souvenir da portare a Puka Beach , dopo di che andarono in pineta di fianco all’Hotel per tuffarsi un pò nella loro animazione. Salutarono Wizzie che come sempre era il motore pulsante di tutta la band, e si diedero appuntamento alla prossima loro calata. Quindi , abbastanza stanchi si diressero nella loro camera e sprofondarono in un sonno ristoratore , non prima di aver preparato le valigie per l’imminente partenza. Si svegliarono in tempo per fare l’ultima colazione nella struttura , che come sempre fu ottima e abbondante. Colsero l’occasione per salutare Irina che disse : “ Ciao ragazzi : mi spiace un sacco che ve ne andiate … era nata una bella amicizia !” . “Ma quella rimane anche a distanza “ disse Ellery “Manterremo i contatti sicuramente e grazie ancora per la tua gentilezza e cortesia . Sei una brava ragazza !”. “Già “ disse Candy “ Concordo anche io su quello che ha detto !” . Si abbracciarono e si salutarono . All’uscita del salone incontrarono Gabry : anche con lei era nata una bella amicizia , tanto che la ragazza non molto tempo fa era andata a trovarli a Puka Beach. Si abbracciarono anche con lei. Andarono quindi a salutare Maurice : “ Ragazzi , il tempo vola ed è arrivata l’ora di partire anche per voi. Mi spiace molto. E’ stata una settimana impegnativa ed intensa e mi spiace che le vostre vacanze siano state così movimentate … ma era da prevedere se non proprio in questa maniera . Avete fatto un ottimo lavoro : adesso spetterà a Norris finire quello che avete iniziato a a tratti concluso . Mi raccomando … fate buon viaggio e andate piano!”. “Grazie a te per averci ospitato “ disse Candy . “Beh “ disse il marito “ Oramai siamo abituati a venire qui e trovare matasse da dipanare . Spero per voi che non ce ne saranno più e che possiate finire questa stagione e quella a venire con estrema serenità. Non preoccuparti : non sono un guidatore spericolato : ce la prenderemo comoda . Mi fermo a fare rifornimento di carburante e poi ci dirigiamo a Puka Beach !” . Si salutarono calorosamente e si diressero verso la macchina , mezzo che era stato fermo per una settimana intera …. non la avevano mai mossa di lì. Partì al primo colpo . Innestò la marcia e si mossero . Fu Candy che parlò : “ Un pò mi dispiace partire : siamo stati bene . Ma mi fa piacere tornare a Puka Beach e ricominciare le nostre abitudini !” . “Già “ disse il marito “ E stasera le ricominceremo sicuramente ! Che ne dici … pizza al Surfers di J.Luke ? “ . “Aggiudicata la pizza “ rispose lei ridendo. “ We are backing !” disse lui , che gli mandò un bacio .

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: