Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Cavalca cow boy (27: episodio)

I Misteri di Puka Beach : 27° episodio

Ellery Sinclair copyright 2021

Cavalca cow boy 

Personaggi :

Ellery Sinclair ………………. entertainer e speaker radiofonico

Candy ……………………………moglie di Ellery

Bruce Knotts …………………attore show

Ben Lopez ……………………. attore show

John Cooper…………………..tuttofare

Jim Bush………………………..promoter

Bernie Cook…………………..operaio

Gavin McCoy…………………speaker show

Mario …………………………. cugino di Ellery

Rosa …………………………..compagna di Mario

————————————————————————————————-

Eccoci arrivati al 27° episodio dei Misteri di Puka Beach. Siamo sempre in paese come l’ultimo capitolo della saga. Abbiamo a che fare con uno spettacolo itinerante chiamato Magic Rodeo Show. Come sempre la nostra coppia è chiamata a risolvere un altro caso in tandem col capitano Tody . Ci riuscirà ? Lo sapete oramai … i miei scritti sono dilettantistici e nonostante le numerose sessioni di correzione delle bozze … un errore qua e là sarà presente ( di questo mi scuso ). Il mio solo scopo è solo quello di farvi passare un’oretta e mezza di svago con un linguaggio e dei contenuti adatti per tutti. I miei sono semplici gialli per ragazzi … racconti per ragazzi. Trame volutamente semplici e una narrazione che spesso assomiglia quasi ad una sceneggiatura. Mi sforzo di poter rendere digeribile il tutto alla maggior parte di gente possibile. Mi ispiro alla seria cartacea degli anni 70 e 80 chiamata Il Giallo dei Ragazzi editi dalla Mondadori. Tra loro : I Tre Investigatori , Nancy Drew , Gli Hardy Boys ( che diventarono anche dei telefilm con Shaun Cassidy ). Io scrivo solo per hobby e non ho certo la pretesa di sfornare dei capolavori : lascio questo mestiere a chi è un vero professionista . La mia è solo passione e sappiate che ce ne metto veramente tanta quando scrivo questi racconti. Oramai Puka Beach e i suoi abitanti sono diventati di casa nei miei pensieri e secondo me una cittadina così esiste veramente come esistono veramente il capitano Tody e il resto dei personaggi. Quello che mi rimane da fare è quello di augurarvi : buona lettura.

Ps Questo libro è dedicato a tutti quelli che mi conoscono. Un abbraccio

————————————————————————————————–

Puka Beach era nel pieno della sua stagione migliore … l’estate . I turisti stavano arrivando a grandi manciate e gli hotel erano tutti pieni, specie il 5 Stars di Neil Gerato. Con le sue oltre cento stanze svettava su tutti e accoglieva una gran massa di turisti. Era moderno e funzionale ed era anche una delle poche strutture che era aperta in Inverno grazie alla sapiente dote del proprietario che in quella stagione meno florida riusciva a inventarsi mille cose per garantirsi il minimo sindacale di presenze giusto per tirare avanti ed arrivare alla bella stagione. Gli altri alberghi del paese erano più piccoli e se vogliamo anche più economici : Il 5 Stars come riportava il suo nome era un cinque stelle , quindi un pò caretto in fatto di prezzi. Questo era anche il periodo che Puka Shell Radio aveva tanti introiti pubblicitari : Ted Valley , il padrone ne era molto contento e metteva da parte tutto … per poi poter svernare in tutta tranquillità. La postazione dell’emittente era situata in cima a una delle colline dietro a Puka Beach in una posizione molto strategica che gli permetteva di coprire la valle col segnale senza un gran dispiegamento di mezzi e soldi. Ellery ci lavorava saltuariamente : aveva il suo lavoro fisso ma era anche un socio minoritario della radio e quando poteva riusciva ancora a trasmettere un’ora del suo programma dedicato alla musica revival che si chiamava Chi la dura la Vintage. La musica lo accompagnava da sempre . Da piccolo aveva la passione di collezionare piccole radio a transistor con le quali ascoltava tantissime canzoni a tutte le ore e questo aveva forgiato in lui questa sua grande passione verso la musica. Adesso di quelle radioline allegre e colorate se ne erano perse le tracce : forse in cantina ne erano rimaste un paio. Adesso in radio ci lavorava, seppure in maniera discontinua e questo era sempre stato un suo sogno quando ascoltava i vari speaker nelle varie radio sulle quali riusciva a sintonizzarsi . Come abbiamo detto , la sua trasmissione principale era rivolta alla musica di 4-5 decenni addietro. Le cose nuove non andavano mai in onda nelle sue trasmissioni. Erano alla fine le canzoni che ascoltava quando era un bambino prima e un ragazzo poi … quelle che lui reputava come le più belle di tutti i tempi. Una volta al mese faceva anche una serata danzante al Surfers di J.Luke e così aveva modo anche di incontrare qualcuno che lo ascoltava per radio. Questo gli faceva molto piacere : era sempre disponibile a scambiare due chiacchiere con i suoi ascoltatori. Ancora più raramente conduceva un notturno di impronta anni settanta : era un programma dedicato esclusivamente alle dediche e alle richieste degli ascoltatori … proprio come succedeva tanti e tanti anni fa . Adesso i palinsesti si erano evoluti e non avevano più spazio per questi angoli nostalgici. Era comunque una trasmissione che aveva il suo perché e che raccoglieva sempre tantissime adesioni e si faceva presto a riempire la scaletta delle due ore in programma. Lui si divertiva molto a condurlo anche perché in questo lasso di tempo si abbandonava un pò la conduzione professionale degli altri programmi per lasciarsi andare a qualche risata in più in diretta. Si trovava sempre in pieno accordo con Ted Valley e questa collaborazione andava avanti da anni . Sua moglie Candy invece lavorava in un ristorante in centro paese che si chiamava Da Mario. Era una struttura dedicata alla cucina italiana che specie in California stava sempre prendendo più piede . Era una cameriera e come tale aveva parecchio da sgambettare ogni giorno. Ma era un lavoro che a lei piaceva molto e lo faceva volentieri e con passione , quindi gli pesava meno anche se era abbastanza faticoso ed impegnativo. Prendeva servizio verso le 11,15 di mattina ogni giorno esclusa la domenica. Finiva a seconda di quanti clienti andavano a mangiare … comunque tra le 16,30 e le 17. Aveva così il tempo di andare a casa e riposarsi un pochino prima di cominciare a preparare la cena. Oggi in paese era il giorno di mercato. Ellery era già al lavoro. Dopo tanti sacrifici era riuscito a cambiare macchina e adesso aveva acquistato una bella utilitaria … rossa come la precedente … sempre facente parte di un segmento economico. Questa volta aveva deciso di prenderla a gas GPL a differenza della precedente che era alimentata a diesel. Si era sempre trovato bene con questa ultima soluzione ma quel tipo di carburante era sempre meno comune e tante case automobilistiche avevano smesso di produrre macchine con quel tipo di motore che comunque lui reputava come il migliore in assoluto. Era solido e durevole e questo era quanto Ellery chiedeva ad un propulsore. Ora ne aveva scelto uno senza dubbio più ecologico e che comunque gli avrebbe fatto risparmiare qualche dollaro in quanto il suo costo era notevolmente inferiore al diesel anche se un pò superiore nei consumi. Era molto contento del suo acquisto e pur essendo di un segmento inferiore della precedente autovettura …. essendo più recente dell’altra macchina era senza dubbio migliore in fatto di accessori e sicurezza. Era di cilindrata mille ma questo non era un problema per lui non essendo una persona che guidava a forti velocità. Quello che lui chiedeva ad una vettura era che avesse quattro ruote e un motore e che non avesse problemi di affidabilità : il resto era di poco conto. Oltretutto la nuova autovettura aveva anche un bel design e questo non guastava mai : era piaciuta anche alla moglie sin da subito. Aveva un unico rimpianto : adesso non facevano più le macchine con un lettore cd e quindi aveva dovuto accontentarsi di avere a disposizione una porta usb per ascoltare la musica preferita in MP3. Lui era un amante dei CD e ancora di più del vinile : doveva toccare i supporti musicali … interagire con loro. Ecco … questa era l’unica cosa negativa di quella macchina. Ci era salito sopra questa mattina , intorno alle 7,30 per raggiungere la sua postazione di lavoro che si trovava tra la zona agricola e le colline del paese. Non era distantissimo dalla sede di Puka Shell Radio . Per arrivare al lavoro doveva passare per la dorsale che in poche miglia ti portava dalle calde e popolose spiagge del paese alle più fresche e diradate colline , dove la gente invece andava a trovare un pò di refrigerio essendo le zone sicuramente più respirabili delle spiagge sia per la diversa quantità di gente presente che per il clima meno caldo. A metà strada circa si trovavano anche due Motel che in questa stagione avevano il tutto esaurito. Erano in posizione strategica : da loro si poteva andare sia in paese che verso le colline con la stessa quantità di tempo. Avevano a disposizione anche una piscina a testa e questo li rendeva molto confortevoli. La scelta di Puka Beach era ampia e i turisti si dividevano per fasce di età : i più giovani prediligevano la costa e la movida che ne conseguiva , mentre i più anziani preferivano le colline più fresche e meno diciamo incasinate , non disdegnando però qualche calata al mare . Il mondo è bello in quanto vario e il paese cercava di accontentare tutte quante le preferenze del turista. In questa stagione i compiti del locale capitano di polizia , Paul Tody , erano più o meno li stessi. Non esisteva una vera e propria delinquenza in paese , solo che l’enorme quantità di turisti spesso finiva nello sfociare in qualche rissa … anche per colpa di qualche birra di troppo. Da pochi mesi si era arrivati alla soluzione del caso agli attentati dei ristoranti che provenivano però dalla quasi vicina Rocky Beach e adesso in paese era tornata la tranquillità , specie tra i ristoratori che erano stati bersaglio di attentati a ripetizione. Adesso come abbiamo detto, a parte qualche rissa …. non c’era molto altro da preoccuparsi e così l’ufficiale di polizia poteva solo fare in qualche modo di prevenire il tutto facendo pattugliare le strade del paese specialmente a tarda sera. Era importante per lui questa azione di prevenzione e la applicava da sempre e aveva dimostrato di avere una indubbia efficacia. I vari locali della zona andavano molto bene : il Surfers di J.Luke lavorava tantissimo specialmente alla sera. Era in centro paese e grazie al suo plateatico esterno poteva ospitare un buon numero di clienti. Il Little Cabbage si trovava invece a ridosso del fiume che attraversava il retro del paese, il Blue River , e lavorava specialmente a mezzogiorno con il suo menù di lavoro a circa 13 dollari. Si poteva dire la stessa cosa per il Blinedo che invece faceva pagare circa 12 dollari e si trovava appena fuori paese e del Jug Master che era invece sito a nord al confine col vicino paese. Altro discorso per il Two Lakes che si trovava sulla dorsale che portava alle colline e che lavorava specialmente nel weekend con un pubblico prevalentemente composto da famiglie. Non era lontano dalla zona industriale del paese e qualche operaio o impiegato andava da loro a mezzogiorno in pausa pranzo. Sulle colline si trovava invece il Green Pine : lavorava anche lui prevalentemente nel weekend e con un pubblico molto giovanile. La musica era sempre trasmessa al suo interno e anche all’esterno dove c’erano diverse panche atte a contenere tutte quelle persone che non trovavano posto all’interno o preferivano mangiare al fresco . Da Mario dove lavorava Candy, lavorava tantissimo a mezzogiorno e alla sera si arrangiava con i membri della famiglia che gestiva il locale. Un posto che invece lavorava molto alla sera era il Pacific Fishes , l’unico ristorante a tema pesce del paese e quindi sempre discretamente frequentato. La ristorazione in estate era uno dei settori che veleggiava sempre alla grande . Ma anche le altre attività in questo periodo andavano bene. Il bazar di Dino Cardoni che si trovava sul pontile del paese vendeva tantissimo e rimaneva aperto sino alle 22,30 in modo da permettere a chi preferiva dopo mangiato farsi una bella camminata …. di fare qualche acquisto. Da lui si trovava veramente di tutto e per queste stagioni più calde aveva assunto un paio di ragazze a supportare il suo lavoro visto anche la sua età avanzata. Era affezionato al suo negozio e non avendo figli era l’unico scopo della sua vita e ci metteva tanta cura nel seguirlo e curarlo. Un altro negozio che veleggiava bene era quello di articoli sportivi di David Wilson … l’atleta del paese. Praticava windsurf ma non solo e quando gli orari dei negozi glielo permettevano … si applicava anche ad altri sport. Il paese era piccolo e in inverno la popolazione locale contava circa 3500 abitanti : alla fine si conoscevano un pò tutti e questo dava un profondo senso di convivialità alla situazione che la nostra coppia adorava in maniera sincera. In Inverno tante attività chiudevano : non c’era spazio per tutti . La poca popolazione residente non poteva coprire i vari settori e allora qualcuno preferiva chiudere e tornare nella bella stagione. In autunno si assisteva ad un progressivo smantellamento dei plateatici esterni e di tutto l’arredamento che lo componeva. La merce veniva o stipata all’interno della struttura stessa … oppure in qualche deposito appena fuori paese. In paese rimanevano aperte solo quelle attività necessarie : un piccolo centro commerciale appena fuori, una macellerie, un negozio di vestiti, un verduraio e poco altro ancora. Ovviamente c’erano anche i paese vicini ai quali rivolgersi ma anche lì la situazione non era poi molto diversa da Puka Beach. I pochi guadagni invernali non bastavano spesso a coprire le spese di gestione e allora si preferiva chiudere e aspettare tempi migliori. La vita invece adesso era in pieno fermento e tutte le categorie di negozi era perfettamente attiva … specie quella relativa ai souvenir. L’attività in paese iniziava presto : una categoria di surfisti preferiva cavalcare le onde molto presto la mattina , quindi qualche bar apriva anche lui verso le 7,30 di mattina per fornire colazioni per tutti. Il locale laboratorio di pasticceria lavorava alla grande per garantire paste e brioche per ognuno , mentre il panificio sfornava panini e focacce . Il resto del turismo si svegliava più tardi e c’era quindi poi tempo per prepararsi alla seconda ondata di tutti coloro che andavano a fare la prima colazione. Le mattinate generalmente si svolgevano al mare . Anche coloro che risiedevano nei motel sulla dorsale o sulle colline calavano a valle grazie anche ad un efficiente servizio di bus che facevano navetta tra mare-collina e viceversa. Qualcuno è vero che preferiva rimanere nelle piscine dei due Motel ma è altrettanto vero che la maggior parte non disdegnava andare un pò in spiaggia. A seguire … un boccone in qualche ristorante o bar e poi via verso le colline per fuggire dalla calura pomeridiana del mare a favore del fresco delle zone interne. Il pomeriggio per tanta gente significava sempre spiaggia : qualche surfista veniva comunque avvistato ma la maggior parte di loro preferiva riposare per recuperare un pò le forze dal risveglio mattutino e anche da qualche birra di troppo della sera precedente. La sorveglianza pomeridiana da parte di Tody era relativamente tranquilla : gli animi erano tutti calmi e pacifici. Qualcuno preferiva fare un po’ di shopping approfittando del fatto che i negozi o almeno tanti di essi faceva orario continuato , senza la pausa pranzo. La sera era sempre un momento di festa : i surfisti si ritrovavano nei vari pub a raccontarsi la giornata e a bere qualche birra mentre le famiglie, dopo aver mangiato , passeggiavano sul boulevard e giravano tra i vari negozi del paese che come sappiamo , rimanevano aperti sino alle 22,30. Negli hotel più grandi c’era a disposizione anche un pò di animazione a tenere compagnia ai propri clienti. Quelli più piccoli, dopo mangiato non avevano niente da offrire … e quindi tante persone si riversavano per le strade del paese. Diciamo che fino alle ore 24 il cuore pulsante continuava a battere per spegnersi gradatamente quando le serrande dei pub , ultimi a rimanere aperti , cominciavano a chiudersi con il loro classico rumore sferragliante. La giornata tipo si stava concludendo … e comunque in tanti a mezzanotte erano già a letto , specie le famiglie con bambini. A tutti aspettava un profondo sonno ristoratore. Le giornate della nostra coppia invece erano assolutamente indifferenti legate ai loro impegni lavorativi. Lui usciva alle 7,20-7,30 per recarsi al lavoro nella zona industriale e vi rimaneva sino circa alle 17 . Lei si recava da Mario verso le 11,15 e vi rimaneva sino alle 16,30-17 a seconda delle mansioni che c’erano da svolgere che in estate erano senza dubbio più massicce e importanti. Prima delle ore 18 si ritrovavano a casa nel loro appartamento e si potevano confrontare sulla giornata appena trascorsa … e così fecero anche oggi : “ Ciao Candy “ esclamò lui “ Come è andata la giornata ? “ . “ Non c’è male “ rispose lei “ Abbiamo avuto tanto da lavorare . Oltre ai turisti c’erano anche parecchi operai delle fabbriche di pesce a nord e quindi abbiamo fatto tanti coperti. Il menù di lavoro funziona alla grande ed il merito è anche della tipologia di cibo italiano che forniamo : piace a sempre più gente e il ristorante lavora bene !”. “ Mi fa piacere “ rispose il marito “ Per ciò che mi riguarda … niente da segnalare . Sempre la solita zuppa … come tutti i giorni. Sai bene che odio la noiosità del mio lavoro ma alla fine bisogna portare a casa la pagnotta e va bene così. Venendo a casa ho sentito mio cugino Mario e con Rosa ci salutano. Può essere che riescano a venire in vacanza per una decina di giorni ma non mi ha detto quando. In fondo l’ultima volta che li abbiamo visti è stata in primavera quando siamo stati alle prese con gli attentati della ristorazione. Mi farebbe piacere che tornassero !”. “ Anche a me! “ disse la moglie “Adesso comincio a preparare qualcosa da mangiare . Stasera mangiamo uno dei tuoi piatti preferiti … spaghetti aglio, olio e peperoncino … e per te … tanto peperoncino” e rise. Lui andò al suo PC per fare un refresh a qualche spazio internet che gestiva e che non era riuscito ad aggiornare nell’intervallo al lavoro. Lui mangiava solitamente un paio di piccoli panini e un pò di frutta e poi si dedicava ai vari spazi internet che gestiva per conto suo o per conto di altri. La cena come sempre fu ottima : Candy era un’ottima cuoca e questo lo si poteva capire anche dal peso della stazza di Ellery che possiamo tranquillamente chiamare come robusta. Mentre stavano mangiando si guardarono un telefilm : avevano da un anno acquistato una piattaforma digitale che grazie ad una smart tv , potevano vedersi direttamente su di un apparecchio televisivo. Spesso mettevano in pausa … sparecchiavano, sistemavano e poi ritornavano a vedere il tutto comodamente seduti sul divano. Nelle giornate più calde accendevano il climatizzatore ma spesso non occorreva e bastava un semplice ventilatore a pale. Ne avevano uno anche sul soffitto della camera da letto che unitamente alle finestre un pò aperte garantiva un sonno abbastanza tranquillo. Hotel come il 5 Stars aveva a prescindere le stanze climatizzate e gli ospiti non avevano nessun tipo di problema . Era tutto proporzionato : si pagava un po’ di più ma si aveva anche di più. Andarono a dormire per le 22,15 , alla fine di un altro telefilm . Fu un riposo tranquillo : i rumori in sottofondo della movida del paese si stavano mano a mano assottigliando e il silenzio stava per regnare sovrano. Il pattugliamento della polizia si sarebbe dimezzato per la notte ma sarebbe stato comunque presente anche se in maniera ridotta. Tody aveva finito il suo turno alle 22 e si era già diretto a casa propria. Alle 00.20 anche l’ultima serranda aveva chinato il capo e adesso si sentiva in lontananza solo lo sciacquio delle onde dell’oceano pacifico che si infrangevano sul pontile e sulla spiaggia. Il risveglio era la parte della giornata che Ellery odiava più di tutto . Il suono della sveglia lo faceva imbestialire e si alzava sempre a fatica. Una bella lavata … e una bella rasata a giorni alterni ed era pronto per una velocissima colazione. Generalmente si scaldava dell’american coffee che si era preparato la sera precedente : se faceva in tempo … ci stava anche un muffin che lui adorava … se no via di corsa per timbrare in tempo. Candy entrava più tardi e se non aveva qualche commissione o incombenza da fare … rimaneva a letto ancora un’oretta per poi alzarsi con calma … lavarsi e fare una bella colazione. Per lei caffè espresso e brioche alla crema. Per ciò che la riguardava generalmente c’era sempre un qualcosa da andare dietro per la casa : o stirare o dare una ripulita . Ogni tanto andava un paio di ore a dare una mano ad una vicina con qualche lavoretto da fare in casa … ed era l’occasione per guadagnare qualche dollaro in più. Starsene a letto comunque quella ora in più era comunque per lei un grande piacere che la tonificava e rilassava. Nel frattempo Ellery era arrivato puntuale in ditta : tirò fuori il suo badge e timbrò. A seguire si immerse nelle sue carte per fare arrivare quanto prima le ore 17. Oggi aveva un’ora di trasmissione alla radio dove saltuariamente lavorava … e ne era contento … sempre. Arrivò giusto in tempo per afferrare una manciata di cd e approntare una scaletta. Salutò la frizzante Roby Bear che era prima di lui e iniziò il suo programma revival : “Un welcome a tutti quanti e la consueta merry sinthony a tutti voi. Oggi la iniziamo così !” e fece partire Grease di Frankie Valli. Fece un ottimo programma che piacque moltissimo anche a Ted Valley che lo stava ascoltando nel suo ufficio . Anche lui amava la musica vintage e apprezzava quello che faceva Ellery. I sessanta minuti della trasmissione passarono velocemente e alle ore 18,30, lo speaker finì il suo turno per lasciare il posto ad un po’ di musica d’ascolto proposta dal boss della radio. Salutò quindi tutto lo staff e si diresse al parcheggio dove salì in macchina e si diresse verso casa. Vi arrivo’ che erano circa le 19 e la cena preparata da Candy era quasi pronta . “ Ciao “ disse lei al marito “ Hai visto che a breve arriverà in paese il Magic Rodeo Show ? “ . “ No … non lo avevo sentito . Lo conosco : è uno spettacolo itinerante che gira per tutti gli Stati Uniti . Mi pare di ricordare che sia stato messo su da Bruce Knotts che era un attore abbastanza famoso negli anni passati e che aveva avuto il suo periodo di gloria nella serie televisiva Il Vecchio West di frontiera. Con lui dovrebbe esserci un altro attore di quella serie … Ben Lopez … meno famoso del precedente e un onesto caratterista. Anche July Pearl , sempre da quello sceneggiato era della partita. Si parla di una ventina di anni fa . Ognuno di loro adesso non fa più niente in televisione e specialmente Bruce sta cercando di proporre a vari canali televisivi un progetto per il rifacimento dello show televisivo . Nell’ambiente è un po che circolano queste voci. In radio abbiamo uno spazio dedicato al cinema e alla televisione ed è per questo che so queste cose. Per mettere in piedi lo spettacolo che arriverà in paese si sono affidati ad un promoter … tale Jim Bush , che bazzica da anni in questo campo. !”. “ Però … sei molto informato “ esclamò la moglie . “ Se ne è parlato poco tempo fa e forse la ragione che mi sono perso era che dovessero venire in città !” rispose il marito. “ Dovrebbe essere un bello spettacolo “ disse lei “ Andiamo a vederlo ? “. “Certo … se ti fa piacere “ rispose lui “ Innanzi tutto vediamo quando arriva e i relativi orari e poi ci organizzeremo sicuramente. A proposito … cosa si mangia di buono e bello adesso ? “. “ Per stasera ho preparato una cosa che so che ti piace : il chili “ disse lei. “Wow “ esclamò il marito “ Si si …mi piace molto. E’ anche uno dei piatti preferiti del tenente Colombo !” e rise. Poco dopo si misero a tavola e mangiarono con appetito il buon piatto messicano. L’ora di andare a letto giunse molto velocemente e si prepararono per le consuete otto ore di sonno. Oggi era stata una giornata particolarmente afosa e le temperature avevano superato i trenta gradi … quindi accesero il loro condizionatore per poter dormire tranquillamente. E così fecero. Il risveglio fu abbastanza sereno : quando si dorme bene per tutta la notte , ci si sveglia sempre in perfetta forma. Ellery si diresse in bagno , si lavò e si diede una bella rasata alla barba. Bello sbarbato si riscaldò il suo american coffee … lo bevve e si diresse in macchina per andare al lavoro. Una giornata di conti e scartoffie lo stava aspettando. Ricevette una telefonata : era Maurice , il direttore del Nord Tip : “ Ciao Ellery , so che a quest’ora sei in macchina e ho voluto farti un saluto . Qua tutto bene : nessun attentato e nessuna ritorsione . La struttura sta lavorando molto bene e abbiamo il tutto esaurito. Qua ti salutano tutti e ti augurano una buona giornata!” . “Che sorpresa “ disse lo speaker “ Grazie della chiamata . Mi fa piacere sentirti e apprendere che le cose vi stanno andando bene. Avete avuto due periodi molto complicati ma adesso le cose si sono risolte !” . “Già “ riprese il direttore “ E grazie a tutti voi che ci avete dato una mano !” . “ Lo abbiamo fatto volentieri “ riprese El “ L’importante è che tutto sia a regime . Quanto mi mancano le mangiate che mi facevo da voi . Troppo buone. Il cuoco e’ sempre lo stesso ? “ . “Si “ rispose l’interpellato “ Abbiamo sempre lo stesso e ne siamo soddisfatti . Quando vieni a trovarci ? “ . “ Non penso che a breve riusciremo ma non escludo tra qualche mese di poter riuscire a farvi visita . Saluta tutti : sono arrivato al lavoro. Ciao Maurice . “ e riattaccò. Si erano sempre trovati bene alla struttura del Nord Tip e in un paio di volte avevano risolto altrettanti casi intricati che avevano risollevato le stagioni dell’hotel. Si tenevano spesso in contatto e questo allo speaker faceva molto piacere. Non era esclusa una loro ulteriore calata in futuro. Timbrò col badge e iniziò a lavorare. Candy era rimasta a letto un qualcosina in più ma nel frattempo si era alzata anche lei e dopo colazione si era messa a riassettare un pò la casa. Stamattina era anche giorno del settimanale mercato e se riusciva avrebbe avuto piacere a fare un giro . In inverno era una valida alternativa alla poca varietà di materiali presenti nei pochi negozi rimasti aperti ma in estate questo problema non sussisteva : era solo puro divertimento nel girare tra le bancarelle e fare due chiacchiere con qualche conoscente . Clienti abituali erano sua figlia Barbra con i nipotini Nick e July che come sempre incontrò . La location del mercato era il boulevard principale … un lungo serpentone che vi si snodava dentro. I banchi erano tutti allegri e colorati e in essi vi si trovava veramente di tutto. C’era tantissima gente che partecipava all’evento e il capitano Tody mandava sempre un paio di agenti a pattugliare il luogo per controllare semplicemente che tutto andasse per il verso giusto. Era una giornata soleggiata e l’evento ebbe gente sin dalle prime ore del mattino. C’era chi non andava al mare o ci andava solo dopo avervi fatto un giro. Dopo aver terminato il proprio tour durante il quale riuscì a trovare un paio di sandali estivi , Candy tornò a casa per cambiarsi velocemente ed andare al lavoro. Nel frattempo appena fuori paese in una vasta area , stavano arrivando i primi camion del Magic Rodeo Show. Le prime persone ad arrivare furono l’operaio Bernie Cock e il tuttofare John Cooper. Tarchiato il primo … alto e snello il secondo. Avevano rispettivamente 30 e 50 anni. Entrambi castani. Il resto della troupe sarebbe arrivato a scaglioni. In serata sarebbe calato in paese anche lo speaker dello show : Gavin McCoy. Era un ragazzotto californiano di 35 anni , biondo , alto 1,80 con un tatuaggio di un surf sulla spalla destra. Aveva un passato radiofonico anche a livello nazionale e adesso era stato ingaggiato da qualche stagione per presentare lo spettacolo. Era assolutamente bravo e capace. Intanto la crew aveva già cominciato a scaricare parte del materiale che sarebbe servito per costruire l’arena e le tribune. Nello spettacolo era anche presente una vera carrozza western e ovviamente tanti cavalli che facevano da cornice allo spettacolo. Era qualche anno che lo spettacolo girava l’America e riscuoteva ovunque un lusinghiero successo di pubblico ma anche di critica. Tutto il cast sarebbe stato presente nella nuova serie che Bruce Knotts aveva in mente anche se l’operazione risultava essere ancora in uno stato larvale e dai contorni incerti. July Pearl , che in passato aveva avuto una breve storia d’amore con l’attore , era impaziente di tornare sulle scene … quelle importanti. Non lavorava in televisione da un pò di tempo e le sue finanze non versavano in un ottimo stato . Anche Ben Lopez sognava delle ribalte ben più lusinghiere che le attuali che gli servivano solo per potersi mantenere quasi dignitosamente e niente di più. Anche per lui le porte dello show business erano chiuse da anni e il pubblico pareva essersi dimenticato di lui. Come in ogni carovana si conoscevano tutti e cercavano ognuno per la sua parte di essere utili allo show anche perchè al momento per molti quello era anche l’unico sostentamento economico. Gli operai addetti stavano già montando qualche attrezzatura e si preparavano ad accogliere il resto del cast che sarebbe arrivato con i loro camper e roulotte. Era come una piccolissima cittadina che stava prendendo forma. C’era anche l’aspetto promozionale con tanti gadgets che si sarebbero venduti nelle varie bancarelle. Anche quelle sarebbero arrivate a brevissimo. Intorno a questo spettacolo ruotavano tanti interessi economici che non erano per niente secondari … anzi. Nel frattempo era arrivato in città anche Bruce Knotts e una piccola folla di giornalisti locali e dei paesi vicini si era radunata davanti al suo camper per fargli qualche domanda : iniziò Ben Canteri della locale gazzetta di Puka Beach : “ Buongiorno signor Bruce. Prima di tutto le auguro il bene arrivato da parte del nostro paese. Volevamo sapere cosa la porta dopo tanti anni a girare ancora per tutti gli Stati Uniti con questa prestigiosa carovana e a che punto è il suo progetto di riprendere in mano la vecchia serie televisiva Il Vecchio west di frontiera e farne un seguito !”. “ Grazie mille per l’accoglienza “ rispose l’attore”Diciamo che è la passione che mi fa tenere vivo questa attività e poi ad ogni tappa riesco sempre a devolvere qualcosa in beneficenza e mi fa piacere poter aiutare chi ha di bisogno specialmente i bambini. Di questo si occupa il mio tuttofare John Cooper. Per ciò che riguarda la serie televisiva io sono fermamente convinto che non abbia età e che il pubblico si appassionerebbe nuovamente a questo genere di programma. In tanti del cast originale saranno con noi e qualcuno è con me in questo show come Ben Lopez e July Pearl.”. Prese la parola Johnatan Ritter di Puka Beach Magazine : “ Buongiorno e bene arrivato anche da parte mia . Come riuscite a mantenere vivo l’interesse della gente per uno spettacolo simile ? “. “ Beh ….è abbastanza scontato . “ rispose Bruce “ Il genere western se non come una volta … è sempre amato dalle persone e noi puntiamo su questa operazione nostalgia che sono sicuro che funzioni sempre . Inoltre cerchiamo sempre di variegare le storie e renderle sempre diverse. E’ un’operazione impegnativa ma che funziona sempre !” . L’attore rispose ad un altro paio di domande e si ritirò all’interno del suo camper. Proprio in quel momento arrivò anche Ben Lopez . Qualche cronista si ricordava di lui anche se era un caratterista e gli rivolse comunque un paio di domande : “ Buongiorno. Lei è sempre stato specializzato in ruoli da caratterista e anche in questo show fa la spalla a Knotts . Non le è mai pesato?”. “ Mah “ rispose lui “ Ho avuto per anni la fortuna di poter fare il mestiere di attore e posso ritenermi fortunato di averlo fatto. La mia faccia ben si conformava a questi ruoli e non è mai stato un problema per me adattarmi in quello che l’industria cinematografica mi aveva oramai catalogato. Ho guadagnato e guadagnato anche bene per un periodo : non posso lamentarmi !”. Seguirono altre domande e poi si spostarono da July Pearl che aveva appena parcheggiato il suo camper : “Buongiorno ! “ disse un cronista “ E’ bello trovare anche lei in questo show . Non è che questa sia anche l’occasione per stare vicino ala sua vecchia fiamma Bruce ? “. “ Ah ah “ rispose ridendo lei “ Questa è una storia vecchia oramai di anni e anni e diciamocelo francamente … era stata anche romanzata un pò per far crescere gli ascolti dello sceneggiato. Io e Bruce ora siamo ottimi amici ma niente di più … ve lo assicuro. Non troverete nessun gossip nel nostro show !” . “ Lei ha 45 anni ed è ancora più bella di venti anni fa : quale è il suo segreto ? “ chiese un altro cronista . “ La risposta è semplice “ disse lei “ Faccio una vita sana … un pò di sport e mangio ottimi cibi. Non ho un nuovo amore che mi rende così se è quello che volete sapere “ e rise. Le interviste si conclusero e i cronisti lasciarono il parcheggio dell’arena. Nel frattempo gli operai stavano continuando il loro lavoro agli ordini di Bernie Cook che coordinava sapientemente il tutto. Tra un paio di giorni sarebbero iniziati gli spettacoli … uno al pomeriggio e uno alla sera. L’indomani sarebbe già iniziata la prevendita. Il biglietto poteva acquistarsi sia on line che di persona, presso l’apposito spazio dedicato . L’arena era ampia a spaziosa e c’era spazio per tutti . Le tribune potevano contenete circa 350 persone e il biglietto costava 10 dollari. Nel lato più corto del rettangolo che la componeva non esistevano posti a sedere e il biglietto costava 5 dollari. I guadagni non erano stratosferici e nessuno di loro si poteva definire un riccone . L’unico che guadagnava più degli altri era Bruce Knotts che aveva avuto l’idea dello spettacolo e quindi come ideatore aveva depositato il suo diritto di proprietà presso le sedi del caso per ottenerne il copyright. Ma rimaneva comunque una persona generosa riconoscendo al resto della troupe un onesto stipendio e come abbiamo visto devolveva anche una piccola parte dei suoi introiti in beneficenza. La giornata per la nostra coppia invece era ben diversa dallo scintillio sfavillante del Magic Rodeo Show e si stava lavorativamente parlando … avviando al termine. Lei era già a casa mentre lui era in viaggio sulla sua utilitaria verso il paese. Erano le 17,30 e a quell’ora le strade erano sempre abbastanza libere : ancora dovevano iniziare i movimenti da centro paese alle colline e viceversa. Passò davanti ai due Motel ed ebbe l’impressione che fossero con tantissima gente … a vedere anche dalle due piscine che erano veramente strapiene . Passò davanti anche al Little Cabbage che di li a poco avrebbe cominciato ad aprire i battenti. Per la serata decisero di andare a mangiare al Surfers di J.Luke . “Ciao ragazzi “ disse il boss quando li vide entrare “ Era qualche giorno che non ci si vedeva. Tutto bene ? “. “Ciao” rispose lei “ Si si … tutto bene . E siamo venuti con il preciso intento di mangiare una buona pizza … delle tue !” . “Siete capitati allora nel posto giusto! ” disse il padrone “Accomodatevi che vengo a prendere l’ordinazione !”. C’era un tavolino da due nel plateatico esterno e si accomodarono lì nella speranza di avere un pò di refrigerio con la leggera brezza che stava soffiando. La pizza fu come sempre ottima e leggera e la mangiarono molto volentieri. Il Surfers era il locale che frequentavano maggiormente essendo anche il più vicino alla loro abitazione ma a parte quello aveva una pizza veramente super. Quando invece avevano voglia di pesce … andavano al Pacific Fishes che era poco distante . Lui terminò la serata con un amaro e lei con una coca cola piccola per dissetarsi. Era consuetudine per lui scherzare col cast del locale : ordinava un amaro qualunque e poi si divertiva ad indovinarne la marca . E andavano avanti così ridendo e scherzando su questa buffa competizione. Andarono a letto che erano le 22,15 mentre la movida in centro paese era al suo top. Anche questa sera i locali avevano prodotto un soddisfacente sold out a 360° e i turisti erano ovunque. Buoni affari anche per il resto dei negozi presenti. La categoria che ancora stava lavorando bene e avrebbe continuato così sino a mezzanotte era quella dei bar . Le orde di surfisti presenti nel paese consumavano litri di birra facendo tintinnare i vari registratori di cassa alla grande. Come sappiamo gli unici inconvenienti da segnalare erano quelli legati a qualche birra di troppo e anche adesso la situazione non era cambiata : nonostante il costante pattugliamento da parte degli uomini di Tody ci furono un paio di episodi fortunatamente sedati alla svelta proprio dalle due pattuglie presenti nelle strade. I surfisti non erano cattivi ma quando bevevano un pò di più … diventavano talvolta aggressivi . Qualche volta venivano prelevati e passavano la notte in cella al commissariato : al mattino erano docili come agnellini e tornavano sulle loro tavole da surf … innocui. Una nuova giornata si stava concludendo e si avviava ad essere tra le più proficue economicamente per il paese. L’ultima serranda calò alle 00.25 e fu quella del Bar Game Over … specializzato in birre di tutte le marche. Una bella dormita ricaricò le batterie della coppia che si svegliò pimpante alle prime ore del mattino. Lui come di consueto si recò al lavoro e alle 7,25 era già sulla sua nuova utilitaria rossa. Come sempre a quell’ora la dorsale era abbastanza trafficata non tanto dai turisti ma da quelle persone che stavano andando a lavorare o nella zona agricola o nella zona industriale. Erano molto ampie entrambe e si estendevano tra il paese e le colline della piccola cittadina. Davano lavoro alla quasi totalità degli abitanti di Puka Beach o almeno quelli che non avevano proprie strutture lavorative all’attivo. Erano quindi un cuore pulsante per l’economia del paese … che se no appoggiava le spalle esclusivamente sulla stagione estiva che era sempre un toccasana per l’intera comunità. Inoltre la presenza di quelle due aree davano la possibilità di comperare in paese tanti prodotti a chilometro zero in quanto le fabbriche e gli agricoltori vendevano ad un prezzo molto minore di quello a mercato alle varie strutture di Puka Beach. E anche questo aiutava a passare una stagione difficile come quella invernale. Nel frattempo in paese avevano finito di montare tutte le strutture al Magic Rodeo Show . “Senti Cooper “ esclamò Bruce “ Dobbiamo fare un primo spettacolo d’effetto. Per quando entrerò in arena , allentami la cinghia della sella in modo da fare una spettacolare caduta durante lo show. Farò impennare il mio cavallo e poi cadrò a terra . Ci sarà sensazione e la stampa accorrerà a vedere quello che è successo e creeremo tanta pubblicità all’avvenimento !”. “Non preoccuparti “ disse l’interpellato “ So come fare : vai tranquillo . Tu pensa solo a non farti male quando cadi. !” . “ Ce la metterò tutta … ma in caso mi facessi male mi sostituirai tu nello show : col bavaglio davanti alla faccia la gente non ti riconoscerà assolutamente !”. “ Va bene “ disse Cooper“ E’ già successo altre volte e andrà tutto bene … ma tu pensa a non farti male , principalmente!” e lo salutò. Andò nel suo camper e fu raggiunto da Cook proprio mentre stava contando dei soldi presenti in una piccola cassetta di sicurezza : “ Questa è la mia pensione “ disse John “ I risparmi di una vita !”. “Però” esclamò Bernie “ Hai risparmiato bene “ Ci saranno cinquantamila dollari lì dentro !” . “Mi raccomando : non farne parola con nessuno “ si raccomandò il tuttofare. “ Non preoccuparti : manterrò il segreto “ concluse il collega “ E fammi sapere quando e se sostituirai Bruce , che verrò volentieri a vederti !” . Nel frattempo July Pearl era nella sua roulotte a pensare come truccarsi per il primo show che avrebbe avuto luogo nel pomeriggio alle ore 16. Intanto in arena c’era lo speaker Gavin McCoy che stava provando le parti parlate dello show : era di vitale importanza avere una narrazione che supportasse le scene di azione dello spettacolo. La presenza di una voce diciamo importante …. era una cosa molto utile nello show e Gavin era un ottimo speaker che sapeva fare e bene il suo mestiere. Il promoter Jim Bush aveva passato la mattinata in paese in vari uffici a sbrigare la burocrazia del caso ed ora stava tornando in arena. Ben Lopez , il secondo attore stava ripassando la parte a cavallo e si trovava nel mezzo dell’arena . Tutti si stavano preparando scrupolosamente per lo spettacolo : era la prima … e doveva andare tutto per il verso giusto. Bruce aveva organizzato qual piccolo stratagemma per attirare l’attenzione . Nonostante fosse caduto un pò nel dimenticatoio era pur sempre un’icona americana molto amata dal pubblico che si ricordava ancora di lui seppure in maniera minore . Un pò di pubblicità aggiuntiva allo show era quello che ci voleva per tornare per un pò sotto i fari della ribalta. Sotto l’abile regia di Knotts sarebbero sicuramente riusciti nell’intento . L’atmosfera in arena era veramente carica e tutti erano convinti che sarebbe stato un bello spettacolo. Nel frattempo Candy si stava preparando per andare al lavoro : era una consuetudine che si ripeteva ogni mattina. Si vestiva leggera perché l’afa in estate era spesso fastidiosa. In questa stagione il ristorante aveva anche uno spazio esterno e questo implicava un gran bel correre tra le due sale da parte delle cameriere . Un abbigliamento consono era assolutamente necessario per evitare abbondanti sudate. Da Ellery invece l’ambiente era chiuso, senza finestre ma era climatizzato e quindi si stava bene. Si era portato da casa un paio di piccoli panini fatti con un pan bauletto e una manciata di frutta. La pausa arrivò presto e si mise a mangiare : spazzolò tutto dimostrando un buon appetito. Il resto del tempo lo impiegò per aggiornare qualche spazio internet che gestiva per conto di altri e per conto suo. Tra questi c’era anche una pagina ufficiale dedicata al reality show di Jade Fever che raccontava le vicende della famiglia Bunce , che erano minatori. Era molto orgoglioso di questo spazio internet in quanto aveva la completa approvazione di Claudia …. la protagonista. Gli altri erano un paio di spazi musicali, il sito ufficiale di Ellery e qualche struttura che si era affidata a lui per la gestione delle proprie pagine Facebook. Lui ci metteva sempre molta passione a fare tutto ciò e si divertiva molto perché poteva metterci del suo e questo a lui faceva molto piacere. Nel frattempo da Mario eravamo al punto top del pranzo con il maggior afflusso della giornata : tantissima gente che stava mangiando e chiacchierando sia dentro che fuori. Il tutto si sarebbe tradotto in un buon incasso per la felicità della proprietà. Ma in generale tutta la ristorazione stava andando a bene in questo periodo sia in paese che fuori . Alle ore 16 nel frattempo stava per iniziare il Magic Rodeo Show : Gavin McCoy stava annunciando i nomi del cast che stava per andare in scena. Ci mise tanto entusiasmo e trasporto e tirò subito il pubblico dalla loro parte. Ed entrò in scena la carrozza … guidata da Ben Lopez con accanto July Pearl . Immediatamente fu attaccata dai banditi : tra questi c’era anche John Cooper … un po’ tutti della crew partecipavano allo spettacolo. Quando la piccola carovana dei buoni stava per soccombere ai cattivi ecco entrare in pompa magna … Bruce Knotts. Con una bella cavalcata raggiunse la banda degli assalitori e con qualche colpo di pistola li fece fuggire . Per festeggiare impennò il suo destriero e qui successe il patatrac : la cinghia allentata fece scivolare la sella e di conseguenza cadere il cavaliere. L’attore non era uno stunt e non cadde bene e prese una bella botta alla spalla destra , rimanendo quasi tramortito per qualche secondo. Lo show fu subito interrotto e arrivò subito il dottore della produzione . Bruce fu rimesso in piedi e salutò con entusiasmo il pubblico che lo stava acclamando. Fu portato nel suo camper e qui messo a riposo e visitato più approfonditamente da chi di dovere che non fece altro che prescrivergli una pomata e del ghiaccio da applicare alla spalla dolente. Erano le 17 e già fuori dal mezzo si erano accalcati dei giornalisti che volevano avere notizie di Knotts. Dopo un pò arrivò anche una televisione locale e in tarda serata anche quella di un canale nazionale. Le altre tv si sarebbero appoggiate alle riprese dell’emittente locale che gli aveva concesso di usufruire dei diritti delle immagini. Tutto stava andando come nei piani previsti dall’attore . Solo che la caduta era stata un pò troppo rovinosa. Nel frattempo era arrivato anche il capitano Tody a fare delle indagini sull’incidente . C’era sufficientemente spazio tra i due show per poterle svolgere . “ Buongiorno “ si presentò al cast “ Sono il capitano di questa città. Volevamo dare un’occhiata in giro per capire se ci sia del dolo in quanto è successo. “. “Prego : accomodatevi !” disse Jim Bush “ Siamo a vostra disposizione !”. Tody aveva già chiamato Ellery e lo aveva pregato di raggiungerlo in arena e puntualmente si presentò all’appuntamento : “ Salve capitano “ Cosa è successo ? “ . “ Sembra … “ rispose lui “ Che durante lo spettacolo , un cavaliere sia stato sbalzato dal suo cavallo e sia scivolato in terra. Siamo qua per verificare cosa possa essere accaduto. Stavo andando a visionare sella e cavallo . Andiamo !” . Si diressero quindi alle stalle dove era stato rinchiuso l’equino. Entrarono … seguiti dal tuttofare Cooper che era abituato a trattare con quella tipologia di animale. Il cavallo pareva tranquillo : si informarono da John su come erano andate le cose e lui rispose : “ Lo show stava andando come sempre . I buoni stavano vincendo sui cattivi e in segno di festeggiamento Bruce stava facendo impennare il cavallo quando è caduto a terra. Non è stata una bizza dell’animale : era una mossa che veniva eseguita sempre ad ogni spettacolo … fatta e rifatta decine e decine di volte . Stavolta qualcosa è andato storto!” . “Possiamo esaminare la sella ? “ chiese Ellery . “ Eccola “ rispose l’interpellato “ La abbiamo appesa là “ e indicò la parete di destra. Tody cominciò ad esaminarla e ben presto scoprì che la cinghia era stata segata : “ Qua siamo in presenza di un attentato in piena regola “ disse “ E’ evidente che la cinghia della sella sia stata manomessa . Adesso la prendiamo e la portiamo in centrale per metterla agli atti e esaminarla. Ellery … mi daresti una mano ? “. La caricarono nel baule della macchina e poi tornarono in arena per cercare di scoprire qualcosa . Non emerse niente di particolare : il fondo era sabbioso e il passaggio dei cavalli e della carrozza aveva reso indecifrabile qualsiasi traccia. Intanto si era sparsa la voce della cinghia segata e Knotts chiamò Cooper nel suo camper : “ Senti John , mi è giunta voce che la cinghia sia stata segata e non allentata! “ . “Non so cosa dirti “ disse lui “ Io mi sono limitato ad allentarla e basta : non ho fatto altro … ti do la mia parola. Non so chi abbia potuto manometterti la sella … non ne ho idea ! “ . “Brutta faccenda : qualcuno ce l’ha con me ?” . “Non saprei “ disse Cooper “ Qua siamo come una grande famiglia e ci conosciamo tutti e mi riesce difficile pensare che possa essere successo tutto ciò !” . “Tu comunque tieni gli occhi aperti “ esclamò l’attore “ Che non si sa mai !” . Sentirono bussare alla porta del camper : era July che voleva sincerarsi delle condizioni della sua ex fiamma . La fecero entrare e John uscì. Lei disse : “ Come stai Bruce ? “. “Diciamo che ho vissuto dei tempi migliori “ rispose “ La spalla mi fa molto male e non so se il ghiaccio riuscirà a sfiammarla. La mia partecipazione allo show è in dubbio ma deciderò all’ultimo momento . Nel frattempo ho visto tanto interesse per ciò che riguarda la stampa e un po’ di pubblicità non guasta mai!” . “Cerca di riguardarti “ disse lei “ Dimmi se ti serve del ghiaccio !” . “ Al momento sono a posto così “ rispose Bruce “ Comunque ne ho ancora un poco nel frigo e utilizzerò quello . Adesso mi riposerò un pò e vediamo se prima delle 21 … sarò in grado di partecipare allo spettacolo !”. Cook stava parlando fuori con Cooper : “ Caro John mi sa che Knotts sia in dubbio per stasera . Vuol dire che come è successo in passato sarai tu a sostituirlo . Fammi sapere se salirai tu sul cavallo … sai che ci tengo !” . “ Non preoccuparti “ esclamò l’interpellato “ Ti avviserò sicuramente . Adesso devo andare a riordinare le stalle … a dopo!”. Qualche giornalista ancora pattugliava in zona alla ricerca di un qualcosa da poter pubblicare. Ellery era tornato a casa e raccontò alla moglie quello che era successo : la loro presenza allo spettacolo era prevista per la serata e bisognava prepararsi e mangiare qualcosa di veloce. Avevano comperato i biglietti il giorno prima per una tribuna e così avrebbero potuto godersi lo show in prima fila. Nel frattempo i minuti passavano. Il paese si stava avviando verso una nuova serata. Il Pacific Fishes di Max e Paula faceva sempre degli ottimi incassi e grazie anche alla maestria del maitre Celestine aveva sempre uno zoccolo duro di clientela che gli permetteva di avere buoni introiti. Il Blinedo e il Little Cabbage avevano lavorato benissimo a mezzogiorno e per loro sarebbe stata una serata tranquilla. Idem per il Jug Master : rimanendo un pò ai margini era tagliato fuori dalla movida notturna. Avrebbero lavorato bene invece sia il Two Lakes che il Green Pine : rimanevano lontano dal paese ma potevano contare su tanti ospiti delle colline che li sceglieva per un clima più fresco … ma avevano anche una buona clientela proveniente dal paese. Il Surfers lavorava bene sia a mezzogiorno ma ancor più alla sera. Insomma … la ristorazione di Puka Beach viaggiava a mille. Era stata una buona giornata comunque anche per il resto dei negozi : il bazar di Dino Cardoni stava ancora lavorando a pieno ritmo e anche il negozio di articoli sportivi di David Wilson. Ellery si trovava a casa e stava dando un occhio ai suoi spazi internet ai quali era molto affezionato mentre Candy stava preparando una cena veloce che permettesse poi di andare a vedere il Magic Rodeo Show. A cena stavano guardando il notiziario locale e fu dato ampio spazio all’incidente occorso a Bruce Knotts. Ci fu anche una breve intervista con lui. Anche sul canale nazionale in coda alla edizione del tardo pomeriggio ci fu un piccolo spazio dedicato all’accaduto : l’attore era riuscito nel suo scopo e infatti le prevendite dei biglietti per lo spettacolo dei giorni seguenti stavano andando a ruba e si stavano dirigendo verso un pregevole sold out. Era stato fatto del puro marketing anche se qualcosa era andato un pò storto e l’attore aveva rimediato una botta più forte del previsto. Inoltre c’era anche il fatto che avevano in mano il mistero delle sella con la cinghia tagliata e questo era un bel dilemma . Chi avrebbe potuto sabotarla ? Era una domanda che Ellery si era fatto più volte ma senza darsi una risposta. Tody stava indagando e avrebbe fatto del suo meglio per giungere ad una soluzione . A meno che non si trattasse di semplice usura : ma se uno del mestiere come il capitano aveva detto che era stata segata … c’era da credergli assolutamente. L’ufficiale comunque avrebbe piazzato un paio di uomini in arena per sorvegliare che tutto andasse per il meglio. Lo speaker ricevette una chiamata da suo cugino : “Ciao . Volevo solo dirti che domani dovremmo riuscire a calare a Puka Beach per una settimana . Se riesci mettimi in funzione la caldaia … giusto per vedere se funziona perfettamente . Non servirà molto in estate ma meglio averla a disposizione. Inoltre se riesci ad arieggiare un poco l’appartamento non sarebbe male … è chiuso dalla scorsa primavera. Rosa vi saluta !”. “ Certo “ rispose El “ Domani mattina prima di andare al lavoro controllo la caldaia e lascerò le finestre aperte a vasistas che siete al secondo piano e nessuno dovrebbe arrivare a quell’altezza. Se arrivate in mattinata poi le spalancherete e arieggerete ancora meglio. Fate buon viaggio e a proposito … ti devo raccontare una cosa …!” e gli spiegò cosa era successo in arena. Il cugino si mostrò ovviamente interessato ed era contento di cascare a fagiolo per una nuova indagine. Anche quella coppia aveva collaborato in passato con la locale polizia : non in tutte le indagini era riuscito a farlo … ma in tante si ed erano ben conosciuti anche loro da Tody e i suoi collaboratori. Ellery abitava in loco e per lui era più facile essere utile in tempo reale mentre Mario abitando lontano non sempre riusciva a coniugare bene le ferie lavorative con le improvvise puntate a Puka Beach. Stavolta sembrava riuscire a venire e il cugino ne era molto contento. Si prepararono quindi a raggiungere l’arena dello spettacolo che si trovava a circa 5 minuti di macchina. Il parcheggio era ampio e spazioso e riuscirono a trovare posto abbastanza agevolmente . Era nei giorni a seguire che ci sarebbe stato un significativo aumento di pubblico grazie alla pubblicità dei recenti eventi. Ma comunque qualcosa in più del normale come affluenza già si stava vedendo , per la felicità del promoter Bush che stava gongolando alla grande. Lo stesso stava facendo anche Bruce che aveva la maggior percentuale degli incassi essendo stato l’ideatore di questo tour. Nel frattempo le bancarelle appena all’interno della struttura stavano facendo affari d’oro : vi si trovava dalle foto autografate del cast sino ai DVD dello show … passando per vari gadgets classici quali portachiavi, pins e robe simili. Erano un paio di bancarelle e avrebbero sicuramente lavorato anche immediatamente dopo lo show quando la gente avrebbe voluto sicuramente portarsi a casa un ricordino di quello appena visto … fosse anche un semplice bavaglio da cow boy … che specialmente il pubblico più giovane … adorava. La nostra coppia arrivò in arena per le 20,40 e si accomodò in tribuna . Avevano preso dei posti numerati per non correre il rischio di dover affrontare la calca tipica di questi avvenimenti . Erano i posti migliori ed erano perimetrati da un cordone di plastica che ne delimitava il contenuto. Intorno a quella isola vi erano i posti senza numero e della serie : chi prima arriva meglio alloggia. Erano in una posizione centrale … sul sesto settore a partire dal basso … una ottima postazione sicuramente. Alle 21,05 iniziò lo spettacolo con la voce professionale e tranquillizzante di Gavin McCoy che stava elencando i nomi del cast e come si sarebbe svolto lo spettacolo. Al nome di Bruce Knotts ci fu un boato : l’icona era sempre ben viva e vegeta nei ricordi del pubblico. Ottima accoglienza anche per July Pearl. Qualche applauso anche per Ben Lopez … l’indimenticabile caratterista del cinema western americano. In generale … ottima accoglienza per tutto il cast : il paese stava rispondendo bene all’evento. Ed ecco con un sottofondo musicale tipico del genere … entrare la carrozza . Un paio di stunt esegurono qualche numero di abilità su di essa e quindi si rimisero a sedere accanto alla graziosa July . Ecco arrivare i cattivi pronti per attaccare la diligenza. Cominciò un vorticoso inseguimento che portò i banditi a raggiungere il mezzo con una prima attrice che urlava di paura per l’aggressione. Ma ecco arrivare in gran spolvero , l’eroe di turno … che con il suo bavero calato sulla bocca si stava mettendo all’inseguimento della carovana per liberare l’eroina dello show. Cominciò una fitta sparatoria e ad un certo punto l’eroe cadde a terra … e lì rimase immobile. La gente pareva non capire cosa fosse successo. Ben Lopez fermò immediatamente lo spettacolo e Ellery cominciò a sospettare qualcosa di brutto e chiamò subito Tody : “ Capitano venga subito al rodeo … possibile omicidio !” . “ Volo … arrivo subito “ rispose l’interpellato. Nel frattempo in arena erano presenti già un paio dei suoi uomini che intervennero immediatamente : erano gli agenti Bradshaw e Canelli. Lopez si era avvicinato al corpo esanime in terra e stava per toccarlo ma fu fermato dai due poliziotti che chiesero immediatamente l’intervento di un medico, che arrivò subito. Erano attimi concitati con il pubblico presente che faticava a focalizzare la situazione anche se immaginavano che fosse successo qualcosa di brutto. C’era tutto il capannello del cast che aveva tirato dei teloni intorno al corpo in terra per una questione di privacy : la gente in arena poteva solo vedere qualcosa dai punti più alti delle tribune. A sirene spiegate era arrivato anche Tody : il medico stava ancora analizzando il corpo che era rivolto a faccia all’ingiù e non lo aveva ancora girato. Nessun altro a parte il dottore aveva potuto avvicinarlo e quest’ultimo ne aveva solo constatato la morte. Nel frattempo Ellery aveva raggiunto l’ufficiale in arena , riconosciuto dai suoi uomini. Il capitano scoperse il cadavere . Lo rigirò e gli tolse il bavero : “ Ma non è Bruce …. si tratta di John Cooper “ esclamò Ben Lopez “Come mai c’era lui al posto del boss ? “. “Qualcuno mi vuole spiegare qualcosa ? “ esclamò Tody. “ Vede “ disse July Pearl “Questa veste è da sempre regno incontrastato di Knotts . Era il ruolo principale … quello dell’eroe che salva la carovana . C’è solo una spiegazione a tutto questo … !” . “ E quale sarebbe?” domandò Ellery . “Semplice “ riprese Lopez “ Che la spalla di Bruce non ce l’abbia fatta ad andare in scena e senza dire niente a nessuno i due si siano accordati per uno scambio di ruoli. A questo punto andate a cercare il primo attore e vedrete che lo troverete nascosto da qualche parte in attesa della fine dello show. Probabilmente non è stato ancora informato di quello che è successo !”. Fu Jim Bush che andò alla sua roulotte e lo prelevò da lì per portarlo in arena : “ Non ci posso credere “ rispose lui “ La mia spalla non mi aveva permesso di prendere parte allo spettacolo e mi ero accordato con John affinché fosse lui a sostituirmi in scena . Era già successo un’altro paio di volte in passato quando stavo poco bene . La nostra corporatura è simile e con bavero e cappello calcato in testa nessuno si sarebbe mai accorto della sostituzione. Sono esterrefatto. Si sa come sia stato ucciso ? “ . “Con un colpo di pallottola “ disse l’ufficiale “ … Che lo ha colpito al petto non lasciandogli scampo. Deve essere stato sparato quando in scena c’erano altri colpi di pistola o fucili in modo da confondersi !”. “ Pensate che qualcuno abbia voluto tentare di uccidere me ?“ esclamò Bruce . “ Ci saranno delle indagini che stabiliranno esattamente quanto sia successo. Intanto vi prego di non lasciare la zona e di rimanere a disposizione. Dopo vi interrogheremo tutti ! Adesso sgomberate la scena : c’è un cadavere da rimuovere. Abbiamo già chiamato l’ambulanza e sarà qui a brevissimo!”. Il mezzo arrivò e tra l’incredulità di tutti prelevò il corpo , lo caricò in macchina e lo trasportò all’obitorio. “ Senti Bruce “ esclamò July mentre rientravano all’area camper “ Pensi davvero che qualcuno volesse uccidere te e non Cooper?”. “ Non so che dirti “ disse lui “Non ho idea di quello che poteva succedere . Mi sento un miracolato e di questo ne sono contento ma mi dispiace per John. Quelle rarissime volte che ero stato male in passato mi aveva sostituito lui in quella scena e tutto era andato sempre per il verso giusto. Non capisco veramente cosa non abbia funzionato. Non ho idea se qualcuno abbia voluto uccidermi e per sbaglio abbia ammazzato John! Adesso son troppo addolorato per quello che è successo. Tra non molto avremo giornalisti e televisioni da tutto lo stato che vorranno intervistarci . Volevo si un pò di pubblicità … ma non in questo modo ! Adesso July , vai a riposare un poco . Tra poco arriverà anche la polizia ad interrogarci. Io farò lo stesso !” e si salutarono. Lo speaker Gavin McCoy fu l’ultimo a lasciare l’arena . Aveva cercato di tranquillizzare il pubblico presente e alla fine lo aveva fatto defluire in maniera ordinata e composta fuori dall’area. Il capitano era ancora dentro con i suoi uomini. Stavano finendo tutti i rilevamenti : “ Canelli … ricordami domani di far diramare un comunicato a tutta la popolazione. Chi sarà in possesso di una qualsiasi ripresa del momento incriminato dello spettacolo è pregato di farcene avere una copia, sia da telefonino che da videocamera. !” . “ Va bene capitano” rispose l’agente “ Domani mattina provvederò immantinente!”. Il capitano esaminò attentamente tutta la pavimentazione dell’arena alla ricerca di un qualche indizio che potesse essergli utile. Fece lo stesso anche Ellery con Candy che nel frattempo lo aveva raggiunto. Stavano guardando appena fuori dell’arena nella zona delle stalle e lui raccolse da terra un bossolo di un proiettile che era diverso da quelli che si sparano a salve durante lo show. Questo aveva la caratteristica chiusura a stella o margherita …. tipica dei proiettili veri : lo raccolse con un fazzoletto e lo portò al capitano : “Tody … forse abbiamo un’idea da dove l’attentatore possa avere sparato. Questo l’ho trovato laggiù in zona stalle. Probabilmente è da li che è stato sparato il colpo fatale. Tenga il bossolo !”. L’ufficiale lo prese e lo analizzò arrivando alla stessa conclusione dell’amico . “Dovremo anche controllare “ riprese l’ufficiale “ Se l’angolazione del colpo sparato coincide con la ferita che presumibilmente mi pare di capire che debba essere stata sparata quando Cooper aveva impennato il cavallo e mostrato bene in vista il petto!” . “Vedrà che i conti torneranno e che questa situazione si chiuderà velocemente e avremo con certezza il punto incriminato !” disse Ellery. Setacciarono ben bene l’arena e i dintorni per trovare eventuali altri proiettili sparati che non fossero a salve ma non ne trovarono. Avevano portato anche un rilevatore di metalli dalla centrale e lo utilizzarono. Ne trovarono tantissimi …. ma tutti non veri , usati per lo spettacolo come sempre succedeva durante lo svolgimento. Quando finirono la ricerca la polizia tornò in centrale raccomandando a tutti di non lasciare la cittadina e di rimanere a disposizione. Nel frattempo nell’area dei camper si erano assiepati un pò di giornalisti e qualche televisione … anche dei canali nazionali. “Buonasera signor Knotts “ incalzò un cronista “ Cosa ci può dire di quello che è successo ? “ . “ Non lo sappiamo ancora di preciso “ disse lui”So soltanto che è stato ucciso uno dei miei uomini migliori che si trovava nel posto sbagliato al momento sbagliato. Avrei dovuto esserci io a cavallo e ciò mi fa pensare che il bersaglio finale avrei potuto essere solo e soltanto io. Mi da molto da riflettere !” . “ Quindi lei pensa che il colpo di pistola fosse rivolto a lei ? “ disse un altro cronista . “ Si … come ho detto prima … penso di si anche se non riesco a pensare a nessuno che voglia uccidermi . Vado d’accordo con tutti e non ho nemici !”. “ Come pensa di proseguire lo spettacolo in queste condizioni ?“chiese un giornalista televisivo. “Ovviamente dobbiamo fermarci. Per noi sarà una gran perdita economica ma il rispetto per i morti viene prima di tutti. La polizia al momento ha sospeso qualsiasi attività sino a data da definirsi !”. Le domande continuarono per una decina di minuti poi le varie troupe si spostarono da Ben Lopez e da July . “ Signorina Pearl “ domandò un giornalista “ Cosa ne pensa che qualcuno abbia tentato di uccidere il suo ex fidanzato? “ . “ Prima di tutto “ disse lei “ E’ una cosa che va verificata. Poi questa e’ una vecchia storia risalente a oltre venti anni fa. Comunque mi spiace molto per Bruce e mi auguro che se fosse vera una cosa simile … nessuno ci possa più ritentare !”. “Cosa significa fermare lo show per lei ? ” chiese un altro cronista . “ Prima di tutto “ disse lei “ Dico che era giusto fermarsi per rispetto verso Cooper. In termini economici … noi siamo una piccola realtà che vive economicamente con gli spettacoli. Fermarsi significa perdere degli incassi !”. Passarono a Ben : “ Signor Lopez : dopo l‘incidente di questo pomeriggio a Knotts … stasera un altro incidente . Pensa ad un po’ di sfortuna o ad una maledizione !” chiese un altro giornalista . “ Non credo alle maledizioni “ rispose l’interpellato “ Ma a un pò di sfortuna … quello si. Non è stata una bella giornata e mi auguro di cuore che non ce ne siano altre così. Un conto è il set e un conto è la realtà e qua le cose sembrano essersi mischiate. Oggi abbiamo avuto un morto nel nostro cast : è una giornata triste e da dimenticare !” concluse . Ci fu ancora qualche domanda poi mano a mano la troupe giornalistica cominciò a diradarsi e a fare ritorno ai propri mezzi. Erano da poco passate le 24 e anche Ellery fece ritorno a casa con Candy : Tody aveva già parlato con i suoi superiori , come spesso faceva in questa occasioni , e gli aveva concesso di entrare per le ore 10,30 in modo da potersi fare una bella dormita ristoratrice. Ne avevano bisogno tutti e due. Andarono a letto stanchi e stremati dagli eventi. Cooper riposava nella cella mortuaria del cimitero e il suo corpo era a disposizione delle autorità competenti per tutti i controlli e analisi del caso anche se era oramai chiaro a tutti che era stato ucciso con un preciso colpo al petto che lo aveva ucciso pressoché all’istante. Il pensiero di questo corpo tormentava Ellery che lo aveva ancora ben delineato davanti agli occhi e gli dispiaceva molto per lui. Dormì quindi un poco agitato e si svegliò alle 8,30 piuttosto nervoso. Anche Candy si alzò e fece colazione con lui che prese un muffin con dell’american coffee e lei invece un caffè espresso con una brioche alla crema. Alle 9,30 lui uscì di casa : doveva passare per fare arieggiare l’appartamento del cugino e mettergli in funzione la caldaia interna . Appena arrivò spalancò tutte le finestre e poi si mise ad armeggiare all’apparecchio interessato che dopo che i termosifoni furono tutti sfiatati per eliminare residui di aria … fu rimessa in funzione. Tutto era andato per il meglio senza impedimenti : riuscì anche a fare un salto da Tody per sapere se c’erano novità … ma non ce ne erano. La produzione del Magic Rodeo Show era stata messa a riposo e questo al momento era tutto. Tutto il cast era confinato nell’area di parcheggio e stava riposando e si stava riprendendo dal forte shock emotivo al quale era stato sottoposto nella serata di ieri. July era ancora sconvolta da quello che era successo : non sapeva ancora se il bersaglio era stata la sua ex fiamma o meno e questo la agitava non poco. Ben Lopez si era convinto anche che chi ha colpito volesse colpire uno a caso del cast e quindi avrebbe potuto essere interessato anche lui. Le ipotesi erano tante e fantasiose e ognuno del cast ne aveva una. Tody era convinto di una cosa : che chi aveva sparato a Cooper era un buon tiratore e aveva fatto il suo lavoro in maniera impeccabile non mancando il bersaglio mobile. Non aveva niente in mano se non che il colpo fosse stato sparato dalla zona delle stalle e ad una prima ricostruzione … la direzione dello sparo era compatibile con quello che era successo. Quel luogo dovrebbe rimanere vuoto durante lo show : i cavalli sono tutti fuori o quasi e chi rimane dentro viene lasciato incustodito. “Una cosa “ pensò tra se e se Ellery “ Chi ha sparato il colpo conosceva i cavalli e questi conoscevano lui in quanto non sembrava ci fossero stati degli imbizzarrimenti durante lo show : chi ha sparato si è accomodato … ha scelto una posizione tranquilla e ha aspettato il momento giusto per eliminare Cooper !”. Questo pensiero lo accompagnò per tutto il viaggio verso il lavoro e ne parlò al telefono anche con il capitano che ne fu d’accordo. Quindi secondo loro la talpa proveniva dal cast anche se a sentire le parole di Knotts erano tutta una grande famiglia nella quale si volevano tutti bene . Eppure in questo caso qualcosa era andato storto. Lui entrò al lavoro e si tuffò immediatamente nelle sue scartoffie . Mario era in viaggio e sarebbe arrivato a destinazione in breve tempo . Un briefing con loro era previsto per le ore 18 a casa di Ellery che si rivelava sempre essere un buon quartier generale provvisorio in attesa di quella riunione finale al Surfers che spesso gli aveva spalancato gli occhi ed aveva loro permesso di risolvere dei casi intricati … e non. Il delitto era ancora caldo … gli elementi in mano erano comunque di non gran conto e si sperava che alla ripresa dello show che era prevista tra un paio di giorni , così aveva previsto il capitano , tutto fosse filato per il liscio. Il nostro speaker andò a mangiare un boccone al Two Lakes per la pausa pranzo e come sempre fu accolto dalla proprietaria Danielle. Suo marito Dominic era già nella sua postazione pizze pronto a sfornarne di buonissime. Le sorelle July e Glory lo fecero accomodare nel plateatico esterno che lui adorava : era bello mangiare e vedere il piccolo laghetto davanti a lui. Anche loro facevano la formula del menù di lavoro e lui scelse due piatti di pesce che mangiò con appetito . Ad accompagnare il tutto c’era il solito vino rosato frizzante che a lui piaceva molto. Scambiò due chiacchiere con la proprietà e poi tornò al lavoro. Nel frattempo ricevette un SMS da Mario : erano arrivati a Puka Beach. Stavano sistemando la casa e alle 18 sarebbero andati da lui. Ellery non ricevette nessuna comunicazione da Tody il che faceva pensare che non ci fossero sostanziali novità da segnalare. Anche Candy stava lavorando : lei non aveva una vera e propria pausa pranzo e approfittava di qualche momento di tranquillità per consumare qualcosa al volo. Anche oggi stavano lavorando bene e la proprietà era contenta. Eravamo in piena estate e tutto in fatto di economia , filava per il verso giusto. Dino Cardoni e il suo bazar andavano alla grande e lui ne era molto contento. Era arrivata anche l’ora di tornare a casa e Ellery alle 17,15 montò sulla sua utilitaria per imboccare la dorsale che lo avrebbe riportato verso il paese. Passò come sempre di fianco ai due motel e più avanti anche al Little Cabbage gestito da Mary e dalla signora Columbo, dove ogni tanto andava a mangiare un boccone da solo o con Candy. Per le 17,50 era nel suo appartamento dove vi erano già Mario e Rosa ad aspettarli che salutò calorosamente : “ Ciao ragazzi . Avete fatto un buon viaggio ? “ . “Si “ rispose lui “ Tutto tranquillo infra settimana le strade sono più vivibili … basta solo evitare gli orari duranti i quali la gente va o torna dal lavoro. “. Vi siete fermati a mangiare qualcosa a mezzogiorno ? “ chiese Candy . “ Si, in un ristorantino tipico molto carino “ rispose Rosa. “Bene “ disse Ellery “Accomodatevi che vi spiego tutto. In città abbiamo uno spettacolo itinerante chiamato Magic Rodeo Show , tratto da un vecchio sceneggiato … Il vecchio West di frontiera . Ieri hanno iniziato gli spettacoli e già con il primo c’è stato un piccolo incidente . L’attore protagonista … Bruce Knotts è caduto da cavallo battendo la spalla e in seguito abbiamo scoperto che la cinghia della sella era stata segata. Nello spettacolo serale invece abbiamo avuto addirittura un morto. Nella sparatoria generale è partito un colpo dalla zona stalle che è andato a colpire il tuttofare John Cooper che all’insaputa di tutti aveva preso il posto dell’attore principale che non era riuscito a recuperare dalla botta alla spalla. Quindi non si sa se il colpo fosse stato diretto a Bruce oppure a chi lo sostituiva. Abbiamo ritrovato un bossolo di un colpo vero e non a salve e stiamo facendo tutte le verifiche del caso con il capitano Tody!”. “ Non avete altro in mano? “ chiese il cugino. “No : stamattina dovrebbe partire un comunicato alla popolazione che se qualcuno fosse stato in possesso di una qualsiasi forma di filmato del momento dello sparo … avrebbe potuto farne una copia e portarlo alla stazione di polizia. Non è molto ma al momento è tutto quello che si poteva fare . E speriamo che arrivino tante clip che ci aiutino a capire cosa sia successo. “. “Mi sembra un bel problema “ disse Mario “ Quando c’è di mezzo un morto le cose non sono mai belle ed è una cosa triste !”. “Si … molto “ disse Candy “ E oltretutto ci abbiamo assistito in diretta e non è stata una cosa piacevole !”. “ Mi vengono i brividi solo a pensarci “ esclamò Rosa. Si stava avvicinando l’ora di cena e decisero di andare a mangiare una pizza al Surfers : era sempre una garanzia. Mario e Rosa erano già vestiti per l’occasione …ossia molto leggeri. Ellery e Candy si cambiarono e una volta pronti scesero tutti e quattro e salirono insieme in una sola macchina per arrivare sino al locale . “ Buona sera ragazzi “ disse J.Luke “ E’ un piacere rivedervi ancora una volta tutti uniti. Scommetto che state lavorando per ciò che è successo al Magic Rodeo Show !” . “Indovinato “ disse lo speaker”Stiamo collaborando con Tody come sempre . Loro sono arrivati solo oggi e si sono persi in diretta quello che è successo. Noi no … eravamo in arena !” . “ Non dovrebbe essere stato un bello spettacolo “ disse il boss del locale “ Vedere un omicidio in diretta non penso sia piacevole !” . “ Per niente “ disse Candy “ Ho ancora davanti a me l’immagine di quel corpo che caduto non si rialzava e non si sarebbe più rialzato !”. “ La cosa che salta all’occhio “ disse il cugino “ E’ che non abbiamo molto in mano e questo è strano perchè in un caso di omicidio eseguito davanti agli occhi di tutti … le cose dovrebbero essere diverse !” . “Abbiamo sempre la carta dei video della gente “ disse Ellery “ Anzi … ora chiamo Tody e gli chiedo se è arrivato qualcosa : “ Pronto Capitano. Buona serata. Sono cominciati ad arrivare dei supporti video in centrale ? Ci hanno raggiunto anche Mario con Rosa!”. “Buona serata anche a te “ rispose “ Si … qualcosa è arrivato … al momento non tanti … si parla dell’ordine di 4-5 clips e neanche del tutto chiare e limpide. Ma non disperiamo di aumentarne il numero nei prossimi giorni. Stamattina l’agente Canelli ha affisso dei manifesti in paese con la richiesta e Bradshaw è passato per le spiagge con un megafono per chiedere la stessa cosa. Ci vorrà un po’ di tempo ma penso che riusciremo ad avere del materiale interessante !”. “ Perfetto . Ci tenga informato” disse Ellery “ La salutiamo e ci aggiorniamo !” . Riportò alla banda quello che gli aveva detto il capitano e in cuor loro si augurarono che quello di cui aveva parlato si traducesse in realtà. Intanto erano arrivate le loro pizze : stasera andarono con quelle a metro che era una specialità della casa. 50 centimetri a coppia di assoluta bontà. Se al Two Lakes Ellery beveva il rosato … qua beveva sempre un frizzantino bianco che lo mandava in solluchero. Era quasi un prosecco tanto era buono … ma costava quanto un classico vino della casa alla spina. Di solito ne ordinava mezzo litro e gli bastava per tutta la serata. Gli altri andarono a Pepsi Cola alla spina. Parlarono ovviamente di quello che era successo cercando di ripassare ogni momento dell’arena per vedere se Ellery si era scordato qualche particolare nei passati racconti. Erano fermi su di un punto : la pallottola era stata sparata per Bruce o effettivamente per Cooper ? E chi sapeva di questa sostituzione ? Ovviamente lo sapeva l’attore ma da quello che avevano saputo era rimasto chiuso nel suo camper per la durata dello show … al riparo da sguardi indiscreti. Forse se ne sarà accorto qualcuno in entrata dello show ma sarebbe stato troppo tardi per chiunque procurarsi una pistola per uccidere il sostituto e appostarsi alle stalle. No … sicuramente il proiettile se era destinato al tuttofare … era frutto di una conoscenza di quello scambio di ruoli. E poi c’era sempre il fatto della cinghia segata . Chi la aveva alterata e perché ? Ellery disse : “ Io interrogherei Bruce sul fatto della sella manomessa . Potrebbe nasconderci un qualcosa di interessante che non ha ancora detto … che so un accordo con Cooper per simulare una caduta e avere così tanta pubblicità allo spettacolo. Io non lo escluderei !”. “Ma sai che può essere una buona idea ? “ disse il cugino “Cosa non si farebbe per avere un po’ più di audience. Chiamalo e diglielo così domani mattina potrà interrogarlo !” . Lo fece immediatamente e l’ufficiale constatò che poteva essere una felice intuizione e che avrebbe provveduto all’interrogatorio. La serata si concluse allegramente con un buon amaro per Ellery e ancora una pepsi piccola per il resto della banda. Tornarono nei loro appartamenti e si misero a dormire. Lo speaker non era riuscito a prendere dei giorni di ferie per stare col cugino e aveva lasciato a quest’ultimo l’incombenza di tenersi in contatto con Tody. Fu quest’ultimo però che lo chiamò a metà mattina : “Buongiorno : alle ore 14 mi recherò ad interrogare Bruce . Ho già avvertito Mario e ho già parlato con i tuoi superiori affinché ti lascino uscire : ti aspetto in centrale !” . “ Va bene : come sempre grazie per intercedere con i miei capi e ci vediamo dopo mangiato allora !”. La giornata lavorativa scorse più velocemente al pensiero di dover presenziare all’interrogatorio. Era convinto che almeno qualche dubbio si sarebbe volatilizzato. Sospettava circa una messa in scena ma non ne aveva le prove e in cuor suo sperava nella sincerità dell’attore. Chiamò velocemente la moglie e gli spiegò della sua partecipazione all’interrogatorio : lei si stava preparando per andare al ristorante e non avrebbe potuto parteciparvi. Arrivò presto l’ora per uscire dal lavoro : Ellery aveva timbrato alle 12,30 e si era fermato al Little Cabbage a mangiare un boccone al volo. La signora Columbo , gentilissima come sempre , lo aveva fatto accomodare ad un tavolo per degustare un ottimo menù di lavoro. Col fatto che c’erano parecchi operai a mangiare e avevano i minuti contati … il servizio fu veloce e alle 13,45 uscì dal ristorante per dirigersi in centrale dove trovò suo cugino Mario. “ Ciao ragazzi “ disse Tody “ Forza … montiamo in macchina e andiamo da Knotts !” . Furono in loco in poco meno di 5 minuti e si diressero verso il camper dell’attore che li stava aspettando . “ Buongiorno . Loro sono con me : stanno collaborando a questa indagine e già in passato lo han fatto in altre situazioni !”. “ Prego : accomodatevi “ disse Bruce “ Ditemi pure !”. “ Allora “ esclamò l’ufficiale “ Abbiamo bisogno della sua massima sincerità a questo proposito. “. “ La avrete “ rispose lui . “Bene “ riprese l’ufficiale “ Le devo chiedere una cosa . La sua prima caduta con la cinghia della sella segata … è stata per caso una messa in scena per dare un pò di folklore alo show e attirare l’interesse dei media e portare quindi pubblicità gratuita allo spettacolo ? “. L’attore rimase in silenzio per qualche secondo poi rispose : “ Ebbene si . Ma come lo avete scoperto? Era un paio di date che non facevamo più il tutto esaurito e allora ho pensato a mettere in scena questa sorte di teatrino. Ma a tutto questo c’è un ma . E ve lo dico subito. L’accordo con Cooper era quello di allentare solamente la cinghia e non di segarla e lui mi ha confermato che aveva fatto ciò che gli avevo chiesto e niente di più. Quindi ok … confesso che eravamo in accordo per creare quel piccolo diversivo che le dicevo … ma non per quello che effettivamente successo. Infatti tutto ciò mi ha provocato una bruttissima caduta non programmabile e mi son fatto male veramente tanto che per lo spettacolo della sera ho dovuto chiedere a John di sostituirmi perchè la spalla era dolente. Non mi giudicate male : era una cosa innocente nella quale nessuno si doveva fare male ma è spuntato il fatto che qualcuno abbia segato la cinghia e questo è tutto!”. “ Bene : è un ammissione importante “ disse Ellery “ Che spiega parzialmente quello che è successo. Adesso dobbiamo indagare su chi possa aver manomesso la cinghia . Ha qualche sospetto? “. “Nessuno” riprese l’attore “ Non ne ho la minima idea. Qua siamo una grande famiglia e non voglio neanche pensare a qualcuno che volesse farmi del male !”. “ Bene “ disse Tody “ Abbiamo saputo quello che volevamo sapere. Mi raccomando per il futuro di evitare questi sotterfugi che come abbiamo visto possono essere pericolosi e portare in un secondo momento alla morte di qualcuno. Bisognerà vedere eventuali collegamenti delle due situazioni !”. “ Va bene “ promise Knotts “ Sono curioso anche io di sapere chi possa avermi segato la cinghia della sella … perché avrei potuto farmi anche più male !”. Il gruppetto uscì dal camper dell’attore e tornò verso le macchine. “Avevi ragione “ disse Tody rivolto allo speaker “ Era stata tutta una messa in scena dell’attore.” . “ Cosa non si fa per una manciata di audience in più ! “ disse lui “ Comunque l’importante è aver risolto un mistero . Adesso bisogna assolutamente sapere la verità su chi ha realmente tagliato la cinghia perché a questo punto dobbiamo credere a quello che aveva detto il defunto Cooper che aveva asserito di averla solo allentata !”. “Già “ esclamò Mario “ E adesso che è morto non abbiamo più neanche più la sua parola … !”. “Esatto “ rispose l’ufficiale “ Dobbiamo solo fidarci di quello che ci ha detto l’attore! Diamo per scontato che sia la verità. Andiamo avanti con le nostre indagini !”. Erano le 14,30 e Ellery tornò al lavoro per un paio d’ore. Mario tornò da Rosa a casa e il capitano fece ritorno alla stazione di polizia. Era stato fatto solo un piccolissimo passo avanti che forse … chissà … avrebbe potuto anche essere utile per le indagini dell’omicidio. Il pomeriggio passò tranquillo … senza ulteriori scossoni. Lo show itinerante era ancora fermo e in paese era tornata una certa parvenza di normalità : i surfisti cavalcavano le onde e i turisti passeggiavano un po’ in battigia e un pò per le vie del paese. La band si ritrovò a casa di Ellery per le ore 18. Candy oggi aveva finito un pò prima e si era fermata a pendere qualcosa da preparare per mangiare da loro quella sera. I primi ad arrivare furono Mario e Rosa che raccontarono subito alla ragazza quello che era successo oggi con l’interrogatorio dell’attore : “ Ma robe da matti “ disse lei “ Avevano pianificato tutto per attirare l’attenzione della gente e dei media . Che razza di impostori …. ingannare così le persone!”. “ Già “ disse Ellery “ Che nel frattempo era arrivato “ Lo spettacolo è un ambiente particolare e succedono anche queste cose !”. “Certo che comunque “ riprese Candy “Qualcosa di aggiuntivo è successo se la cinghia è stata in in secondo momento segata!”. “C’è da andare a fondo a questo aspetto “ disse il marito “ Perchè sono convinto che ci darà una chiave di lettura importante. Partiamo dal presupposto che l’assassino volesse proprio uccidere Cooper. La prima domanda è … perché ? La seconda è : potrebbe avere segato la cinghia per fare in modo che Bruce potesse rimanere offeso in maniera più seria …. e dover saltare lo show serale per dare conseguentemente il suo posto a John. Ci sta .. è un ragionamento che fila e del quale mi sto convincendo. Se il bersaglio fosse stato Knotts non si sarebbe reso necessario segare la cinghia : l’assassino avrebbe sparato a colpo sicuro sapendo che l’attore era al suo posto. Son sempre più convinto che chi ha ucciso … voleva uccidere Coooper e quello che è successo sia stata una mossa per far si che sopra il cavallo ci salisse lui e non Knotts . Ma non abbiamo prove a sostenere il tutto e comunque manca sempre il movente che in questi casi è sempre una cosa importante !”. “ Allora “ disse Mario “Dobbiamo concentrarci in questa direzione e vedere se riusciamo ad approdare a qualcosa. Penso che dovremo tornare a parlare con quelli del cast e vedere se si riesce a scoprire qualcosa . Parliamo con Tody e chiediamo se possiamo fare della chiacchiere informali col cast e sondare il terreno !”. “Buona idea “ rispose il cugino “ Lo chiamo subito e vediamo cosa dice . “ e fece il numero “ Pronto Tody : stiamo valutando il fatto che l’assassino volesse uccidere Cooper e che la cinghia segata sia stato solo un mezzo per portare alla sostituzione della persona . Ma manca il movente e ci domandavamo se potevamo andare a fare delle domande in giro per vedere se usciva qualcosa !”. “ Va bene “ parlerò con Jim Bush e gli dico che a partire da domani comincerete a curiosare in giro per assumere informazioni. Gli dirò che potrete andare ovunque in arena e altrove e non dimenticate di informarmi di qualsiasi novità anche se minima !” . “ Non si preoccupi … lo faremo “ rispose Ellery che immediatamente dopo estese la notizia ai suoi compari . Candy nel frattempo stava preparando la cena e dopo un pò chiamò subito tutti a tavola. Stasera si sarebbe mangiato italiano : pasta al pomodoro e cotolette . “ Però “ disse Rosa “ La pasta è uno spettacolo con tutto quel pomodoro e basilico. “ . “In Italia è molto comune ed è un piatto molto semplice : ma là … la adorano e un pò in tutto il mondo! Non è lunga da preparare e sentirete che bontà con un po’ di grana grattugiato sopra… è la sua morte! “ . “Io inizio “ disse Mario che infilò subito la forchetta nel piatto. “ . “Buonissima “ disse Ellery che ben la conosceva “ Come sempre !”. “ Mi fa piacere vi piaccia “ disse la cuoca con soddisfazione “ E sentirete la croccantezza delle cotolette !”. “Non vedo l’ora“ disse Mario. Spazzolarono tutto in pochi minuti : la croccante impanatura aveva reso il secondo piatto irresistibile. Il tutto fu accompagnato da un buon Cabernet Sauvignon che ben si sposava con la carne. Mario e Rosa si erano occupati di portare il dolce : avevano preso dei pasticcini e un vino spumante dolce che ben si abbinava. Fu un’ottima cena e tutti ne furono contenti. La giornata seguente li aspettava un bel tour al Magic Rodeo Show : Ellery come sempre aveva ottenuto un permesso dai superiori di Ellery per il pomeriggio. Al mattino sarebbe andato regolarmente a lavorare e sarebbe uscito alle 12,30. Avrebbe mangiato un boccone al volo da qualche parte e poi si sarebbe trovato con Mario al luogo dello show per cominciare con le loro domande. Ma erano ancora alle prese con la serata e decisero di concluderla con un buon giro di amari per chi beveva alcolici e un pò di acqua tonica per gli astemi. Andarono a letto che erano le 22,45 circa. Una bella dormita li avrebbe ricaricati. La sveglia per Ellery suonò impietosa alle 6,50 di mattina . Una lavata … uno shampoo … una veloce colazione e via per recarsi al lavoro . Stava percorrendo la dorsale ma i suoi pensieri erano già rivolti al pomeriggio quando sarebbero andati al Magic Rodeo Show. La sua giornata lavorativa quindi scorse abbastanza velocemente e con brio. Mario e Rosa decisero di andare a prendere un po’ di tintarella : da quando erano arrivati non c’erano ancora andati e si sa che il sole della California era unico al mondo. Dovevano approfittarne. Rosa decise di tornarci anche al pomeriggio lasciando al compagno le incombenze delle domande. Candy invece lavorava normalmente e aveva il suo turno al ristorante . Oggi aveva veramente un bel gruzzoletto di gente a mangiare. Il personale bastava a mala pena e quelli che c’erano sgambettavano avanti e indietro a ritmi veloci. Di solito quando c’erano anche gli operai delle ditte di pesce che si trovavano a nord del paese era sempre cosi’. Portavano un discreto numero dei clienti. Anche qualche surfista attirato dalla cucina italiana non mancava mai. La proprietà aveva di che essere contenta … senza dubbio. Ellery si fermò a mangiare un boccone al Green Pine : non era lontano da dove lavorava ed era molto prima della sede di Puka Shell Radio. Salutò Daniel che lo invitò ad accomodarsi : c’era posto anche fuori nelle panche e lui scelse di mettersi proprio li … al fresco e all’ombra di un mega ombrellone. Mangiò una insalatona … la American Style che lui adorava : c’era dentro insalata … pollo a fettine … pomodori … cipolla … uova … bacon e mozzarella. Lui voleva sempre un’aggiunta : la salsa ranch che era saporitissima. La mangiò con appetito : era una della due cose che prendeva sempre in quel locale … l’altra era la Pizza Messico … gustosissima. Fece due chiacchiere con Giorgia … l’altra titolare ed anche con Elena … la terza titolare. A seguire montò in macchina e si diresse all’appuntamento del cugino . Tody aveva chiamato in mattinata chi di dovere per informarlo della presenza dei due cugini e gli aveva fatto dei pass che li autorizzava a girare per l’ambiente . Li aveva consegnati a Mario in tarda mattinata. Sarebbero stati sicuramente utili in caso di contestazioni o riottosità da parte degli interpellati. Alle ore 14 i due cugini si ritrovarono nel parcheggio dell’arena e si misero all’opera. Iniziarono da July che fu anche la prima che videro : “Buongiorno signorina Pearl “ disse Ellery “ Intanto le dico che per me è un onore conoscerla. Seguivo Il Vecchio West di frontiera e mi è sempre piaciuto. Siamo qui per fare due chiacchiere con il cast del Rodeo !” . “ Si si siamo stati avvertiti e grazie del complimento. Cosa volete sapere? “ . “Prima di tutto vorremmo sapere l’armonia che circolava tra tutta la crew “ riprese lo speaker . “ Beh : quando giro quasi tutto l’anno con tanta gente alla fine diventi amico di tutti. Non dico che erano sempre rose e fiori … sarei una bugiarda … ma in generale l’atmosfera era assolutamente buona. Anche tra me e Knotts i rapporti sono cordiali e direi che negli anni che furono non ci siamo lasciati proprio amichevolmente . Ma il tempo cancella i rancori e adesso siamo buoni amici. E lo sapete vero che lui ha sempre donato una parte degli incassi dello spettacolo ad una associazione di medici che seguiva i bambini più bisognosi ?” disse lei. “No … non lo sapevamo “ disse Mario “ Una iniziativa lodevole veramente che gli rende merito ! Lei è contenta del suo ruolo all’interno dello spettacolo ? “. “ Fondamentalmente si. Sono grata a Bruce di avermi richiamato in un periodo che oramai non mi chiamava più nessuno. Certo non è la ribalta televisiva … ma lo stipendio è onesto e mi da da vivere !”. “Grazie mille : è stata gentilissima “ disse Ellery “La lasciamo ai suoi impegni e le chiedo troppo se mi fa un autografo ? “. “Ci mancherebbe : per me è un piacere .” Prese una cartolina con la sua immagine che teneva in un cassetto e gli fece una bella dedica autografata e la fece anche a Mario. Uscirono contenti della chiacchierata e si diressero da Knotts che li accolse in maniera educata : “Ciao ragazzi : Jim mi aveva avvertito del vostro arrivo . In che cosa posso esservi utile ?”. “Vorremmo solo scambiare due parole con lei per capirci qualcosa in più di quello che è successo. Prima di tutto la signorina Pearl ci ha detto che ad ogni spettacolo lei versa una piccola quota di dollari in beneficenza … !”. “ Si è vero. Non ne faccio spesso menzione pubblica perché non mi piace sbandierare questa cosa per farmi pubblicità. Se ne occupava il defunto Cooper . Gli consegnavo il denaro e lui provvedeva a fare i versamenti dove gli dicevo !” . “Esistono delle prove sulla tangibilità di questi versamenti ? “ chiese Mario . “ Non so … ma penso di si. Nel suo camper dovrebbero esserci delle ricevute o qualcosa di simile. Sinceramente non ho mai controllato il tutto. Mi fidavo di lui. Ma se volete poi potremmo cercare nelle sue carte e vedere se troviamo qualcosa. “ . “Non sarebbe male farlo … per scrupolo “ disse Ellery , che riprese “ E dell’atmosfera che gira per il rodeo cosa mi può dire ? “. “ Solo delle belle cose “ disse lui “Siamo una grande famiglia. Non ci saranno guadagni da capogiro ma tutti hanno il loro buon stipendio e devo dire che ci divertiamo ancora quando andiamo in scena e non è male. Direi che l’atmosfera che si respira … è buona !”. “Secondo lei “ incalzò Ellery “ Chi aveva motivo di uccidere o lei o Cooper ?”. “ La domanda è da un milione di dollari “ rispose l’attore “ Io non ho motivo di credere che nessuno dei due abbia avuto dei nemici. Io non ne ho e sono in accordo con tutti e da quello che sapevo … neanche Cooper. Comunque lo scambio con lui lo abbiamo deciso poco prima dello show . Sino all’ultimo ho sperato di farcela. Rimane il fatto che qualcuno abbia segato la cinghie e questo non me lo spiego. “. “ Beh direi che abbiamo fatto una bella chiacchierata : la ringraziamo tanto e lo abbiamo fatto anche con la signora Pearl … può farci un autografo? “. “ Ma certo …. con piacere . Ecco qua … tutto per voi !” e gli diede due cartoline già pronte con firma in originale e non fotocopiata. Si diressero quindi da Ben Lopez . “Buonasera signor Lopez !” disse lo speaker . “Salve ragazzi : chiamatemi pure Ben !” . “Senta “ disse Mario “ Cosa ne pensa di quello che è successo in arena ? “. “Non ho sospetti su nessuno se è quello che intendete . Qua siamo tutti amici e non immagino qualcuno che voglia sparare ad una persona. I rapporti sono cordiali e devono essere così perché siamo insieme in tour per buona parte dell’anno. Mi è dispiaciuto molto per Cooper. Non penso che della gente volesse sparare a Bruce e non penso che nessuno volesse farlo a John!”. “ E del suo ruolo nello spettacolo … è contento? “ chiese Ellery . “ Io son sempre stato un caratterista … uno abituato a stare in secondo piano . Ma nonostante questo le mie interpretazioni sono sempre state ben recensite e lo stesso succede con questo spettacolo. Ho le mie piccole soddisfazioni. Non è lo stipendio che si guadagna al cinema o in televisione ma sono soldi sicuri e cosa importante … puliti !”. “ Bene …la ringraziamo della chiacchierata e saremo contenti se anche lei potesse farci un bel autografo !”. “ Con piacere “ e glieli fece. Lo salutarono. I due incontrarono quindi Bernie Coock , un operaio : “Buonasera . Possiamo farle un paio di domande ? “ chiese educatamente Mario . “Certo : mi avevano avvisato della vostra presenza e i vostri pass dimostrano che siete ok !” . “Volevamo sapere “riprese lui “ Cosa ne pensa di quanto sia successo con Cooper. “. “Una brutta faccenda “ rispose l’interpellato “ Non sono ancora riuscito a capire se il verso bersaglio fosse realmente lui oppure Bruce. Rimane il dubbio se chi ha sparato sapeva o meno che sotto quel bavero c’era il povero John o no. Qua lavoriamo tutti a stretto contatto e ci vogliamo tutti bene. Secondo me non sono stati problemi di soldi !” . “ Lei personalmente cosa ne pensa dello show e del suo ruolo ? “ chiese Ellery . “Lo spettacolo è ben strutturato e sta funzionando bene da una manciata d’anni . Il mio ruolo è quello di un operaio che monta e rimonta tutto … niente di speciale. Qualche volta partecipo allo show nel ruolo del cattivo !”. “Lo ha fatto anche nell’ultimo show ? “ chiese Mario . “No … il cast era a posto e io non ho partecipato. Adesso non ricordo ma di solito passo il tempo a sistemare un pò di cose in giro. “. “La ringrazio di cuore “ disse lo speaker “ Le auguriamo una buona giornata !”. Incontrarono Gavin McCoy che si fermò subito con loro : “Buon pomeriggio “ esclamò Ellery “ Dal suo punto di vista nello show ha notato qualcosa di anomalo durante lo svolgimento dello spettacolo ? “ . “ La mia postazione rimane in uno dei punti più alti dell’arena e ho una bella visuale. Mi permette di vedere anche i preparativi delle varie scene e mi da occasione così di prepararmi al meglio con i tempi e le battute di scena . Non ho visto niente di anomalo : tutto è andato come sempre . Oramai questo è uno show ampiamente rodato e non dico che si fa ad occhi chiusi … ma quasi. Il mio compito e di essere il collante tra una scena e l’altra e cercare di coinvolgere il pubblico il più possibile e cerco di farlo nella miglior maniera possibile. Per me tutto si è svolto come sempre !”. “ Altro da segnalare ? “ chiese Mario. “Beh … penso lo saprete già ma Bruce ad ogni spettacolo versa un piccolo contributo in beneficenza . E’ una goccia nel mare … ma penso che con le sue donazioni l’ente benefico sia riuscito ad aiutare un pò di gente!”. “Si lo sapevamo … e pensiamo veramente sia un bel gesto . La ringraziamo della sua disponibilità e buona giornata!”. Andarono quindi da Bush : “ Salve signor Jim. Possiamo fare due chiacchiere ? “ disse Ellery . “Certamente : siamo fermi e ho tutto il tempo che volete. Dite pure!”. “Vorremmo sapere prima di tutto cosa ne pensa di quello che è successo recentemente !” riprese lo speaker. “Una brutta faccenda assolutamente. Io che sono il promoter di questo spettacolo… mai e poi mai mi sarei mai aspettato che sia accaduto quello che è stato. Fa venire i brividi. E non si sa ancora se il bersaglio fosse Bruce o John. Qua le posso dire che siamo una bella crew : ci vogliamo tutti bene e non esiste nessun motivo che giustifichi quello che è successo. Ci sono ovviamente dei litigi o meglio delle incomprensioni … ma come in ogni miglior matrimonio. Si faceva subito pace davanti ad una buona bottiglia di birra!”. “Mi sembra ci abbia fatto un bel quadro” disse Mario “ Ma in generale tutti ce lo hanno fatto. Non esistono quindi particolari gelosie o invidie da parte di nessuno ? “ chiese Mario . “Che sappia io … no. Qua nessuno è ricco sfondato tanto da far nascere dei comportamenti strani. Ufficialmente non conosco nessuno che abbia tanto denaro per poter vivere di rendita . Questo non sarà redditizio come uno show di Las Vegas … ma è pur sempre uno spettacolo con la sua dignità che fa i suoi buoni incassi e che permette a tutti quanti di sbarcare il lunario. Domani o al massimo dopodomani si dovrebbe riaprire . Tenete … ecco 4 biglietti per voi e le vostri mogli. Sarete nostri ospiti e sicuramente potrete vedere Bruce in azione. Ha la pellaccia dura e ce la farà. Dedicheremo lo spettacolo alla memoria di Cooper. “. “ Grazie mille … gentilissimo e grazie anche per la chiacchierata!” e lo salutarono. Stavano per andare via quando gli corse dietro Bruce : “Ragazzi !!! Potete venire da me ? “ . Il duo si diresse da lui che riprese :” Mi sono recato nel camper di Cooper per cercare le ricevute dei versamenti che vi dicevo e mi sono accorto della sparizione di un oggetto . Non è un ambiente grande e quindi casca subito all’occhio se manca qualcosa !” . “ E di cosa si tratta ? “ disse Ellery . “Di una piccola cassetta di sicurezza che so che John usava per riporre i suoi guadagni : me la ricordo bene . Quando gli veniva consegnato lo stipendio e qualche volta lo facevo io … lui la apriva … metteva dentro i soldi e la richiudeva con una una combinazione. Se può interessarvi era di colore rosso!” . “Però … una bella notizia … interessante e molto ! “ disse Ellery “ Quindi a questo punto possiamo dire che ci sia stato anche un furto: dobbiamo informare subito Tody . Grazie signor Knotts dell’informazione !” . “ Prego : è mio dovere collaborare attivamente. Tenetemi informato !” rispose l’attore . “Comunque“ disse Mario “ Tenga chiuso a chiave il camper se ritrova le chiavi … cosi’ per scrupolo. Ellery chiamò subito il capitano : “Pronto Tody . Abbiamo terminato le nostre consultazioni e proprio alla fine e poi le spiegherò tutto nei dettagli quando ci vediamo …. sembra ci sia stato un furto dal camper di Cooper. Sembra sia sparita una piccola cassetta di sicurezza dove lui teneva i propri risparmi . Ce lo ha confermato Knotts dopo che era andato nel mezzo per cercare dei documenti . Lui stesso lo aveva visto metterci dei soldi dentro e gli è balzato subito all’occhio la mancanza dell’oggetto. Mario gli ha detto di chiudere il camper in attesa di una vostra visita!”. “ Perfetto : ci andiamo subito. Avete fatto un buon lavoro e poi mi relazionerete su quanto emerso !”. Fu di parola e si recò in prima persona in arena a parlare con Bruce : “ Buongiorno … le nostra strade si incrociano di nuovo “ disse lui rivolto all’interlocutore . “ Scommetto che è venuto per ciò che ho detto prima ai ragazzi ? “ disse l’attore . “Esatto “ rispose l’ufficiale “Potrebbe essere importante e far virare le indagini verso un’altra direzione . Mi può ripetere ? “ . “Certo “ rispose Knotts “ Sono andato nel camper di Cooper per cercare se esisteva una traccia dei versamenti che puntualmente gli facevo fare dopo ogni tappa cittadina , verso delle associazioni benefiche . Mi sono subito accorto della mancanza di una piccola cassetta di sicurezza !”. “ Come faceva ad esserne a conoscenza ? “ chiese l’ufficiale . “Beh … è molto semplice . Ogni tanto ero io in persona che consegnavo il suo stipendio e lui appena lo aveva preso dalle mie mani … lo metteva subita in questa chiamiamola cassetta … rossa. Era riposta in quella piccola libreria che vede là ed esattamente dove adesso vede un buco . So che ci teneva i suoi soldi : ignoro però quanti ce ne possano essere stati dentro.!”. “E le ha trovate le ricevute che cercava ? “. “ No … quando ho notato il possibile furto … sono andato subito alla ricerca dei due ragazzi per dirglielo . Come da loro istruzioni ho chiuso il camper a chiave !” . “ Mi ci può portare ? Così mentre do un occhio in giro lei può cercare le ricevute!”. “ Certamente … mi segua !” e si diressero verso il punto incriminato. Bruce tirò fuori dalla tasca un mazzo di chiavi e aprì il mezzo. Il capitano fece delle foto del suo interno e si diresse subito in direzione della libreria per vedere se poteva trovare qualche indizio interessante. Isolò delle impronte che trovò in prossimità del buco lasciato libero . Quindi si mise a spostare scrivania e sedie e ad un certo punto spuntò un cellulare : “ Ma e’ quello di Cooper “ disse l’attore. “ In effetti non ne avevamo trovato uno addosso al cadavere “ esclamò il capitano “ Deve averlo perso mentre si stava cambiando per lo spettacolo. E’ ancora acceso : lo porto subito in centrale e lo mettiamo subito sotto carica per poi analizzarlo. Lei cerchi pure quello che vuole adesso che ho controllato tutto e mi faccia sapere se trova le famose ricevute !”. “ Va bene . Io demandavo sempre a lui il compito di versare i soldi poi mi disinteressavo del seguito ma adesso vorrei vedere qualche prova dei versamenti eseguiti !” . “ Fa benissimo “ disse il capitano “ Ci aggiorniamo!”. L’ufficiale chiese quindi a Ellery e Mario di raggiungerlo in centrale .I due arrivarono in dieci minuti … si erano momentaneamente separati. Portarono con se le due compagne. “Ciao ragazzi e grazie per essere venuti “ disse Tody “ Nel perquisire il camper di Cooper abbiamo ritrovato il suo cellulare. Era carico e purtroppo si è scaricato durante il tragitto. Adesso lo ha il nostro laboratorio che cercherà di ricaricarlo e di accenderlo nuovamente. Adesso ho lasciato Knotts nel camper per cercare le ricevute dei versamenti che avrebbero dovuti essere stati fatti per le sue attività benefiche. Speriamo che le trovi … anche perché le sue intenzioni così belle erano solo da ammirare !” . “ E se i versamenti “ disse Ellery “ Non fossero mai stati fatti o fatti in maniera minore … Cooper avrebbe potuto mettere da parte una discreta somma che avrebbe potuto custodire nella sua cassetta . Ma a questo punto bisognerebbe sapere chi era a conoscenza che lui aveva da parte un bel gruzzoletto !”. “ Già “ rispose l’ufficiale “ Ipotesi fantasiosa ma neanche tanto. Difficile sapere chi poteva conoscere questo fatto o meno. Indagheremo anche in questa direzione e vedremo se esce qualcosa. Domani mattina mando Bradshaw a indagare . Gli ho dato il permesso di riaprire domani sera : non aveva senso tenere ancora chiuso … ma abbiamo ancora una giornata davanti a noi per scavare e chiedere. Stanno uscendo delle cose interessanti : avete fatto bene ad andare a smuovere le acque : bravi !” . “ Grazie “ rispose Mario “ Come sempre ce l’ abbiamo messa tutta !”. “Adesso potete pure andare : se ci sono novità ve le comunicherò !”. Erano arrivate quasi le ore 18 e la coppia tornò a casa dove trovarono ad aspettarli le rispettive compagne alle quali raccontarono gli ultimi eventi che catalogarono come molto interessanti : si erano sganciate un po’ anticipatamente da loro. “ Ma allora “ disse Candy “ Esiste la possibilità che il bersaglio alla fine fosse veramente Cooper e che sia stato tutto fatto per denaro? “ . “ Si … non lo escludiamo a priori “ rispose il marito “ E anzi … ora sembra la pista più papabile !”. “ Che sia il caso di fare controllare i conti correnti di ciascun membro del rodeo ? “ chiese Mario . “E’ un’idea …. “ disse il cugino “ E’ sparita una cassetta di sicurezza che non implica dei versamenti …ma è un tentativo che possiamo fare . Ora chiamo subito Tody“ e fece il suo numero “ Pronto capitano . Ci è venuta in mente una cosa . E’ possibile dare una controllata ai movimenti dei conti correnti di tutti i lavoratori del Magic Rodeo Show? Se alla fine si tratta di soldi … potrebbe uscire qualcosa …. come non potrebbe … ma vale la pena di tentare … che dice ? “. “Si … si può fare “ rispose l’ufficiale “ Do subito disposizioni all’agente Canelli di procedere . Prima mi farò dare una lista dei lavoranti da Jim Bush . Buona serata ragazzi !”. Ellery spiegò alla banda quello che il capitano aveva detto e fece i complimenti al cugino per l’intuizione : “Potrebbe non uscire niente …ma mai lasciare niente di intentato. “. Erano contenti che le cose si stavano smuovendo in una maniera o nell’altra. “Ragazzuoli” disse Candy “ Si sta avvicinando l’ora di cena. Se si mangia a casa devo preparare qualcosa … se no ditemi voi !”. “ Andiamo al fresco del Two lakes ?” disse Rosa . “ Per me non ci son problemi “ gli fece eco il compagno. “ E allora come si narrava in una famosa scena di Frankeinstein JR … si va !” disse El . Mario e Rosa si andarono a cambiare d’abito e lo stesso fece anche l’altra coppia. Alle 19,20 Ellery a Candy salirono sull’utilitaria per andare a prendere gli altri due che puntualissimi li stavano aspettando sotto casa. Imboccarono quindi la dorsale che li avrebbe portati a destinazione : incrociarono il Little Cabbage e il Blue River dove le attività diurne stavano chiudendo. Ne sarebbe rimasta qualcuna notturna a tenere viva la zona specie al piccolo parco acquatico. Passarono vicino ai due Motel e proseguirono sempre dritto solcando la zona agricola prima e quella industriale poi. Arrivarono a destinazione in trenta minuti. Danielle li accolse e li fece accomodare nella sala del plateatico esterno e li affidò alle cure di July e Glory, le due belle cameriere. Non c’era niente da fare : quando Ellery veniva in questo posto non voleva rinunciare a mangiare la pasta della pizza fritta accompagnata da un tagliere di salumi : lui adorava questo piatto. Lo presero come antipasto … un paio per tutti … giusto per assaggiare qua e là. Dopo mangiarono una buona pizza … il tutto accompagnato da fresche bevande. Non c’era l’afa della costa e si respirava molto meglio anche grazie ad un venticello che faceva solo che piacere. Come sempre la cena fu ottima e alla fine riuscirono a salutare anche Dominic , l’altro proprietario del locale , che era uscito in sala. Pagarono il conto e tornarono sui propri passi attraverso una dorsale abbastanza svuotata dal traffico. A quell’ora la gente non si spostava : quella che era al mare … vi restava e quella sulle colline o nella dorsale … pure vi rimaneva. Alle 23 le coppie si separarono e andarono a letto. Ellery e Candy avrebbero regolarmente lavorato il giorno seguente e necessitavano di una bella dormita. E così fecero. Si addormentarono immediatamente tra le braccia di Morfeo. Entrambi erano curiosi su cosa sarebbe potuto succedere il giorno seguente e questo fu il loro ultimo pensiero prima di addormentarsi. Come sempre la sveglia fu impietosa e decisamente antipatica e suonò con una sinistra puntualità. Ellery si alzò a malavoglia : era andato a letto non presto e tra una cosa e l’altra si era addormentato vicino a mezzanotte. Si era preparato il giorno prima una bella tazza di american coffee e se la riscaldò dopo essersi lavato e sbarbato. Quindi si incamminò verso la macchina e si diresse al lavoro. Candy preferì rimanere a dormire ancora per un pochino : aveva questa possibilità perché lei entrava a lavorare più tardi . E questa mattina ci rimase molto volentieri per riprendere al meglio le forze. Era una bella giornata soleggiata : una classica giornata estiva . A quell’ora i surfisti erano già in acqua e tra non molto in spiaggia sarebbero arrivati anche il resto dei turisti. Intanto al Magic Rodeo Show ci si stava preparando per lo show della serata. Erano già tutti attivi per togliere la polvere dei giorni persi. In arena si stava già cavalcando ed era una zona dove lo si poteva fare senza nessun problema di disturbare nessuno essendo situata fuori paese. Bruce comunque volle andare ancora una volta nel camper di Cooper a cercare le ricevute dei versamenti : in fondo non era un ambiente enorme e sperava stavolta di riuscirci. Stava quasi per rinunciarci quando passando col suo stivalone da cow boy urtò una fiancata del mezzo e sentì un rumore vuoto sulla punta . Vide che un pezzo della parete del mezzo era sconnessa . Prese quindi un cacciavite e lo inserì da una parte : sotto vi trovò una busta di plastica con dei foglietti . Probabilmente era quello che cercava . Prese il plico e rimise a posto il pavimento. Chiuse la porta e si diresse nella sua abitazione volante … entrò e si sedette. Rovesciò il contenuto della busta sul tavolo : erano delle ricevute di versamento di vari uffici postali. “Finalmente “ disse lui “Ma … c’è qualcosa che non va … assolutamente. Questi versamenti non corrispondono ai dollari in contanti che davo a Cooper per essere destinati in beneficenza. Le donazioni ci sono ma sono molto inferiori ai soldi che gli davo. Porca miseria : sono stato fregato proprio da John e io che mi son sempre fidato di lui. Mi spiace solo per gli enti ai quali sarebbero dovuti andare i soldi . Ha fatto gioco sporco confidando nel fatto che non gli avrei mai chiesto le ricevute e chissà da quanto tempo va avanti questa storia e quanti soldi è riuscito a fregarmi in tutti questi anni . Adesso avverto subito il capitano di polizia !”. Lo fece e gli diede tutti i dettagli su quanto era successo : a seguire si recò a provare per lo show visto che lo speaker Gavin lo stava reclamando a gran voce. L‘ufficiale chiamò subito Ellery al telefono e lo relazionò sulle novità : “ Però “ rispose lui “ Vedo che le intuizioni non erano sballate . Ci stiamo orientando verso il motivo denaro. John sono anni che frega Bruce . Lui si fidava ciecamente di lui e gli consegnava una cifra da devolvere in beneficenza. Probabilmente lui andava nell’ufficio postale del paese dove si trovavano o quello della prossima tappa ed eseguiva pedissequamente i versamenti … ma versava molto meno di quello ricevuto … intascandosi la differenza. Col tempo mette da parte una bella cifra che custodisce gelosamente nella sua cassettina di sicurezza . Qualcuno ne deve essere venuto a conoscenza … se l’oggetto in questione è sparito. “. “ Si … le cose devono essere andate proprio così “ esclamò il capitano “Adesso dobbiamo lavorare in questa direzione e capire come si sono svolti gli eventi ma a questo punto non abbiamo dubbi : la persona destinataria del proiettile era sicuramente Cooper e se troviamo chi ha rubato i soldi troveremo anche l’assassino. Dai che ci stiamo avvicinando verso un pò di luce finalmente. Io sto iniziando a fare controllare i movimenti bancari di tutti ma a questo punto le grosse somme erano solo in quella cassettina rossa … ma non si sa mai e andiamo avanti con le analisi che stiamo facendo !” . “ Fa bene “ disse lo speaker “ E mi tenga informato. Noi stasera saremo allo show e terremo gli occhi bene aperti . Lei mandi una sua pattuglia a controllare che la vista della polizia spesso … scoraggia a compiere atti insani !”. “ Lo farò!” rispose e si salutarono. Era arrivata l’ora di uscire dal lavoro e lo speaker informò sia Candy che Mario degli ultimi sviluppi che a suo modo di dire reputava much interesting. Ellery arrivò a casa e si mise velocemente al computer per aggiornare qualche spazio internet che aveva tralasciato in questi giorni : Mario e Rosa sarebbero arrivati per le 18,30 e dovevano mettersi d’accordo per andare a vedere lo show. Sarebbero venuti già vestiti per l’occasione. Il pubblico sarebbe stato numeroso : le prevendite erano andate alle stelle e il signor Bush ne era contento. Bruce avrebbe preso regolarmente parte allo spettacolo e anche il resto del cast era bello carico. Per loro ricominciare significava anche un guadagno certo e sicuro e si sa che anche il punto di vista economico era importante. L’atmosfera era quindi quella giusta : avrebbero dedicato lo show a Cooper anche se adesso sembrava che questa persona fosse anche un ladro. Il quartetto si ricompose e decise di andare a mangiare una pizza al Surfers o comunque qualcosa di veloce per essere puntuali in arena. J.Luke li accolse : “Ciao ragazzi . Come stanno andando le indagini sul delitto? Ho saputo che stasera riapriranno le danze !” . “ Ciao “ disse Ellery “ Siamo della partita … ci hanno dato dei biglietti gratuiti e abbiamo deciso di utilizzarli tra poco! “ rispose Ellery . “ Bene : accomodatevi allora che vengo per le ordinazioni !” concluse il boss del locale. Si sedettero e diedero una veloce occhiata al menù che oramai conoscevano molto bene . Presero quattro pizze … stavolta nel tradizionale formato tondo. Il servizio fu veloce : il grosso della gente doveva ancora arrivare nel locale che quindi aveva ancora del tempo quasi libero … diciamo. Le pizze come sempre furono gustate con appetito : erano sicuramente tra le migliori dell’intero paese … le più buone del centro sicuramente. Ellery amava sempre mettere un filo ( e anche più ) d’olio piccante sopra per darvi ancora più gusto e anche stavolta fece la stessa cosa. Una volta mangiato fecero due veloci chiacchiere con J.Luke e si diressero in arena . Erano tutti nella macchina di Mario che era un guidatore bravo e scaltro che non impiegò tanto a trovare un posto libero per parcheggiare . C’erano già diversi mezzi nell’area segno che l’attesa era enorme per questa ripartenza dello spettacolo. La biglietteria aveva chiuso : non vi erano più biglietti disponibili da dare via e quindi era inutile tenerla aperta : un grosso cartello appeso informava del sold out. Si accomodarono in tribuna numerata e attesero l’inizio che puntuale o quasi fu alle 21,05. Una bella musica fece da sottofondo alla sicure parole di Gavin che introdusse lo spettacolo e tutto il cast che uno ad uno entrò in arena : l’entrata più spettacolare fu quella di Bruce che stavolta con bavero abbassato fece impennare il suo cavallo … stavolta senza conseguenze. Come prima parte dello show c’era in programma una vera esibizione di un rodeo : mano a mano che si spostavano, noleggiavano dagli allevatori locali … un paio di cavalli da domare e li affidavano alla parte del cast preposta a questo compito. Era sempre bello vedere un cavaliere alle prese con un animale imbizzarrito e il pubblico lo apprezzava molto. Danny e Peter i due combattenti , erano del mestiere da anni e non avevano nessun problema a fare il loro dovere. La caduta era una cosa che assolutamente era sempre prevista e dietro l‘angolo ma erano serissimi professionisti e sapevano bene come cascare. La prima parte dello spettacolo si stava concludendo e si stavano preparando per la seconda … quella con la diligenza e la maggior parte del cast che sarebbe entrato in scena. Il primo a fare la sua comparsa fu Ben Lopez … come capitano della carovana . A seguire July Pearl sulla diligenza che abilmente guidava lei stessa. Fecero un paio di giri dell’arena a ritmo sostenuto e ad un certo punto ecco entrare la banda dei cattivi. Ne iniziò una sparatoria e a questo punto ad Ellery venne il cuore in gola perché aveva paura di un altro attentato. Tutto si svolse correttamente. Ecco arrivare il salvatore della patria … l’icona di Bruce . Riuscì a fare fuori tutti i cattivi in men che non si dica e rivolgendosi al pubblico impennò il suo cavallo agitando con una mano il suo cappello da cow boy. Il pubblico era in delirio e tutta l’arena era per lui. Lo spettacolo era giunto alla fine e l’attore chiamò a se i suoi colleghi di palco affinché ognuno potesse avere una degna presentazione … e così fu … tramite la bella voce di Gavin McCoy … un perfetto maestro cerimoniere. Fu un successo e a fine spettacolo ci fu la dedica per il defunto Cooper. La gente cominciava a defluire dalle tribune in maniera composta ed educata : non c’era bisogno di accalcarsi e creare inutili problemi. Il quartetto era sulla via del ritorno quando fu notato da Bruce e chiamato all’interno dell’arena : “ Ciao ragazzi . Vedo che stasera siete in buona compagnia . Tanto piacere “ e si presentò alle ragazze “ Il Capitano vi ha detto quello che ho trovato ? “ . “ Si “ disse Ellery “ Ed è una bella faccenda. Mi sembra di aver capito che John non avesse mai versato tutti i soldi che lei le passava da dare in beneficenza. Una brutta cosa!”. “ Si … molto brutta “ rispose lui “ E ancora peggio è che io non mi sia mai messo a controllare il tutto. Avevo una fiducia cieca in lui e non ci ho mai pensato. Ho sbagliato … lo ammetto. Si sarà messo via sicuramente un bel tesoretto facendo la cresta su tutto ciò. A questo punto cosa pensate ?”. “Una cosa semplice “ disse Mario “ Ossia che chi ha sparato quella sera … voleva uccidere Cooper e non lei !”. “ Per la questione del denaro ! “ riprese Ellery “Qualcuno forse non sapeva che lui ci aveva guadagnato in questa faccenda … ma sapeva che aveva da parte un sacco di soldi e i soldi si sa che sono sempre un buon specchietto per le allodole. Chi sapeva del denaro può averlo ucciso !”. “Triste che dietro ad ogni faccenda ci sia la moneta … “ disse l’attore “ Io non sapevo che Cooper avesse tanti soldi da parte . Lo avevo sempre visto riporre il suo stipendio in quella piccola cassetta ma niente di più. Va beh … ora vi devo salutare … raggiungo il resto del cast per la tradizionale bicchierata di fine serata e poi me ne vado a letto. E’ stata una giornata impegnativa ma ricca di soddisfazioni. Buona notte a tutti e grazie per l’aiuto che ci state dando. Spero che arriverete presto al colpevole!”. Il quartetto andò alla macchina e tornarono a casa : Candy e Rosa furono contente di aver conosciuto Knotts che rimaneva pur sempre un personaggio molto importante negli Stati Uniti. Era stato gentile e loro lo avevano apprezzato. Adesso si trattava solo di fare una bella dormita in vista della mattinata seguente durante le quale sia Ellery che la moglie dovevano andare a lavorare. L’ altra coppia si sarebbe preoccupata di tenere i contatti con Tody e a raccontargli il colloquio con lui che si era tenuto a fine show. La stanchezza prese presto il sopravvento e la nostra coppia piombò in un sonno profondo. Come di consueto il suono della sveglia era per lo speaker simpatica quanto un gatto che ti stava graffiando. Si alzò a fatica … in fondo la sera precedente erano andati a letto tardi … si fece una doccia e si bevve il suo caffè riscaldato. La giornata era limpida e tersa e a quell’ora in macchina bastava tenere il finestrino un pò aperto per avere un viaggio tranquillo. Lui da buon re del vintage … aveva anche un piccolo ventilatorino da macchina appeso con ventosa e per quella mattina decise di accendere quello. Arrivò al lavoro in una mezz’ora circa. Le indagini erano al momento ferme . Nulla di nuovo era uscito anche se orientativamente si stava lavorando sul movente denaro. C’era da scoprire chi sapeva che Cooper avesse a disposizione del denaro contante e chi contemporaneamente potesse sapere che quella sera nello show sempre lui avesse preso il posto di Knotts. La giornata lavorativa passò in fretta , preso dai mille pensieri della vicenda . Decisero che forse sarebbe stata utile un’altra visita in arena e dintorni per vedere se si riusciva a trovare la cassetta di sicurezza rossa che era sparita e ne parlò con Tody il quale si procurò un mandato di perquisizione per la mattinata seguente. Ellery ne parlò subito con i suoi amici quando si ritrovarono per le ore 18 come di consueto : “ Io spero e credo che sia una buona idea “ esclamò il cugino. Chi ha rubato la scatola potrebbe averla ancora con se in quanto la carovana non si è mossa da Puka Beach !” . “ Io ci spero “ disse El “ Non siamo secondo me di fronte ad un ladro professionista e potrebbe incappare in qualche errore e noi non aspettiamo che questo . Tody ha già parlato con i miei superiori e domani avrò il giorno libero. Possiamo andare tutti … chi vorrà partecipare !” . “ Io potrò esserci per poco in quanto dovrò lavorare “ disse Candy”Quindi non so neanche se ne valga la pena . Andate voi : e’ meglio ! “. “ E io “ disse Rosa “ Sarei solo d’impiccio. Me ne andrò in spiaggia mentre perquisirete la zona !”. “ Va bene ragazze : come preferite” “ disse lo speaker “In fondo il grosso del lavoro sarà fatto dalla polizia e noi saremo solo di appoggio. Sono fiducioso che qualcosa di interessante uscirà! E stasera cosa facciamo ? “. “Green Pine al fresco ? “ suggerì Candy. “ E sia … “ approvò Mario. La pizzeria si trovava sulle colline del paese …. dietro alla zona industriale … quando la strada cominciava a salire con i tornanti che sembravano spire di serpente. Se la presero con comodo e arrivarono per le 19,30 ancora lontani dalla calca serale. C’erano della panche fuori dal locale che aumentavano la sua capienza e davanti ad una di queste c’era Daniel il proprietario che stava sparecchiando i resti di un aperitivo : “ Ciao ragazzi . E’ un piacere rivedervi. Accomodatevi qua di fianco che tra poco arrivo a portarvi il menù. State tutti bene ? “ . “ Direi di si“ disse Ellery “ Siamo alle prese con gli eventi del Magic Rodeo Show e avevamo bisogno di una pausa !”. “ Ho sentito … “ riprese lui “ C’è scappato anche il morto : una brutta faccenda . Si sa qualcosa ? “ . “ Le indagini stanno andando avanti e siamo convinti che qualcosa di buono uscirà tra breve!” . “Perfetto “ disse Georgia che era appena arrivata “ Ecco nel frattempo i listini così intanto potete cominciare a dare un occhio !” . “ Et voilà anche la tovaglietta e le posate “ esclamò Elena . Si stava veramente bene seduti all’esterno : la temperatura era ottima e si poteva passare veramente una bella serata . Optarono per quattro pizze tonde : al Green Pine non facevano quella a metro come al Surfers. Furono portate con grande velocità : il locale era ancora semi vuoto. Lo speaker chiese come sempre dell’olio piccante per guarnire la sua Messico … la pizza che prendeva sempre quando andava lì. Bevvero vino e coca cola che andarono giù alla grande in quanto i piatti erano molto ricchi e saporiti e ti portavano a bere. Fu fatto un secondo giro di bevande . Guidava Mario e Ellery si concesse un quartino di vino in più oltre alla sua solita dose. La serata si concluse alle 22 quando ripartirono alla volta del paese. Incontrarono qualche rara macchina che dalle colline stava rientrando a Puka Beach. Qualcuna anche in senso contrario …ma il traffico era praticamente nullo. Un posto dove si stava ancora meglio come temperatura era la sede di Puka Shell Radio che si trovava proprio in cima ad una di queste colline e precisamente … quella dove si trovava il Green Pine … ma molto più in alto. Andarono quindi a dormire e si addormentarono quasi subito. L’appuntamento era per le nove di mattina in arena . Sarebbero stati della partita Tody con l’agente Bradshaw e i due cugini. Non era stato avvertito nessuno del cast proprio per evitare fughe di notizie o materiali. Avevano regolare mandato che presentarono a Bush che non oppose nessuna resistenza : “ Fate pure ragazzi e spero che uscirà quello che cercate!”. Il cast fu fatto raggruppare in centro arena per avere tutti sotto controllo e iniziarono l’ispezione . A supporto arrivò anche l’agente Canelli che rimase a sorvegliare tutta la crew. Cominciarono con un camper o roulotte a testa … i quattro ragazzi rimanenti. Tody iniziò con quello di Knotts e fu una perquisizione accurata. Non erano ambienti grossissimi e in dieci minuti si potevano perquisire. A Mario toccò la roulotte di July Pearl : era tutta in ordine e quasi gli spiaceva metterla un poco sottosopra. Ma lei fu gentilissima e non fece una piega. Bradshaw si occupò dell’alloggio di Ben Lopez : era un bel camper spazioso e impiegò qualche minuto in più per completare l’opera. Ellery si occupò di Jim Bush : ci mise tutto il suo impegno per fare un buon lavoro e non tralasciò neanche i sanitari. Niente di niente. A loro fu permesso di rientrare dentro. Tody passò quindi ad esaminare quello di Gavin Mc Coy e anche in questo caso il risultato fu negativo. Mario e Bradshaw si occuparono di una paio di operai del cast che si occupavano di montare e smontare le strutture. Ellery concluse la seconda tornata di ispezioni con il camper di Bernie Cook. Stava per uscire quando il suo piede si posò su di un’area del pavimento che fece un suono sordo : chiamò subito il resto della banda che arrivò immediatamente . “Cosa c’è ? “ chiese Tody . “Senta qua “ disse lo speaker … che gli fece sentire il suono anomalo provenire dal pavimento. “ Svelto Bradshaw : prendi qualcosa per togliere questo pezzo di legno !” disse l’ufficiale. “ L’agente si mise subito in movimento e si fiondò in macchina per prendere un cacciavite. Tornò dopo un paio di minuti e si mise all’opera . Non impiegò molto per arrivare al risultato cercato . Sotto il pavimento trovarono la cassetta rossa che era sparita dal camper di Cooper. “Bingo !” esclamò Ellery “ Abbiamo fatto centro!”. “Adesso “ disse Tody “ Sappiamo chi ha rubato la preziosa scatola. Ha ancora il lucchetto : forza … aprila !” disse all’agente . Quest’ultimo tirò fuori dalla tasca un set per aprire le serrature e la apri’. Vi trovarono 50.000 dollari e tutti si dissero soddisfatti del ritrovamento. “ Questi soldi “ disse Ellery “ Sono il frutto di anni di sottrazioni da parte di John di fondi destinati alla beneficenza . Cook deve essere riuscito a sapere qualcosa di questi soldi … non necessariamente la provenienza ma più che altro l’esistenza … magari una volta che i due erano nel camper insieme … o con una amichevole confidenza. A questo punto in Bernie è scattata la molla sul come entrare in possesso di quella somma . Adesso si trattava solo di assicurarsi che Cooper prendesse il posto di Knotts per poterlo uccidere . Senta capitano a che punto è con il telefono del defunto? Lo avete rimesso in funzione ? Potrebbe essere importante !”. “Se ne sta occupando l’agente Martin . Lo chiamo subito ! … Pronto … a che punto siamo con il cellulare di Cooper ? “. “Appena rimesso in funzione e ricaricato “ rispose l’agente . “Perfetto : portamelo subito in arena … fai presto !”. In sette minuti Tody aveva il telefono in mano. “Eccolo qua “ disse rivolto ad Ellery “ Mi spieghi come può essere importante?”. “Glielo dico subito. Cook taglia la cinghia a Knotts per fargli avere un incidente e metterlo fuori gioco per lo spettacolo serale e obbligarlo quindi ad essere sostituito. Ma non è ancora sicuro di chi lo farà : di solito lo fa proprio l’incolpevole Cooper ma non ne ha la certezza. Sicuramente con una banale scusa per vederlo all’opera gli avrà chiesto di avvertirlo se fosse stato lui a sostituire Bruce e così avrà fatto . Capitano … non ci resta che tornare in arena … radunare tutto il cast nuovamente e vedere l’ultimo numero che era stato chiamato al telefono di Cooper e vedere se squilla il cellulare di Cook !” . “ Va bene : mi sembra un’ottima intuizione . Guardiamo il cellulare . Ecco … c’è una chiamata da un numero sconosciuto alle ore 20.30 poco prima dello show. Raduniamo tutti !” . Quando l’intero cast fu al centro dell’area … Ellery compose il numero che aveva eseguito l’ultima chiamata a Cooper prima di essere ucciso. C’era silenzio in arena e ci vollero parecchi secondi prima che la numerazione fu completata. Si sentì un trillo : fu Cook che mise la mano in tasca per rispondere . Dall’altro capo della linea la voce di Ellery disse : “ Ti abbiamo preso … sei spacciato !”. Istintivamente Cook si mise a correre verso l’uscita ma fece poca strada : fu prontamente bloccato dall’atletico agente Bradshaw che eseguì un perfetto placcaggio. “ Bene Cook : hai da spiegarci tante cose . Prima di tutto ti faremo un bel tampone per cercare eventuali residui di polvere da sparo e poi ci spiegherai per bene come mai la cassetta con i soldi di Cooper era in tuo possesso e tante altre cosette delle quali siamo curiosi. Portatelo dentro !“ disse rivolto agli agenti. Lo immobilizzarono e lo tradussero in centrale. “Bene Ellery “ disse Tody “ Ci siamo riusciti anche questa volta. Ottime tutte le intuizioni. Intanto abbiamo la certezza del furto e tra poco arriverà anche quella dell’assassinio. Il tampone ci darà la conferma che sia stato Cook a sparare a Knotts . Lo interrogheremo e crollerà di sicuro. Non siamo di fronte ad un professionista ma ad un qualcosa di fortemente improvvisato!” . Venite tra un po’ in centrale e vediamo se l’esito del tampone sarà pronto !” . Intanto il cast intero faceva fatica a capacitarsi che il colpevole potesse essere Cook : “ E’ un povero diavolo “ disse Bruce “ Una persona innocua . Chissà cosa lo ha portato ad uccidere !”. “ I soldi “ esclamò Tody “ Alla fine è sempre il Dio denaro che spinge a tutto ciò !” e gli spiegò le cose. Ellery avvertì subito Candy che si stava recando al lavoro di quello che era successo e lo stesso fece Mario con Rosa. Erano le 12,30 quando si recarono in centrale , accolti dal capitano : “Ciao ragazzi : il tampone ha evidenziato tracce di polvere da sparo sulle mani e sui vestiti di Cook . La abbiamo confrontata con i residui della pallottola che Ellery avevi ritrovato in arena e sono perfettamente compatibili. Aspetto la conferma ufficiale che arriverà a minuti. Direi che abbiamo gli elementi per arrestarlo non prima di averlo interrogato … cosa che possiamo fare anche subito … venite !”. I due cugini si posizionarono in una stanza dove potevano vedere senza poter essere visti e l’ufficiale iniziò l’interrogatorio : “ Cook : sei già colpevole di furto e abbiamo sufficienti indizi per reputarti il principale indiziato nell’omicidio di Cooper! Cosa hai da dire a tua discolpa ? “. “ Tutto è nato quando John mi fece vedere i suoi risparmi che erano belli copiosi ! Non sapevo da dove provenissero ma mi hanno subito attirato . Erano circa 50.000 dollari … una bella pensione per me che oramai non sono più giovanissimo. Ho segato la cinghia della sella di Bruce in modo che cadesse e si facesse male in maniera da dover essere sostituito nello spettacolo seguente. So che di solito era Cooper che lo copriva in queste situazioni. Lo avevo pregato di avvertirmi nel caso lui fosse andato in scena e lo ha fatto : mi ha chiamato una mezz’ora prima dell’inizio. A questo punto ho preso una delle pistole di scena e l’ho caricata con un proiettile vero. Sono un ottimo tiratore : non ho sbagliato il colpo. Ve lo confesso perchè sicuramente troverete tracce di polvere da sparo su di me grazie al tampone che mi avete fatto ! Sono pentito di quello che ho fatto . Pagherò per questo. Dopo che ho sparato sono tornato in tutta fretta verso la zona dei camper e sono andato a rubare i soldi a Cooper. Non è stato difficile : avevo visto dove li teneva. Dopo, li ho nascosti nel mio camper e neanche tanto bene visto che li avete trovati. Il resto è storia. Ho sperato di farla franca sino all’ultimo ma mi avete scoperto. Si … sono colpevole di furto e anche di omicidio !”. “ Bene Cook “ disse il capitano “ Prendiamo atto di quello che ci ha detto. Lei è in stato di fermo per la morte di Cooper e per il furto dei suoi soldi. Ragazzi … portatelo dentro. “ disse rivolto ai suoi uomini. Poi tornò nella saletta dove erano situati Mario e Ellery : “ Bene : direi che la faccenda si può considerare conclusa. Bernie ha confessato e non abbiamo neanche dovuto insistere tanto. A proposito … il foglio che avete visto che mi hanno portato dentro ad un certo punto era il risultato definitivo del tampone che ovviamente era positivo. Lo avremmo incastrato in ogni caso. Direi che ancora una volta il lavoro di gruppo ha pagato e ha pagato molto bene . Le intuizioni sono andate tutte a buon fine e un criminale è stato assegnato alla giustizia. Ottimo lavoro !”. “ Sono contento “ esclamò Ellery “ Che sia andato tutto bene . Speravo in cuor mio che le ultime intuizioni potessero portare ad un risultato tangibile e così è stato. Basilare sono state le ultime perquisizioni che ci hanno permesso di inchiodare Cook almeno per il furto. Rimaneva l’omicidio ma ci siamo arrivati anche in questo caso con delle deduzioni che si sono rivelate giuste … validate dallo stesso Bernie che ce le ha confermate tutte !”. “E’ stata una bella battaglia, ma l’abbiamo portata dalla nostra parte … bene !” disse Mario. “Ragazzi potete andare ! Da adesso in poi Cook è di mia pertinenza e farò di tutto affinché paghi il suo debito con la giustizia!”. I due ragazzi uscirono e come prima cosa andarono da Mario a mangiare un boccone : la cucina stava per chiudere ma eravamo in estate e gli orari di apertura erano come un elastico … si allungavano a richiesta. Dissero subito a Candy quello che era successo e lei ne fu molto contenta : si complimentò col marito e col cugino e apparve sollevata che un caso di omicidio si fosse risolto. Spesso lei e il marito si trovavano implicati in varie situazioni e seppure marginalmente sussisteva sempre un piccolo rischio di venire colpiti specie se ci si fosse avvicinati alla soluzione. Era un sollievo adesso aver chiuso tutte le indagini. Lei tornò al suo lavoro e i due cugini poterono mangiare un boccone e rilassarsi un pochino. A seguire andarono da Rosa in spiaggia e raccontarono anche a lei quello che era successo e ne fu molto contenta. In fondo il lieto fine è un classico : accontenta sempre e bene … tutti quanti. Il quartetto si ritrovò verso le 17,00 a casa Sinclair. “ Bene ragazzi “ disse Ellery“ Dobbiamo festeggiare la buona riuscita delle indagini. Non pensavo sinceramente che Cook spifferasse tutto e subito … ma gli elementi che avevamo lo avrebbero comunque inchiodato alla grande!”. “Già “ disse Mario “Dove andiamo di bello stasera a celebrare la vittoria ? “. “ Che ne dite del Surfers “ disse Candy“ Visto che stavolta non abbiamo neanche usufruito della mitica saletta che tanta fortuna ci ha portato in passato ! “. “ Per me va bene “ disse Rosa … e tutti annuirono ! Lo speaker prenotò un tavolo per le 19,45 e puntualmente entrarono ne locale : “ Ciao ragazzi “ esclamò J.Luke “ Ho saputo che la vicenda giù al rodeo si è chiusa . Mi spiace non aver potuto essere utile alla soluzione prestandovi la saletta !” . “ Ciao carissimo ” disse Ellery “ Il tuo aiuto ci è sempre stato molto utile. Stavolta gli eventi si sono svolti in maniera molto veloce e non ne abbiamo avuto bisogno . Ma sicuramente in futuro … torneremo nella mitica saletta … te lo assicuro !”. “E mi farà solo che piacere “ disse lui “ Accomodatevi a quel tavolo là a sinistra che vi mando Gabry per le ordinazioni !”. Mangiarono come sempre bene e a fine pranzo ordinarono una bottiglia di spumante per festeggiare : “Brindiamo a tutti noi … alla locale polizia e alle strutture che ci hanno sempre supportate nelle nostre cene fatte per fare i vari punti della situazione ! Cin Cin … ! “ disse Ellery . “Salute a te “ disse Candy … che lo baciò.

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: